Serie A, i risultati di mercoledì 15 luglio: la Juve pareggia in casa del Sassuolo. Bene Milan e Roma.

ROMA – Serie A, i risultati di mercoledì 15 luglio. Pari per Juventus e Lazio. Vincono Milan e Roma.

Serie A, i risultati di mercoledì 15 luglio 2020

Di seguito i risultati delle sfide di Serie A di mercoledì 15 luglio 2020, valide per la trentatreesima giornata di campionato. (PROBABILI FORMAZIONI, CLASSIFICA e INFO STREAMING)

Bologna-Napoli 1-1
Milan-Parma 3-1
Sampdoria-Cagliari 3-0
Lecce-Fiorentina 1-3
Roma-Hellas Verona 2-1
Sassuolo-Juventus 3-3
Udinese-Lazio 0-0

Gennaro Gattuso
Gennaro Gattuso

Serie A, Lecce-Fiorentina 1-3: la ‘Viola’ vede la salvezza

Lecce-Fiorentina 1-3

Marcatori: 6′ Chiesa (F), 38′ Ghezzal (F), 40′ Cutrone (F), 88′ Shakhov (L)

Lecce (4-3-1-2): Gabriel; Rispoli, Lucioni, Paz (65′ Dell’Orco), Donati; Barak, Petriccione, Majer (72′ Vera); Mancosu Mar.; Farias (46′ Saponara), Babacar (72′ Shakhov). All. Liverani

Fiorentina (3-5-2): Terracciano; Milenkovic, Pezzella Ger. (46′ Ceccherini), Caceres; Chiesa (66′ Venuti), Ghezzal, Pulgar, Duncan A. (70′ Castrovilli), Lirola; Cutrone, Ribery (83′ Agudelo). All. Iachini

Arbitro: Sig. Marco Guida di Torre Annunziata

Note: all’11’ Gabriel (L) para un rigore a Pulgar (F). Ammoniti: Gabriel, Babacar, Donati (L); Ribéry, Ghezzal (F). Angoli: 6-5 per il Lecce. Recupero: 6′ p.t.; 4′ s.t.

La prima chance è per il Lecce con Babacar. Al 6′ la Fiorentina trova il vantaggio. Errore di Rispoli, Cutrone recupera palla e serve Chiesa che realizza l’1-0. Dominio della squadra di Iachini che sbaglia un calcio di rigore con Pulgar. Il raddoppio della Viola arriva al 38′ con Ghezzal. Dilagano i toscani che dopo due minuti trovano il tris. Questa volta è Cutrone a realizzare il 3-0. Nel finale da segnalare la traversa colpita da Farias.

Nella ripresa nessuna azione pericolosa fino all’88’ quando Shakhov sfrutta l’assist di Vera per realizzare il gol della bandiera. Vittoria importante per la squadra di Iachini che avvicina la salvezza. Lecce sempre terzultimo.

Serie A, Roma-Hellas Verona: risultato, tabellino e marcatori

Roma-Hellas Verona 2-1

Marcatori: 9′ Veretout (R), 45’+3 Dzeko (R), 47′ Pessina (V)

Roma (3-4-2-1): Pau Lopez; Mancini, Ibanez (90’+2 Villar), Kolarov; Bruno Peres (66′ Zappacosta), Veretout, Diawara (66′ Cristante), Spinazzola; Pellegrini Lo. (66′ Zaniolo), Mkhitaryan (88′ Perotti); Dzeko. All. Fonseca

Hellas Verona (3-4-2-1): Silvestri; Kumbulla (19′ Dimarco), Gunter, Empereur; Faraoni, Amrabat (82′ Badu), Miguel Veloso (83′ Stepinski), Lazovic; Pessina, Zaccagni (64′ Salcedo); Verre (63′ Eysseric). All. Juric

Arbitro: Sig. Fabio Maresca di Napoli

Note: Ammoniti: Zaniolo, Cristante, Villar (R); Miguel Veloso, Pessina, Eysseric (V). Espulso: all’8′ Juric (V) per proteste. Angoli: 7-6 per la Roma. Recupero: 6′ p.t.; 5′ s.t.

La Roma trova il vantaggio al 9′ con il rigore di Veretout (assegnato per un fallo dubbio di Empereur su Pellegrini). Il Verona reagisce, ma è la Roma a creare le azioni più pericolose. Prima Mkhytarian colpisce il palo, poi Dzeko di testa fa 2-0.

La squadra di Juric la riapre ad inizio ripresa con Pessina su cross di Zaccagni. Il Verona spinge per cercare il pareggio, ma lascia spazio ai contropiedi della Roma che non sfrutta diverse chance. Vittoria importante per la squadra di Fonseca che avvicina l’Europa.

Serie A, Sassuolo-Juventus: risultato, tabellino e marcatori

Sassuolo-Juventus 3-3

Marcatori: 5′ Danilo (J), 12′ Higuain (J), 28′ Djuricic (S), 51′ Berardi (S), 54′ Caputo F. (S), 64′ Alex Sandro (J)

Sassuolo (4-2-3-1): Consigli; Muldur, Peluso, Chiriches (75′ Marlon), Kyiriakopoulos; Magnanelli (67′ Bourabia), Locatelli M.; Berardi (86′ Ferrari G. M.), Djuricic (66′ Traoré H.), Boga (86′ Raspadori); Caputo. All. De Zerbi

Juventus (4-3-3): Szczesny; Danilo, de Ligt, Chiellini (46′ Rugani), Alex Sandro; Bentancur, Pjanic (57′ Rabiot), Matuidi (81′ Ramsey); Bernardeschi (62′ Douglas Costa), Higuain (57′ Dybala), Cristiano Ronaldo. All. Sarri

Arbitro: Sig. Paolo Valeri di Roma 2

Note: Ammoniti: Magnanelli, Berardi, Kyriakopoulos, Bourabia (S); Bernardeschi, Cristiano Ronaldo, Bonucci, Ramsey (J). Angoli: 3-9 per la Juventus. Recupero: 5′ p.t.; 5′ s.t.

La Juve passa in vantaggio al primo tiro in porta. Disattenzione del Sassuolo e sugli sviluppi di un corner Danilo trafigge Consigli. Nuovo errore della difesa neroverde e Higuain ne approfitta per realizzare il 2-0. Dopo il raddoppio la Juve abbassa un po’ il ritmo. Ne approfitta il Sassuolo che accorcia con Djuricic dopo diverse occasioni non sfruttate.

Ad inizio ripresa il Sassuolo pareggia i conti. Punizione magistrale di Berardi che non lascia possibilità a Szczesny. Non c’è la Juventus e i padroni di casa ne approfittano con Caputo che firma il 3-2. I bianconeri si scuotono e trovano il pareggio con il colpo di testa di Alex Sandro. L’ultima chance è per il Sassuolo, ma Szczesny e Alex Sandro salvano la Juve. Un punto che avvicina i bianconeri allo Scudetto e allontana i neroverdi dall’Europa.

Serie A, Udinese-Lazio 0-0: reti bianche alla Dacia Arena

Udinese-Lazio 0-0

Udinese (3-5-2): Musso; De Maio, Nuytinck (83′ Samir), Rodrigo Becao; Stryger Larsen, Fofanà, Jajalo (45’+1 Walace), de Paul, Sema (69′ ter Avest); Okaka (68′ Teodorczyk), Lasagna. All. Gotti

Lazio (3-5-2): Strakosha; Luiz Felipe (74′ Cataldi), Acerbi, Radu (51′ Bastos); Lazzari M. (79′ Anderson D.), Milinkovic-Savic S., Parolo, Luis Alberto, Jony (51′ Lukaku J.); Caicedo (79′ Adekanye), Immobile. All. Inzaghi S.

Arbitro: Sig. Rosario Abisso di Palermo

Note: Ammoniti: Okaka, Stryger Larsen (U); Caicedo, Luiz Felipe, Luis Alberto (L). Angoli: 4-5 per la Lazio. Recupero: 1′ p.t.; 5′ s.t.

Un primo tempo che regala diverse occasioni da una parte e dall’altra anche se i due portieri non rischiano praticamente nulla.

Nella ripresa più Udinese che Lazio. Diverse le occasioni per la squadra di Gotti, ma Strakosha ha risposto sempre presente. Un punto che serve di più ai padroni di casa che agli ospiti.

Serie A, Bologna-Napoli 1-1: Barrow risponde a Manolas

Bologna-Napoli 1-1

Marcatori: 8′ Manolas (N), 80′ Barrow (B)

Bologna (4-3-3): Skorupski; Mbaye (84′ Denswil), Tomiyasu, Danilo Lar., Krejci (65′ Dijks); Dominguez (78′ Poli), Medel (78′ Baldursson), Soriano; Skov Olsen (65′ Orsolini), Palacio, Barrow. All. Mihajlovic

Napoli (4-3-3): Meret; Di Lorenzo, Manolas, Maksimovic, Hysaj; Elmas (69′ Fabian Ruiz), Demme, Zielinski (84′ Allan); Politano (62′ Callejon), Milik (69′ Mertens), Lozano (62′ Insigne L.). All. Gattuso

Arbitro: Sig. Marco Piccinini di Forlì

Note: Ammoniti: Tomiyasu (B); Di Lorenzo (N). Angoli: 8-4 per il Bologna. Recupero: 0′ p.t.; 4′ s.t.

Il Napoli alla prima occasione trova la rete del vantaggio. Sugli sviluppi di un corner, è Manolas che di testa realizza l’1-0. Poco da segnalare dopo il vantaggio se non un gol annullato a Mbaye.

Nella ripresa alla prima vera occasione il Bologna pareggia i conti. Soriano serve in profondità Palacio che batte Meret sul palo lontano. Ma il gol viene annullato per fuorigioco. L’1-1 dei padroni di casa arriva all’80’ quando Barrow riesce a trafiggere Meret. Nel finale il Bologna colpisce il palo con Danilo. Un punto per il Napoli che non sfrutta la chance per consolidare il piazzamento in Europa.

Serie A, Milan-Parma 3-1: successo in rimonta dei rossoneri

Milan-Parma 3-1

Marcatori: 44′ Kurtic (P), 55′ Kessié (M), 59′ Romagnoli A. (M), 77′ Calhanoglu (M)

Milan (4-2-3-1): Donnarumma G.; Conti A. (46′ Calabria), Kjaer, Romagnoli A., Hernandez T. (80′ Laxalt); Kessié, Biglia (57′ Bennacer); Bonaventura, Calhanoglu (80′ Krunic), Rafael Leao (61′ Rebic); Ibrahimovic. All. Pioli

Parma (4-3-3): Sepe; Darmian, Iacoponi, Bruno Alves (46′ Dermaku), Gagliolo; Grassi (63′ Hernani), Brugman (63′ Inglese), Kurtic; Kulusevski, Cornelius (14′ Karamoh; 80′ Caprari), Gervinho. All. D’Aversa

Arbitro: Sig. Massimiliano Irrati di Pistoia

Note: Ammoniti: Conti A. (M); Grassi, Darmian (P). Angoli: 7-6 per il Milan. Recupero: 4′ p.t.; 4′ s.t.

Primo tempo dominato dal Milan anche se Sepe non corre nessun rischio. Nel finale di frazione cresce il Parma che ha prima un’occasione con Gervinho e poi trova il vantaggio con Kurtic. Immediata la reazione dei rossoneri, ma Hernandez calcia addosso a Sepe.

Il Milan trova il pareggio ad inizio ripresa con il tiro dalla distanza di Kessié. In quattro minuti i rossoneri la ribaltano. Punizione di Calhanoglu e Romagnoli di testa realizza il 2-1. Dopo il gol il Parma va vicino al pareggio prima con Kulusevski (traversa) e poi Inglese, ma Calhanoglu poco dopo firma il terzo gol. Vittoria importante per i rossoneri che consolidano il loro piazzamento in zona Europa.

Serie A, Sampdoria-Cagliari 3-0: dominio doriano

Sampdoria-Cagliari 3-0

Marcatori: 8′ Gabbiadini, 40′ Bonazzoli F., 53′ Bonazzoli F.

Sampdoria (4-4-2): Audero; Depaoli, Yoshida, Colley O., Augello; Linetty (70′ Bereszynski), Thorsby, Ekdal, Jankto Gabbiadini (71′ Bertolacci), Bonazzoli F. (71′ Quagliarella). All. Ranieri

Cagliari (3-5-2): Cragno; Walukiewicz (56′ Faragò), Pisacane, Carboni; Nandez, Ionita (46′ Pereiro), Birsa (78′ Mattiello), Rog, Lykogiannis; Simeone (78′ Paloschi), Ragatzu (46′ Joao Pedro). All. Zenga

Arbitro: Sig. Luca Pairetto di Nichelino

Note: Ammonito: Ionita, Rog (C). Angoli: 4-3. Recupero: 0′ p.t.; 2′ s.t.

Alla prima occasione la Sampdoria passa in vantaggio. Sponda di Jankto per Gabbiadini che da due passi realizza l’1-0. Non succede nulla fino al 40′ quando Linetty ruba palla a Ionita e serve Bonazzoli bravo a trafiggere Cragno.

Nella ripresa è ancora Bonazzoli, in acrobazia, a firmare il tris. Non succede più nulla con la Sampdoria che avvicina la salvezza.

Perchè vaccinarsi contro l'influenza? Pro o contro

TAG:
calcio calcio news evidenza Juventus milan News Serie A sport

ultimo aggiornamento: 16-07-2020


Serie A, le probabili formazioni della trentatreesima giornata

Spal-Inter, Conte: “Dobbiamo ottenere i tre punti”