Il vice ministro degli Esteri russo, Andrey Rudenko, ha dichiarato che Zelensky non sembra veramente volere la pace.

La pace in Ucraina sembra ormai essere un miraggio. A tre mesi dall’inizio delle ostilità, i negoziati procedono estremamente a rilento. Vladimir Putin e Volodymyr Zelensky non sono riusciti a trovare un accordo che possa portare ad un cessate il fuoco immediato. E non sembra la situazione possa cambiare in fretta. Come si potrà mettere a posto questo problematico momento che sta vivendo il popolo ucraino, a causa delle truppe russe che continuano a marciare sul territorio del Paese governato da Zelensky? Bisognerebbe, innanzitutto, sedersi al tavolo dei negoziati. Ma il vice ministro degli Esteri russo, Andrey Rudenko, non crede che il presidente ucraino sia realmente interessato a intavolare una trattativa.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Le parole di Rudenko

“È difficile valutare queste parole come costruttive”. Queste le dichiarazioni del vice ministro degli Esteri russo, Andrey Rudenko, in seguito alle parole del presidente dell’Ucraina Volodymyr Zelensky. Mi piacerebbe ricordare che l’Ucraina ha partecipato attivamente ai negoziati dal primo giorno dell’operazione militare speciale (dall’invasione della Russia ai danni dell’Ucraina del 24 febbraio, n.d.r.) e non ha posto condizioni – ha dichiarato Rudenko, stando a quanto riportato dall’agenzia Interfax – Se ora pone condizioni ci fa dubitare della sincerità del suo desiderio di trovare una soluzione pacifica”.

Volodymyr Zelensky
Volodymyr Zelensky

Le parole di Zelensky

Ma cosa ha detto Zelensky? In collegamento con Davos, il presidente ucraino ha insistito stamattina sul parlare “direttamente” con il presidente della Russia, Vladimir Putin, “senza intermediari né mediatori”. Stando al leader dell’Ucraina, “se Putin comprende la realtà, allora c’è la possibilità di trovare una via d’uscita diplomatica dal conflitto”, ha dichiarato il presidente ucraino. Zelensky ha inoltre chiesto al presidente della Russia di ritirare le sue armate, tornando alla situazione precedente al 24 febbraio. Questo, per il leader ucraino, “potrebbe essere un primo passo in direzione dei colloqui.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

Guerra in Ucraina

ultimo aggiornamento: 25-05-2022


Il piano del Cremlino: sostituire Putin con …

Greco: “Covid? Con milioni di non vaccinati, servono precauzioni”