Una sentenza della Cassazione dà ragione a Matteo Salvini. E’ reato mettere in commercio prodotti derivati dalla cannabis light.

ROMA – La Cassazione si schiera con Matteo Salvini nella lotta alla droga. La Corte Suprema ha giudicato illegale mettere in commercio prodotti derivati dalla cannabis light. Una decisione che rischia di stravolgere il mercato di un settore che è in continua espansione.

Per i giudici di terzo grado, quindi, non si possono vendere i prodotti che derivano dalla cannabis anche se leggera. Si tratta naturalmente di una informazione provvisoria mentre nelle prossime settimane è atteso il deposito della sentenza con le motivazioni ufficiali. Si tratta comunque di una sentenza che segue la linea del ministro dell’Interno che nei giorni scorsi aveva emesso una direttiva che prevedeva la chiusura di tutti i negozi che vendevano questa droga.

Tribunale di Milano
fonte foto https://www.facebook.com/francesco.nicastro

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Dalla Cassazione a Google, la lotta alla marijuana continua

La lotta alla cannabis e alla marijuana non è stata intrapresa solo in Italia. E’ notizia ormai di qualche ora fa la decisione di Google di eliminare dal proprio store tutte le app che facilitano l’acquisto di questa sostanza stupefacente anche nei Paesi dove è legale. Un provvedimento che rischia di procurare diverse polemiche visto che molte aziende si sono ribellate parlando di una norma che “facilita la vendita illegale di questa sostanza“.

Ma da parte della multinazionale americana non c’è nessuna intenzione di fare un passo indietro visto che la vicenda continua a tenere banco ormai da diversi anni in campo nazionale e internazionale. Una lotta che è stata intrapresa per primo da Matteo Salvini con il vicepremier che in più di un’occasione ha ribadito la sua intenzione di chiudere i negozi che vendono cannabis e non solo. La linea del vicepremier è stata sposata in pieno anche dalla Cassazione e da Google.

fonte foto copertina https://www.facebook.com/francesco.nicastro

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 31-05-2019


Roma, bus tenta di investire una persona: aperta un’inchiesta

‘Ndrangheta nel Vicentino, arrestati Domenico Basile e altre 34 persone