Serie A 2019-2020, i risultati di mercoledì 1 luglio: il resoconto

Serie A, sei gol dell’Inter al Brescia. Pari Milan, colpo Sassuolo a Firenze

Serie A, i risultati di mercoledì 1 luglio. Sei gol dell’Inter al Brescia, pari del Milan contro la Spal. Il Verona vince e si rilancia.

ROMA – Serie A, i risultati di mercoledì 1 luglio. Si inizia con la netta vittoria dell’Inter sul Brescia e il pareggio tra Bologna e Cagliari.

In serata il Milan riesce nel finale a pareggiare contro la Spal. Bene il Verona, colpi esterni di Sassuolo e Sampdoria.

Serie A, i risultati delle sfide di mercoledì 1 luglio

Di seguito i risultati delle sfide di mercoledì 1 luglio, valide per la ventinovesima giornata di campionato. (LA CLASSIFICA E INFO STREAMING)

Bologna-Cagliari 1-0
Inter-Brescia 6-0
Fiorentina-Sassuolo 1-3
Hellas Verona-Parma 3-2
Lecce-Sampdoria 1-2
Spal-Milan 2-2

Mv Bologna 02/11/2019 – campionato di calcio serie A / Bologna-Inter / foto Massimiliano Vitez/Image Sport nella foto: Antonio Conte

Serie A, colpo esterno del Sassuolo

Fiorentina-Sassuolo 1-3

Marcatori: 24′ rig. Defrel (S), 35′ Defrel (S), 61′ Muldur (S), 90′ Cutrone (F)

Fiorentina (3-5-2): Dragowski; Milenkovic, Pezzella Ger., Ceccherini (64′ Igor); Lirola (50′ Cutrone), Ghezzal (76′ bENASSI), Pulgar, Castrovilli (64′ Duncan), Dalbert; Chiesa, Ribery (64′ Sottil). All. Iachini

Sassuolo (4-2-3-1): Pegolo; Muldur, Chiriches, Ferrari G. M., Rogério (46′ Kyriakopoulos); Magnanelli, Locatelli M. (62′ Bourabia); Traoré (46′ Berardi D.), Djuricic (87′ Ghion), Boga; Defrel (81′ Caputo). All. De Zerbi

Arbitro: Sig. Daniele Chiffi di Padova

Note: Ammoniti: Pulgar, Ceccherini, Castrovilli, Ghezzal (F); Rogério (S). Angoli: 8-3 per la Fiorentina. Recupero: 3′ p.t.; 5′ s.t.

La prima occasione capita sui piedi di Chiesa, attento Pegolo. La reazione del Sassuolo arriva con Boga. Gli ospiti trovano il vantaggio al 24′ con il rigore trasformato da Defrel. Tiro dagli undici metri assegnato per un fallo di Castrovilli su Djuricic. La squadra di Iachini prova a reagire, ma subisce il gol in contropiede. Djuricic serve in profondità per Defrel che realizza il 2-0. Prova una reazione la compagine di casa, Chiesa però è impreciso.

Nella ripresa la squadra di casa aumenta il forcing e va ad un passo dal riaprire la partita con il colpo di testa di Pezzella, palla sul palo. Il tris del Sassuolo arriva con Muldur. Il terzino sfrutta un’ingenuità di Castrovilli per realizzare il 3-0. Nel finale la Fiorentina realizza il gol della bandiera con un bel colpo di testa di Cutrone. Non c’è più tempo con il Sassuolo che vince in casa della Fiorentina.

Serie A, Pessina regala il successo al Verona

Hellas Verona-Parma 3-2

Marcatori: 14′ Kulusevski (P), 45’+3 rig. Di Carmine (V), 54′ Zaccagni (V), 64′ Gagliolo (P), 80′ Pessina (V)

Hellas Verona (3-4-2-1): Silvestri; Rrahmani, Gunter, Dawidowicz (46′ Empereur); Faraoni, Amrabat, Miguel Veloso, Dimarco (46′ Lazovic); Verre (84′ Badu), Borini (65′ Pessina); Di Carmine (46′ Zaccagni). All. Juric (squalificato)

Parma (4-3-3): Sepe; Laurini (77′ Darmian), Iacoponi, Bruno Alves, Gagliolo; Hernani (86′ Siligardi, Brugman, Barillà (46′ Kurtic); Kulusevski, Cornelius (46′ Gervinho), Caprari (59′ Karamoh). All. D’Aversa

Arbitro: Sig. Paolo Valeri di Roma 1

Note: Ammoniti: Pessina, Empereur (V); Barillà, Iacoponi, Hernani (P). Angoli: 3-1 per il Verona. Recupero: 2′ p.t.; 6′ s.t.

Buona la partenza del Parma che trova il vantaggio al 14′ con Kulusevski. Azione personale del giocatore scuola Atalanta e conclusione in diagonale che batte Silvestri. Nel finale una buona chance per i padroni di casa che colpiscono la traversa. Allo scadere del primo tempo il Verona con Di Carmine dagli undici metri.

Nella ripresa il Verona riesce a completare la rimonta. Zaccagni dalla distanza con il destro trafigge Sepe. Il pareggio del Parma arriva al 64′. Tiro di Kulusevski, Silvestri mette la mano. Decisivo il tap-in di Gagliolo. Immediata la replica dei padroni di casa, ma Verre viene murato da Sepe. Nel finale è Pessina con una conclusione al volo a segnare il 3-2. Lo scontro Europa lo vince il Verona che avvicina il settimo posto.

Serie A, la Sampdoria vince di rigore a Lecce

Lecce-Sampdoria 1-2

Marcatori: 40′ rig. Ramirez G. (S), 51′ rig. Mancosu Mar. (L), 74′ rig. Ramirez G.

Lecce (3-4-2-1): Gabriel; Donati, Meccariello (46′ Babacar), Paz; Rispoli, Barak, Tachtsidis (46′ Petriccione), Calderoni (8′ Vera); Mancosu Mar., Saponara (82′ Shakov); Falco (68′ Farias). All. Liverani

Sampdoria (4-4-1-1): Audero; Bereszynski, Yoshida, Colley O., Augello (76′ Murru); Depaoli, Thorsby, Ekdal (76′ Vieira), Jankto (84′ Léris); Ramirez G.; Bonazzoli F. (46′ Gabbiadini) All. Ranieri

Arbitro: Sig. Gianluca Rocchi di Firenze

Note: Ammoniti: Paz (L); Augello (S). Angoli: 9-5 per il Lecce. Recupero: 3′ p.t.; 7′ s.t.

Partita molto divertente al Via del Mare con diverse occasioni per entrambe le compagini. Il match si sblocca al 40′. Ramirez dagli undici metri non sbaglia e porta in avanti i suoi.

Ad inizio ripresa sempre dagli undici metri pareggia il Lecce con il solito Mancosu. Ancora dl dischetto nel finale Ramirez riporta in vantaggio la Sampdoria. Successo fondamentale in chiave salvezza per i doriani.

Serie A, il Milan nel finale raggiunge la Spal

Spal-Milan 2-2

Marcatori: 13′ Valoti M. (S), 28′ Floccari (S), 79′ Rafael Leao (M), 90’+4 aut. Vicari (M)

Spal (4-4-2): Letica; Sala J., Vicari, Bonifazi (66′ Salamon), Tomovic; D’Alessandro, Dabo (82′ Cionek), Valdifiori, Valoti (46′ Missiroli); Petagna, Floccari (46′ Fares; 75′ Strefezza)). All. Di Biagio

Milan (4-2-3-1): Donnarumma G.; Calabria (46′ Rafael Leao), Gabbia, Romagnoli A., Hernandez T. (64′ Laxalt); Kessié, Bennacer (72′ Bonaventura); Castillejo (16′ Saelemakers), Paquetà, Calhanoglu; Rebic (65′ Ibrahimovic). All. Pioli

Arbitro: Sig. Maurizio Mariani di Aprilia

Note: Ammoniti: Valdifiori, Dabo (S). Espulso: al 42′ D’Alessandro (S) per fallo di gioco; all’83’ Di Biagio (S) per doppia ammonizione. Angoli: 3-17 per il Milan. Recupero: 6′ p.t.; 6′ s.t.

A sorpresa passa in vantaggio la Spal con Valoti che risolve una mischia in area di rigore. Immediata la reazione dei rossoneri, ma è Floccari a firmare il raddoppio con una conclusione dai 30 metri che sorprende Donnarumma. Il Milan riapre il match con Calhanoglu, rete annullata per fuorigioco. Al 42′ rosso diretto per D’Alessandro per un brutto fallo su Hernandez. Ci prova subito dopo ancora il turco rossonero, palla sul palo esterno prima di terminare fuori.

Nella ripresa il Milan aumenta il forcing, ma il gol arriva al 78′. Controllo e tiro di Leao che batte Letica. Il pareggio dei rossoneri arriva in pieno recupero. Il cross di Saelemaekers viene mandato nella propria porta da Vicari. Pareggio in extremis per i rossoneri che riescono a portare a casa un punto. Rammarico per la squadra di casa che vede più lontana la salvezza.

Serie A, Bologna-Cagliari 1-1: Simeone risponde a Barrow

Bologna-Cagliari 1-1

Marcatori: 45’+3 Barrow (B), 46′ Simeone (C)

Bologna (4-3-3): Skorupski; Tomiyasu, Bani, Danilo, Dijks (70′ Krejci); Schouten (70′ Dominguez), Medel (90′ Svanberg), Soriano; Orsolini, Palacio (70′ Sansone N.), Barrow. All. Mihajlovic

Cagliari (4-4-2): Cragno; Walukiewicz (65′ Pisacane), Ceppitelli (23′ Lykogiannis), Carboni, Mattiello; Nandez, Rog, Nainggolan, Pellegrini Lu. (78′ Ionita); Joao Pedro, Simeone. All. Zenga

Arbitro: Sig. Juan Luca Sacchi di Macerata

Note: Ammonito: Schouten, Tomiyasu, Dijks (B); Carboni, Pellegrini Lu. (C). Angoli: 7-2 per il Bologna. Recupero: 4′ s.t.; 6′ s.t.

Partita divertente al Dall’Ara con diverse conclusioni da una parte e dall’altra anche se i due portieri non hanno mai rischiato nulla. Il Cagliari va vicino al vantaggiio sugli sviluppi di un corner, ma allo scadere è il Bologna a trovare il vantaggio. Azione personale di Barrow, l’ex atalantino vince il rimpallo e poi con il destro batte Cragno.

Ad inizio ripresa il Cagliari trova subito il pareggio con il Cholito Simeone che deposita in rete un assist di Nainggolan. Ancora sardi pericolosi con Joao Pedro mentre la reazione del Bologna porta la firma di Barrow. Nel finale di match le due squadre spingono sull’acceleratore anche se il punteggio non cambia.

Serie A: game, set e match a San Siro. L’Inter vince 6-0 contro il Brescia.

Inter-Brescia 6-0

Marcatori: 5′ Young, 20′ rig. Sanchez A., 45′ D’Ambrosio, 52′ Gagliardini, 83′ Gagliardini, 88′ Candreva

Inter (3-5-2): Handanovic; D’Ambrosio, de Vrij (46′ Ranocchia), Bastoni; Moses (67′ Candreva), Barella (59′ Agoumé), Gagliardini (68′ Eriksen), Borja Valero, Young; Sanchez A., Lautaro Martinez (68′ Lukaku R.). All. Conte

Brescia (4-3-1-2): Joronen; Sabelli (58′ Mangraviti), Papetti, Mateju, Semprini; Dessena, Tonali, Skrabb (46′ Bjarnason); Zmrhal (58′ Spalek); Ayé, Donnarumma Alf. (46′ Torregrossa) All. Diego Lopez

Arbitro: Sig. Gianluca Manganiello di Pinerolo

Note: Ammoniti: de Vrij (I). Angoli: 4-4. Recupero: 3′ s.t.; 0′ s.t.

Subito in vantaggio l’Inter. Cross dalla destra di Sanchez, sul secondo palo ben appostato Young che con il destro a volo batte Joronen. Al 20′ dagli undici metri (rigore assegnato per un fallo di Mateju su Moses) Sanchez realizza il raddoppio. Il Brescia non c’è e allo scadere del primo tempo arriva il tris di Danilo D’Ambrosio su cross di Young. L’ultima occasione è sui piedi di D’Ambrosio, questa volta Joronen risponde presente.

Dilaga nella ripresa l’Inter con Gagliardini che realizza il poker. Il match continua a regalare diverse emozioni con Candreva che colpisce la traversa. Il quinto gol arriva nel finale con Eriksen che ribadisce in rete una respinta non perfetta di Joronen. Nel finale c’è gioia anche per Candreva che realizza il 6-0. Netto il successo degli uomini di Conte che rispondono a Lazio e Juve. Lombardi sempre più vicini alla retrocessione.

ultimo aggiornamento: 02-07-2020

X