Caporalato, sequestrati 9 milioni di beni ad un imprenditore

Caporalato, sequestrati 9 milioni di beni ad un imprenditore

La Guardia di Finanza di Pavia ha eseguito il sequestro di 9 milioni di beni ad un imprenditore, indagato per caporalato.

PAVIA – Nuovo blitz della Guardia di Finanza contro il capolarato. Nella mattinata di martedì 26 febbraio 2019 le Fiamme Gialle hanno eseguito un’ordinanza restrittiva nei confronti di un imprenditore, accusato di aver sfruttato centinaia di lavoratori impiegati alla Città del Libro di Stradella oltre ad avere un’associazione per delinquere finalizzata alla frode fiscale.

Gli inquirenti hanno sequestrato all’imprenditore di 63 anni anche sette società e 154 immobili per un prezzo totale di 9 milioni e 243 mila euro. Le indagini andranno avanti nei prossimi giorni per capire meglio la posizione dell’uomo prima di iniziare il processo che lo vedrà come principale protagonista. Nessuna dichiarazione ufficiale da parte dell’uomo che si prepara ad affrontare questo percorso giudiziario che lo vede accusato di caporalato.

Guardia di Finanza
Fonte foto: https://www.facebook.com/guardiadifinanzaindivisa

Caporalato, indagato un imprenditore milanese

Le indagini sono partite nei mesi scorsi e hanno messo nel mirino alcuni spostamenti di questo imprenditore milanese. Secondo quanto scoperto dagli inquirenti, l’indagato aveva estero i propri interessi societari anche all’estero, in particolare nel Regno Unito, grazie ad un prestanome.

Ma al centro dell’indagine è finita anche un’altra società fondata dallo stesso imprenditore nel 2017. L’azienda che aveva un patrimonio immobiliare di alcuni milioni di euro era stata prelevata da alcuni parenti dell’uomo con versamenti di poco superiori a mille euro. Altre quattro società sono state poste sotto sequestro in attesa di novità dalle indagini che potrebbero arrivare nelle prossime settimane. Imprenditori e impiegati dovrebbero essere ascoltati nuovamente dagli agenti della Guardia di Finanza per chiudere definitivamente questa vicenda che ormai dura da diverso tempo. Un uomo di 63 anni è finito nel mirino degli inquirenti per associazione finalizzata a frode fiscale e sfruttamento dei lavoratori. Sequestrato un patrimonio da oltre 9 milioni di euro.

fonte foto copertina https://www.facebook.com/guardiadifinanzaindivisa

ultimo aggiornamento: 26-02-2019

X