Milan-Napoli, Gennaro Gattuso in conferenza stampa

Milan-Napoli, Gattuso in conferenza stampa

Ecco le dichiarazioni rilasciate in conferenza stampa dal tecnico rossonero, Gennaro Gattuso, in vista del match di campionato contro il Napoli.

Serie A, Milan-Spal è uno dei big match della 21esima giornata di campionato. Una sfida fondamentale per i rossoneri, tornati al quarto posto dopo la vittoria sul campo del Genoa. Alla vigilia del match di San Siro, il tecnico milanista, Gennaro Gattuso, ha parlato in conferenza stampa. Ecco le sue dichiarazioni.

Sui giovani: “Tante volte commettiamo errori di esperienza, però stiamo attraversando un buon momento. Con il Genoa siamo stati imbarazzanti nel primo tempo, poi siamo usciti fuori nella ripresa. Le partite con squadre forti come il Napoli, allenate da un marpione come Ancelotti, sono gare che ci servono”.

Sull’accoglienza a Koulibaly: “Il pubblico di San Siro ha – osserva Gennaro Gattuso – sempre dimostrato di applaudire i grandi campioni. Koulibaly è uno dei migliori difensori al mondo. Sono tranquillo, penso che il nostro pubblico sia maturo. E se succederà, siccome sono pochi imbecilli, vorrei vedere gli altri 65mila che applaudono”.

Su Ancelotti: “Carlo entra nella testa dei giocatori. Ne ho sentiti pochi di giocatori che parlano male di Carlo. Non si può copiare. Ne ho passate tante con lui. A tratti ci comportavamo da padre e figlio. Tanti meriti sono suoi per quello che ho fatto. Tante volte mi faceva giocare le grandi partite come quarto di destra, io mi arrabbiavo perchè non mi piaceva, ma alla fine mi convinceva”.

Gonzalo Higuain
Fonte foto: https://twitter.com/acmilan

Milan, Gennaro Gattuso: “Higuain è il passato”

Su Piatek: “Sembra Robocop, dice poche parole. Lo ha dimostrato anche ieri nel primo allenamento. Ha grande fisicità, tecnicamente gli piace attaccare la profondità, è arrivato con grandissimo entusiasmo ed è rimasto sorpreso di come è stato accolto dallo staff di Milanello e dallo spogliatoio. Titolare? Domani vedrete”.

Su Higuain: “Fa parte del passato e non voglio più parlarne. Ha fatto la sua scelta, noi dobbiamo andare avanti. Lo ringrazio per quello che mi ha dato, poteva fare qualcosa di più lui, anche noi come staff tecnico e squadra potevamo fare altrettanto. Nei momenti in cui non riusciva a segnare con continuità – osserva Gennaro Gattuso – i giornali parlavano solo di lui, ha sofferto quest’aspetto. E penso anche che il fatto che ci fosse la possibilità di non essere riscattato in caso di mancata qualificazione alla Champions gli ha fatto scattare qualcosa a livello mentale. Penso che quando ha firmato il contratto questa clausola ci fosse già prima. E anche l’espulsione con rigore sbagliato contro la Juventus qualche strascico l’ha lasciato”.

Sul mercato: “Siamo a posto così”.

Su Paquetà: “Il modulo non si cambia in questo momento. In fase di possesso è sempre il giocatore che si trova vicino all’attaccante. Può fare molto di più di quello che sta facendo, è un brasiliano atipico, continuo a dirlo. Non è un caso che l’abbia fatto giocare subito contro la Sampdoria appena arrivato, perchè l’ho visto pronto. Ci aspettiamo tantissimo da lui”.

Hakan Çalhanoglu
Hakan Çalhanoglu (fonte foto https://www.facebook.com/ACMilan/)

Mercato Milan, Gattuso: “Calhanoglu resta”

Sul possibile addio di Calhanoglu: “Ve lo siete inventato voi, non esiste. C’è qualcuno che si diverte a scrivere sempre su Hakan. Il Lipsia lo voleva, ma ho sempre detto alla società, così come loro a me, che è un giocatore fondamentale e non è mai stato sul mercato”.

Sulle voci su Zapata: “È in scadenza. La società gli ha proposto un rinnovo contrattuale e deve decidere il giocatore. Sta giocando da protagonista. Adesso è infortunato e vediamo di riuscire a sistemare anche questa questione. Altre uscite non ce ne saranno sicuramente. Sia io che la società stiamo facendo di tutto per trattenere Zapata”.

Sulla coppia Piatek-Cutrone: “Abbiamo due attaccanti di ruolo veri, in certe partite si può giocare con due centravanti, vediamo. Ogni giocatore che arriva o va via è conseguente a un dialogo insieme alla società. Quindi se Piatek è arrivato significa che mi piace”.

Patrick Cutrone
fonte foto https://twitter.com/Irwan_Arfian

Milan, Gattuso: “Ho fatto i complimenti a Cutrone perché…”

Su Cutrone: “Gioca chi sta meglio e chi si allena in un certo modo. A tutti i giocatori piace essere coccolati, non solo Cutrone. Sono bravo a coccolare i miei giocatori. Ogni tanto mi parte qualche cinquina di troppo, ma dopo c’è sempre la coccola. Patrick, come ho detto anche a lui, da 2-3 settimane a questa parte ha capito le parole che gli dico. Non ho visto la faccia storta quando non gioca e gli ho fatto i complimenti, non è un caso che abbia fatto doppietta quando è entrato con la Samp. L’ho visto cambiato dall’inizio del nuovo anno”.

Sulla fase difensiva: “Alcuni gol ce li siamo fatti da soli. Voi vi sorprendete quando Abate gioca centrale, ma ha tutte le caratteristiche per giocare in questo modo. Sorprende anche me quando vedo che va a prendere le palle di testa sul primo palo. Possiamo fare molto meglio, certe volte quando scappa la difesa i centrocampisti non sono a tempo e si crea un buco dove cade la palla”.

Sul quarto posto: “Dobbiamo rimanere attaccati alle posizioni per arrivare in Champions fino in primavera, tutte le partite saranno decisive da qua alla fine per noi”.

Ecco la conferenza stampa di Gennaro Gattuso:

#MilanNapoli: press conference

Coach Gattuso's press conference on the eve of #MilanNapoli 🗣La conferenza stampa di Mister Gattuso alla vigilia del big match di San Siro 🗣

Pubblicato da AC Milan su Venerdì 25 gennaio 2019

ultimo aggiornamento: 25-01-2019

X