Il secondo giorno di test di Formula 1 a Montmelo vede ancora la Ferrari davanti a tutti. Squillo di Charles Lecerc, problemi per Ricciardo.

MONTMELO (SPAGNA) – Dopo il miglior tempo di Sebastian Vettel nel primo giorno di test, la Ferrari conferma di essere la più veloce anche nella seconda giornata sulla pista di Montmelo. Il miglior tempo è stato realizzato da Charles Leclerc (1’18″247) davanti alla sorpresa Lando Norris (1’18″553) e un buon Kevin Magnussen (1’19″206). Da segnalare anche il buon quinto posto di Antonio Giovinazzi (1’19″312) che è riuscito a tenere dietro gente del calibro di Valtteri Bottas (1’19″535), sesto, e Lewis Hamilton (1’19″928), decimo.

Le nuove linee guida per viaggiare in UE e non

Mercedes Montmelo
fonte foto https://twitter.com/F1

Problemi per Ricciardo – Continua invece la sfortuna per Daniel Ricciardo. La sua Renault ha perso il profilo superiore dell’ala posteriore causando un testa e uno stop dolo soli 28 giri. Nel pomeriggio è toccato a Hulkenberg recuperare il tempo perso con l’australiano. La scuderia francese si è messa al lavoro per capire la natura del problema e risolverlo in vista di domani è in previsione la terza giornata di test.

Formula 1, la terza giornata di test: per la Ferrari di nuovo Vettel

Dopo un giorno di riposo Sebastian Vettel ritornerà alla guida della Ferrari. Per il tedesco si tratta di una seconda giornata di test, dove forse si proveranno cose un po’ diverse rispetto a quanto fatto vedere in questi primi due tornate.

La Rossa – come successo negli altri anni – dimostra di continuare la sua crescita anche se le Mercedes continuano a nascondersi. La lotta sembra sempre tra queste due scuderie ma attenzione alla Red Bull che con Max Verstappen ha dimostrato di poter combattere. Per il resto le altre squadre sembrano al momento un po’ staccate. La McLaren conferma i miglioramenti rispetto allo scorso anno come la stessa Sauber pronta ad essere una delle outsider del prossimo campionato di Formula 1.

Le nuove linee guida per viaggiare in UE e non


Formula 1, i primi test a Barcellona: Leclerc ai raggi X

Cellulare alla guida? Ritiro della patente immediato. La proposta della Polstrada