Cassazione: accogliere migranti gay se non sono protetti nel loro Paese

La Cassazione ha accolto il ricorso di un cittadino ivoriano gay minacciato dai parenti: “Dare lo status di rifugiato se la persona non è protetta”.

ROMA – Nuova sentenza della Cassazione che potrebbe aprire degli scenari finora mai immaginati nel nostro Paese. La Corte Suprema ha accolto il ricorso di un cittadino ivoriano gay minacciato dai parenti nella propria nazione.

Secondo i giudici del terzo grado “prima di negare lo status di rifugiati ai migranti che dichiarano di essere omosessuali e di rischiare la vita se rimpatriati a causa del loro orientamento sessuale, si deve accertare se nel loro Paese non esistono leggi discriminatorie“.

Tribunale di Milano
fonte foto https://www.facebook.com/francesco.nicastro

La Cassazione accoglie il ricorso di un ivoriano gay: non negare lo status di rifugiato se il migrante perseguitato

La vicenda arrivata in Cassazione riguarda un migrante ivoriano omosessuale. La Commissione territoriale di Crotone non ha accolto la richiesta di status rifugiato sottolineando che nel suo Paese “l’omosessualità non è considerata un reato, né lo Stato presenta una condizione di conflitto armato o violenza diffusa“. Una motivazione che non è stata giudicata in maniera corretta da parte della Corte Suprema che ha accolto il ricorso del migrante confermando che anche una minaccia della famiglia dovrebbe dare lo status di rifugiato.

La vicenda è stata raccontata dal diretto interessato dicendo di “essere diventato oggetto di disprezzo da parte della moglie e del padre dopo aver intrattenuto una relazione omosessuale“. Il migrante ha inoltre raccontato che il suo partner “è stato ucciso in circostanze non note“. Episodi – secondo la Cassazione – che dovrebbero consentire di avere lo status di rifugiato perché non sarebbe tutelato nel proprio Paese. Un caso che si riapre e che nelle prossime settimane dovrebbe avere dei risvolti molto importanti. Intanto la Corte Suprema ha bocciato la decisione di rifiutare lo status di rifugiato al migrante ivoriano.

fonte foto copertina https://www.facebook.com/francesco.nicastro

ultimo aggiornamento: 26-04-2019

X