Milano, quarantunenne arrestata per resistenza a pubblico ufficiale: “Portatemi in cella così mangio”.

Il caso che ha diviso l’opinione pubblica è accaduto a Milano, dove una donna di quarantuno anni, una senza fissa dimora, ha chiesto al Pubblico Ministero di essere arrestata. “Portatemi in carcere, almeno stasera potrò avere un pasto caldo e farmi la doccia“, ha chiesto la donna prima dell’inizio del suo processo per direttissima.

La donna arrestata per resistenza a pubblico ufficiale

La donna era stata arrestata per resistenza a pubblico ufficiale dopo che aveva morso la mano di un carabiniere che l’aveva invitata a spostarsi dall’incrocio (tra via Cilea e via Mantegna) dove si trovava abitualmente da mesi.

La quarantunenne dorme infatti in un palazzo della zona, dove trascorre le notti sul pianerottolo dell’ottavo piano. Di giorno scende in strada per chiedere l’elemosina, proprio come aveva fatto nel giorno dell’arresto.

Tribunale Milano
fonte foto https://www.facebook.com/Dj.Riccio90

Viveva in strada dal mese di giugno

Mangio solo tre volte alla settimana, solo quando prendo il pacco della Caritas – ha raccontato la donna in aula come riportato da Sky. Contiene tre scatolette di tonno, una di carne, un litro di latte e quattro pacchetti di cracker. Niente pastasciutta da mesi“.

Nel corso della sua deposizione la donna ha fatto sapere di essere senza fissa dimora dallo scorso mese di giugno, quando è stata allontanata dalla casa dove viveva con la madre. La donna, che ha ammesso di fare sporadicamente uso di cocaina, ha dichiarato di ‘non aver mai rubato neanche un euro’.

Convalidata la pena

Il giudice, segnalato il caso ai servizi sociali, ha convalidato il fermo ai danni della quarantunenne confermando la detenzione in carcere. La donna ha ringraziato il giudice dicendosi felice di poter nuovamente mangiare pasti caldi, dormire su un letto e avere la possibilità di farsi una doccia.

Nuove ordinanze in vigore: ecco che cosa si può fare in base al colore della zona

TAG:
Caritas cronaca evidenza milano

ultimo aggiornamento: 09-10-2018


Piacenza, spedizione punitiva contro migranti: tre indagati

Papa Francesco inciampa e cade. Dal Vaticano: “Sta bene”