Serie A, i risultati di domenica 12 luglio 2020. Pari nel big match tra Napoli e Milan. Colpi salvezza per Genoa e Sampdoria.

ROMA – Serie A, i risultati di domenica 12 luglio 2020. E’ stata una giornata ricca di pareggi. Le uniche due squadre a portare a casa il bottino pieno sono quelle di Genova con il Grifone che batte la Spal e la Sampdoria l’Udinese.

Serie A, i risultati di domenica 12 luglio 2020

Di seguito i risultati delle sfide di Serie A di domenica 12 luglio 2020, valide per la trentaduesima giornata di campionato. (CLASSIFICA, PROBABILI FORMAZIONI e INFO STREAMING)

Genoa-Spal 2-0
Cagliari-Lecce 0-0
Fiorentina-Hellas Verona 1-1
Parma-Bologna 2-2
Udinese-Sampdoria 1-3
Napoli-Milan 2-2

Gennaro Gattuso
Gennaro Gattuso

Serie A, Napoli-Milan 2-2: Kessié nel finale salva i rossoneri

Napoli-Milan 2-2

Marcatori: 20′ Hernandez T. (M), 34′ Callejon (N), 60′ Mertens (N), 73′ rig. Kessié (M)

Napoli (4-3-3): Ospina; Di Lorenzo, Maksimovic, Koulibaly, Mario Rui; Fabian Ruiz (66′ Demme), Lobotka (66′ Elmas), Zielinski; Callejon (84′ Politano), Mertens (74′ Milik), Insigne L. (74′ Lozano) All. Gattuso

Milan (4-2-3-1): Donnarumma G.; Conti A., Kjaer, Romagnoli A., Hernandez T.; Kessié, Bennacer; Paquetà (46′ Saelemaekers), Calhanoglu (60′ Bonaventura), Rebic (87′ Krunic); Ibrahimovic (60′ Rafael Leao). All. Pioli

Arbitro: Sig. Fabrizio La Penna di Roma 1

Note: Ammoniti: Di Lorenzo, Mario Rui (N); Hernandez T., Conti A. (M). Espulso: all’87’ Saelemaekers (M) per doppia ammonizione. Angoli: 7-2 per il Napoli. Recupero: 2′ p.t.; 5′ s.t.

Il Napoli parte bene e ha subito due occasioni. Donnarumma dice di no a Mertens e Callejon. Al 20′, a sorpresa, il Milan passa in vantaggio. Rebic serve Hernadez che fredda Ospina. Il pareggio arriva al 34′. Incertezza di Donnarumma, Di Lorenzo non deve fare altro che appoggiare il pallone in rete.

Nella ripresa il Napoli prende in mano il pallino del gioco e trova il vantaggio al 60′. Callejon trova Mertens che con il destro di prima intenzione beffa Donnarumma. Immediata la reazione del Milan. Maksimovic ferma fallosamente in area di rigore Bonaventura. Dal dischetto si presenta Kessié che spiazza Ospina. Nel finale il punteggio non cambia nonostante il rosso a Saelemaekers per doppia ammonizione. Un punto che serve a poco ad entrambe le squadre che vedono avvicinarsi il Sassuolo.

Serie A, Cagliari-Lecce 0-0: reti bianche alla Sardegna Arena

Cagliari-Lecce 0-0

Cagliari (3-5-2): Cragno; Walukiewicz, Klavan, Lykogiannis; Ionita (68′ Birsa), Nandez, Nainggolan (30′ Ragatzu), Rog, Mattiello (68′ Faragò); Joao Pedro (84′ Pereiro G.), Simeone. All. Zenga

Lecce (4-3-2-1): Gabriel; Donati, Lucioni, Paz, Calderoni (40′ Rispoli); Mancosu Mar., Petriccione (74′ Deiola), Barak; Saponara, Falco (30′ Farias); Babacar (74′ Majer). All. Liverani

Arbitro: Sig. Daniele Orsato di Schio

Note: Ammoniti: Birsa (C); Majer (L). Angoli: 6-7 per il Lecce. Recupero: 5′ p.t.; 4′ s.t.

Dopo una buona partenza del Cagliari, il Lecce ha tre grandi occasioni in due minuti. Cragno prima dice di noi a Falco e poi si supera su Saponara. Sulla ribattuta Babacar da ottima posizione colpisce il palo.

Ripresa divertente alla Sardegna con diverse occasioni da una parte e dall’altra (da segnalare una parata di Cragno su Farias), ma il punteggio non cambia. Un punto che consente ai sardi di ipotecare la salvezza. I pugliesi ritornano al terzultimo posto vista la vittoria del Genoa.

Serie A, Fiorentina-Hellas Verona 1-1: Cutrone salva la Viola

Fiorentina-Hellas Verona 1-1

Marcatori: 18′ Faraoni (V), 90’+6 Cutrone (F)

Fiorentina (3-4-3): Dragowski; Milenkovic, Pezzella Ger., Igor; Lirola (81′ Vlahovic), Pulgar, Castrovilli, Dalbert; Sottil (46′ Cutrone), Kouamé, Ribery (46′ Chiesa). All. Iachini

Hellas Verona (3-4-2-1): Silvestri; Rrahmani, Gunter, Kumbulla (79′ Empereur); Faraoni, Amrabat, Miguel Veloso, Dimarco (69′ Adjapong); Lazovic (59′ Verre), Pessina (58′ Zaccagni); Di Carmine (70′ Stepinski). All. Juric

Arbitro: Sig. Daniele Chiffi di Padova

Note: Ammoniti: Pulgar, Igor, Milenkovic (F); Stepinski (V). Angoli: 6-8 per il Verona. Recupero: 2′ p.t.; 5′ s.t.

Parte bene il Verona che al 18′ trova il vantaggio. Amrabat serve Faraoni che in acrobazia firma l’1-0.

Nella ripresa con il passare dei minuti le squadre si allungano e le occsioni non mancano. Il pareggio della Fiorentina arriva all’ultimo secondo con il colpo sotto di Cutrone. Un punto che serve di più ai padroni di casa, per gli scaligeri l’Europa si allontana.

Serie A, Parma-Bologna 2-2: rimonta nel recupero dei Ducali

Parma-Bologna 2-2

Marcatori: 4′ Danilo (B), 16′ Soriano (B), 90’+3 Kurtic (P), 90’+5 Inglese (P)

Parma (4-3-3): Sepe; Laurini (83′ Pezzella Giu.), Iacoponi, Bruno Alves (46′ Kulusevski), Gagliolo; Hernani, Scozzarella (46′ Karamoh), Kurtic; Darmian, Kucka (60′ Grassi), Sprocati (60′ Inglese). All. D’Aversa

Bologna (4-3-3): Skorupski; Tomiyasu, Bani (44′ Mbaye), Danilo L., Dijks; Soriano, Medel (90’+2 Ruffo Luci), Dominguez (77′ Dominguez); Orsolini (77′ Skov Olsen), Barrow, Sansone N. (76′ Palacio) All. Mihajlovic

Arbitro: Sig. Maurizio Mariani di Aprilia

Note: Ammoniti: Bruno Alves (P); Barrow (B). Angoli: 6-2 per il Parma. Recupero: 4′ p.t.; 4′ s.t.

Al primo affondo il Bologna passa in vantaggio. Colpo di testa vincente di Danilo sugli sviluppi di un corner. Il Parma non reagisce e la squadra di Mihajlovic ne approfitta. Conclusione dalla distanza di Soriano che beffa Sepe.

Nella ripresa il Parma spinge per riaprire il match, ma il Bologna non rischia nulla se non su un salvataggio sulla linea di Mbaye. La squadra di Mihajlovic sembra avere la partita in mano, ma in pieno recupero il colpo di testa di Kurtic e la zampata di Inglese su una uscita sbagliata di Skorupski fissano il punteggio sul 2-2. Un punto che interrompe la striscia di quattro sconfitte consecutive del Parma. Occasione sprecata per il Bologna.

Serie A, Udinese-Sampdoria 1-3: colpo esterno dei doriani

Udinese-Sampdoria 1-3

Marcatori: 37′ Lasagna (U), 45’+1 Quagliarella (S), 84′ Bonazzoli F. (S), 90’+4 Gabbiadini (S)

Udinese (3-5-2): Musso; Troost-Ekong, Nuytinck, Samir; Stryger Larsen (74′ ter Avest), Jajalo (86′ Teodorczyk), Walace (52′ Fofanà), de Paul Sema; Nestorovski (52′ Okaka), Lasagna. All. Gotti

Sampdoria (4-4-1-1): Audero; Bereszynski, Yoshida, Colley, Augello; Depaoli, Ekdal, Thorsby, Linetty; Ramirez G. (45’+1 Bonazzoli F.); Quagliarella (78′ Gabbiadini). All. Ranieri

Arbitro: Sig. Paolo Valeri di Roma 1

Note: Ammoniti: ter Avest (U); Thorsby, Ekdal, Audero, Augello (S). Angoli: 10-7 per l’Udinese. Recupero: 1′ p.t.; 4′ s.t.

La prima occasione è per la Sampdoria. Un guizzo di Musso salva il risultato. Alla Dacia Arena la sfida si accende nel finale. In meno di dieci minuti prima Lasagna realizza l’1-0 e poi Quagliarella pareggia.

Nella ripresa parte forte l’Udinese, ma Audero in qualche modo si salva su Lasagna. Ancora bianconeri pericolosi con de Paul, palla alta. Con il passare dei minuti cresce la Sampdoria che nel finale si porta in vantaggio. Bonazzoli in rovesciata risolve una mischia in area di rigore. In pieno recupero arriva anche il sigillo di Gabbiadini dopo un gol annullato a Nuytinck per un tocco con il braccio. Con questa vittoria la Sampdoria raggiunge l’Udinese proprio a quota 35.

Serie A, Genoa-Spal 2-0: Pandev e Schone decidono a Marassi

Genoa-Spal 2-0

Marcatori: 24′ Pandev, 54′ Schone

Genoa (3-4-1-2): Perin; Goldaniga, Zapata C., Masiello A.; Biraschi, Schone, Behrami (74′ Lerager), Cassata (60′ Barreca); Iago Falqué; Pandev (73′ Sanabria), Pinamonti (90′ Destro). All. Nicola

Spal (4-4-2): Letica; Cionek, Vicari, Bonifazi, Reca; Strefezza (58′ D’Alessandro), Missiroli, Tunjov (58′ Valdifiori), Dabo (70′ Sala J.); Petagna, Floccari (70′ Cerri). All. Di Biagio

Arbitro: Sig. Marco Guida di Castellammare di Stabia

Note: al 38′ Letica (S) para un rigore a Iago Falqué (G). Ammoniti: Behrami (G); Floccari, Cerri (S). Angoli: 7-2 per il Genoa. Recupero: 3′ p.t.; 6′ s.t.

Il Genoa passa al primo vero tiro in porta. Spizzata di Iago Falqué per Pandev che fulmina Letica con una grande conclusione. La chance del raddoppio la squadra di casa la ha al 37′ su calcio di rigore. Questa volta, però, Letica si supera e nega la gioia a Iago Falqué.

Il raddoppio della squadra di Nicola arriva al 54′ con una punizione magistrale di Lasse Schone. Il 2-0 spegne le speranze degli estensi e i padroni di casa vanno vicini al tris con Pinamonti Masiello. Il Genoa ritrova una vittoria che potrebbe essere fondamentale in chiave salvezza. Per gli ospiti la retrocessione è sempre più vicina.

Coronavirus, online la nuova autocertificazione

TAG:
calcio calcio news evidenza milan News Serie A sport

ultimo aggiornamento: 13-07-2020


Serie A, le probabili formazioni di Inter-Torino

Addio a Wim Suurbier, leggenda dell’Ajax e del calcio olandese