Giro d’Italia 2019, Ciccone ‘doma’ il Mortirolo. Nibali ci prova, Roglic si stacca (FOTO)

La tappa regina del Giro d’Italia 2019 viene vinta da Giulio Ciccone. Richard Carapaz difende la Rosa, Roglic si stacca e perde oltre 1′.

PONTE DI LEGNO (BRESCIA) – La aspettava tanto e finalmente è arrivata. Giulio Ciccone conquista la sua prima vittoria al Giro d’Italia 2019 proprio nella tappa regina. Una frazione dominata sin dall’inizio per il corridore della Trek-Segafredo che in volata supera Jan Hirt. Terzo un ottimo Fausto Masnada a 1’20”.

Nibali ci prova – La battaglia tra i big come ci si poteva aspettare è scattata sul Mortirolo. Ad accendere la fiamma è stato Vincenzo Nibali (4° al traguardo a 1’41” insieme agli altri big) con quasi tutti i rivali che hanno risposto prontamente.

Vincenzo Nibali
Lo scatto di Vincenzo Nibali sul Mortirolo (fonte foto comunicato stampa)

L’unico che si è fatto sorprendere è stato Primo Roglic che ha concluso 15° con un ritardo di 3’03”. Insieme a lui anche Adam Yates mentre Miguel Angel Lopez nel finale ha perso un po’ di terreno arrivando al traguardo con 2’03” dal vincitore. Nella top ten di oggi Damiano Caruso (9° a 1’49”) e Mattia Cattaneo (10° a 2’03”).

Primoz Roglic
Primoz Roglic in difficoltà (fonte foto comunicato stampa)

Carapaz sempre in Rosa – La tappa odierna ha cambiato ancora una volta la classifica. Richard Carapaz sempre in Rosa con 1’47” su Vincenzo Nibali che ha scavalcato Primoz Roglic (3° a 2’09”). Le altre classifiche: Maglia Ciclamino (leader Classifica a Punti) Arnaud Demare; Maglia Azzurra (leader Classifica Gran Premio di Montagna) Giulio Ciccone; Maglia Bianca (leader Classifica dei Giovani) Miguel Angel Lopez.

Richard Carapaz Maglia Rosa
Richard Carapaz in Rosa (fonte foto comunicato stampa)

Le dichiarazioni – Contentissimo a termine della frazione Giulio Ciccone: “La vittoria più bella della carriera. Aver passato il Mortirolo davanti a tutti è bellissimo. La classifica di miglior scalatore è il mio secondo obiettivo e in questi giorni dovrà stare vicino a Bakue Mollema. Il Giro non è ancora finito“. Soddisfatto anche Carapaz: “Una tappa non facile anche per le condizioni climatiche. Abbiamo collaborato per staccare Roglic ma ancora non possiamo dire di essere sicuri di qualcosa“.

Giro d’Italia 2019, 17^ tappa: Commezzadura-Anterselva (181 km)

Si continua a salire al Giro d’Italia. La diciassettesima tappa ha in serbo 181 km dalla Val di Sole fino ad Anterselva. Una salita finale con pendenza media dell’8% ma punte che arrivano anche al 12%.

Di seguito il video con gli higlights della sedicesima tappa

ultimo aggiornamento: 28-05-2019

X