Viaggio in Thailandia: Sei cose da sapere prima di partire

La terra del sorriso è affascinante e pittoresca. Vediamo insieme cosa sapere prima di affrontare il nostro viaggio in Thailandia.

chiudi

Caricamento Player...

La Thailandia, nota anche come Terra del Sorriso, è una delle terre asiatiche più affascinanti, con una storia ricca e millenaria. Oggi lo è ancora di più, anche per le incredibili divisioni e apparenti contraddizioni: per esempio, Bangkok, la città più popolosa, ospita quasi sei milioni di persone mentre Nonthaburi, la seconda della lista, ne ospita poco mendo di trecentomila. Questa suddivisione di manifesta praticamente in ogni aspetto della vita, ma alcuni usi e costumi vanno bene ovunque. Ecco alcune cose da sapere e alcune curiosità utili per il nostro viaggio in Thailandia.

Viaggio in Thailandia: consigli

I tuk-tuk sono più interessanti, i taxi più comodi

I tuk-tuk (che agli italiani ricordano molto gli Ape piaggio), sono dei mezzi di trasporto caratteristici, aperti e agili. Sono perfetti per spostarsi di giorno, perché offrono una vista migliore, ma non vanno benissimo per spostarsi la notte. Di sera e nelle ore notturne è meglio usare i taxi, che sono più comodi e sicuri. Se pensiamo di fare serata o nottata in giro è preferibile chiedere al taxista di venirci a prendere a una certa ora: le strade della vita notturna sono affollatissime e trovare un taxi libero non è semplice. Inoltre alcune strade, particolarmente di notte, possono diventare rischiose molto in fretta: per buona misura evitiamo di essere troppo appariscenti e dotiamoci di una buona assicurazione viaggio per la Thailandia che ci copra da tutti gli imprevisti.

Tuk Tuk thailandese
un tuk-tuk thailandese – Fonte foto: pixabay.com/en/tuk-tuk-thailand-city-2438979/

Attenzione ai consigli dei tassisti (e di chi ci accompagna)

Questo è quasi un cliché, in particolare delle metropoli, ma qui è particolarmente sentito. Nella maggior parte dei casi, se un tassista vi consiglia un luogo, un ristorante, un negozio, molto probabilmente è perché riceve una commissione sulla vostra visita. Meglio attenersi ai vostri piani.

Per visitare i templi, ci vuole il giusto abbigliamento

Le regole sono simili a quelle delle nostre chiese e dei santuari: dovremmo essere coperti fino al gomito e fino al ginocchio e sarebbe meglio evitare sandali, scarpe aperte, e di avere il collo e il petto troppo esposti. In alcuni si entra scalzi; facciamoci spiegare bene le usanza prima di entrare. Se abbiamo in progetto una visita che li comprende, meglio portarsi dietro una sciarpa, uno scialle o una giacca per coprirsi di più se necessario.

Il gioco d’azzardo è legale… a giorni alterni

Per meglio dire, è legale in giorni prestabiliti (per decreto reale, la Thailandia è una monarchia). Pertanto, chi è interessato a quel tipo di intrattenimento, potrà divertirsi con scommesse e altri giochi, ma attenzione: l’ambiente è molto meno rarefatto di quello occidentale, quindi prepariamoci a grida, schiamazzi e gente che alza il gomito.

Viaggio in Thailandia, cosa fare per goderlo al massimo!

Il Muay Thai è un’esperienza irrinunciabile

Lo sport nazionale qui viene vissuto come un rito, e se passate da Bangkok guardare un incontro al Lumpinee Stadium è un’esperienza imperdibile e senza dubbio una delle cose da fare assolutamente in Thailandia. Ma lasciate perdere i biglietti “VIP”: costano il quadruplo degli altri e la posizione non è molto diversa.

Gli abiti su misura, più economici della confezione

Invece di lasciarvi tentare dai negozi a costi bassisimi, fate qualche indagine e trovate un sarto: quelli thailandesi sono bravissimi, velocissimi e, fra il cambio favorevole e il costo della vita più basso, potrete avere un abito su misura a meno di quanto costa una confezione appena accettabile in Europa.

Fonte foto: pixabay.com/en/tuk-tuk-thailand-city-2438979/

Polizza Viaggio