Morte Piermario Morosini, annullate le sentenze di condanna

Morte Piermario Morosini, la Cassazione ha annullato la condanna ai tre medici. Il processo si dovrà rifare.

ROMA – I tre medici sono stati (per il momento n.d.r.) scagionati dalla Cassazione per la morte di Piermario Morosini. I giudici di terzo grado hanno deciso per l‘annullamento delle condanne nei confronti di Vito Molfese (medico del 118), Manlio Porcellini (dottore sociale del Livorno) ed Ernesto Sabatini (medico del Pescara) e la palla passa di nuovo alla Corte d’Appello di Perugia.

Il processo-bis è previsto per le prossime settimane con i giudici che dovranno rivedere la posizione delle persone iscritte sul registro degli indagati.

Morte Piermario Morosini, la famiglia chiede giustizia

La morte di Piermario Morosini ha segnato per sempre il mondo del calcio. Era il 14 aprile 2012 quando il centrocampista in forza al Livorno cadeva sul terreno di gioco dell’Adriatico di Pescara primo di sensi. Tanta paura in campo con l’ambulanza che tardava ad arrivare e il decesso avvenuto poco dopo in ospedale.

Tante le ipotesi fatte nei giorni successivi alla tragedia con la Procura che ha iscritto sul registro degli indagati i medici sociali delle due squadre più il dottore del 118 in servizio in quel momento. Una condanna non ritenuta corretta da parte della Cassazione che ha rimandato le carte alla Corte di Appello di Perugia.

Tribunale di Milano
fonte foto https://www.facebook.com/francesco.nicastro

Morte Piermario Morosini, tutto pronto per il processo-bis

Per individuare i responsabili della morte di Piermario Morosini c’è bisogno di un processo-bis. La Corte d’Appello di Perugia dovrà rivedere tutte le carte a disposizione ed emettere una nuova condanna. Ricordiamo che sul banco degli imputati ci sono i medici dell’epoca di Livorno e Pescara oltre che il dottore che si trovava sull’ambulanza in servizio allo stadio.

La famiglia da tempo chiede giustizia per il calciatore scomparso prematuramente e spera di riuscire ad averla in questo nuovo processo.

fonte foto copertina https://www.facebook.com/francesco.nicastro

ultimo aggiornamento: 10-04-2019

X