Salvini e il selfie con il figlio di un mafioso. L’ex ministro: “Non chiedo i documenti”

Polemica per il selfie di Salvini con il figlio di un mafioso. L’ex ministro si difende: “Ne faccio a migliaia, non chiedo i documenti”.

NAPOLI – Il selfie di Salvini con il figlio di un mafioso ha scatenato una polemica politica e non solo. A scatenare l’ira di colleghi e dei social la foto dell’ex ministro con il figlio del boss Franchino accompagnata dalla frase: “Un caffè insieme al mio caro amico Matteo“.

Nessun rapporto tra i due con il leader leghista che durante la sua campagna elettorale fa migliaia di foto ma il selfie (ora rimosso) ha fatto clamore anche perché sui social ha visto il ‘like’ di diverse persone, tra cui alcuni consiglieri comunali.

La difesa di Salvini

Una nuova ‘scivolata’ per l’ex ministro dell’Interno che per l’ennesima volta si fa immortalare con esponenti appartenenti alla malavita locale. Ma il leader della Lega si è immediatamente difeso: “Faccio migliaia di foto ogni giorno, non chiedo la carta d’identità a chi mi ferma per strada“.

Matteo Salvini Helsinki
fonte foto https://www.facebook.com/salviniofficial/

La polemica politica

Non manca naturalmente la polemica politica. Subito all’attacco il MoVimento 5 Stelle che chiede un chiarimento in Commissione Antimafia: “Il segretario della Lega – si legge in una nota – ci dica se la foto è stata scattata quando era ministro e in che rapporti è con Michele Matrone. Non importa dove è stata fatta, scandalizzano certi comportamenti di chi aveva il compito di contrastare la criminalità organizzata. Al Sud alcuni scatti non sono semplici foto e a volte vengono lette dalle sigle mafiose locali come l’apertura di uomini dello Stato“.

Adesso – concludono i grillini – c’è il rischio che questo messaggio venga interpretato come un pericoloso messaggio e noi non possiamo consentire che la questione passi in secondo piano. Salvini chiarisca subito“.

Si tratta naturalmente di un ennesimo scivolone da parte del leader della Lega che, come già successo in passato, molto probabilmente non andrà a chiarire in Commissione.

fonte foto copertina https://www.facebook.com/salviniofficial/

ultimo aggiornamento: 11-09-2019

X