Riesame, sequestro immediato dei fondi della Lega fino a 49 milioni

Lega condannata dal Tribunale del Riesame: sì al sequestro dei fondi del Partito fino a quarantanove milioni di euro.

È arrivato il tanto atteso verdetto del Tribunale del Riesame, chiamato a giudicare il caso del sequestro dei fondi della Lega per la truffa ai danni dello Stato da parte dell’ex leader della Lega Nord Umberto Bossi e dell’ex tesoriere Francesco Belsito.

Il Tribunale del Riesame condanna la Lega: sì al sequestro di fondi fino a quarantanove milioni di euro

Stando agli inquirenti, Bossi e Belsito avrebbero sottratto allo Stato quarantanove milioni di euro, cifra che la Lega era stata condannata a risarcire. I sequestri erano già iniziati ma le operazioni si sono fermate dopo il raggiungimento di tre milioni di euro, il totale conservato nelle classe del partito che a quel punto ha chiesto la revoca della condanna. La Lega Nord, diventata Lega con Matteo Salvini, si è rifiutata di pagare per illeciti commessi da persone che non fanno più parte del partito.

Matteo Salvini
Fonte foto: https://twitter.com/MediasetTgcom24

Lega condannata, si cambia nome?

La Corte di Cassazione ha deciso di girare il caso al Tribunale del Riesame che ha respinto le richieste della Lega dando il via libera al sequestro dei fondi fino ai quarantanove milioni di euro in questione. Al momento nelle casse del partito ci sarebbero circa cinque milioni di euro. La differenza, ancora ingente, arriverebbe dagli immobili e dai prossimi proventi della Lega che avverte i giudici del rischio che quello che si è affermato come il secondo partito d’Italia nel corso delle ultime elezioni rischia di dover chiudere e cambiare nome, scelta che al momento Matteo Salvini non è intenzionato a prendere neanche in considerazione.

Ora i legali della Lega potrebbero fare nuovamente ricorso alla Corte di Cassazione, la stessa che aveva deciso di non pronunciarsi girando il caso al Tribunale del Riesame.

Fonte foto: https://twitter.com/MediasetTgcom24

ultimo aggiornamento: 06-09-2018

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures
X