Marco Giampaolo a Milan TV: "Equilibrio rotto da quella punizione"

Derby, Giampaolo a Milan TV: “Equilibrio rotto da quella punizione”

Nel dopo-partita di Milan-Inter, il tecnico rossonero si è fermato ai microfoni di Milan TV. Ecco le sue parole.

Serie A, Milan-Inter 0-2: i nerazzurri vincono meritatamente il derby contro un avversario scarico e senza idee. La squadra di Marco Giampaolo, infatti, ha deluso su tutti i fronti: male in difesa, ancora peggio dal centrocampo in su. Insomma, Romagnoli e compagni hanno offerto una performance a tratti imbarazzante.

Al termine della partita, l’allenatore milanista ha parlato ai microfoni di Milan TV: “So che il risultato condiziona il giudizio, perdere il derby è un dolore. Siamo partiti un po’ così, poi ci siamo assestati e abbiamo fatto bene. Siamo stati in partita, abbiamo colmato il piccolo divario di esperienza che c’è tra le due squadre”.

“L’equilibrio – ha aggiunto il mister al canale tematico ufficiale del club rossonero – è stato rotto da quella punizione. Non mi è più piaciuta la reazione disordinata che abbiamo avuto. Bisogna restare dentro la partita con organizzazione, ma sono cose che si assimilano con il lavoro e con il tempo”.

Milan-Inter
fonte foto https://twitter.com/Inter

Marco Giampaolo: “Dobbiamo reagire in modo ordinato”

Ancora una volta, il Milan ha toppato contro una big: “E’ sempre una questione di atteggiamento – ha affermato Marco Giampaolo – la squadra ha provato a rischiare, la linea difensiva è stata alta, l’atteggiamento non è stato attendista. A me non piace difendere nella nostra porta. Il gol di Piatek è stato annullato per un pallone carambolato sul corpo di Kessie. Dobbiamo imparare a reagire in modo ordinato”.

Anche stasera, la squadra ha fatto una gran fatica a tirare in porta: “In queste prime partite stiamo faticando su questo aspetto. L’ideale sarebbe recuperare il pallone più alti per essere più vicini alla porta. Non mi piace giocare con un solo attaccante davanti, per questo insisto con il 2+1. Stasera i nostri giocatori di qualità non hanno fatto male. Suso, Calha e Kessie non mi sono dispiaciuti. Calha l’ho tolto perché lo vedevo più stanco”.

ultimo aggiornamento: 21-09-2019

X