Serie A risultati di domenica 19 gennaio 2020: il resoconto

Serie A, La Juve batte il Parma e allunga sull’Inter. Vincono Roma e Milan

Serie A, i risultati di domenica 19 gennaio 2020. La Juve allunga in classifica visto lo stop a sorpresa dell’Inter in casa del Lecce.

ROMA – Serie A, i risultati di domenica 19 gennaio 2020. Dopo i tre anticipi di ieri, la ventesima giornata continua con sei sfide in programma in questa giornata.

Apre la domenica calcistica il Milan che vince in rimonta contro i friulani grazie alla rete messa a segno da Rebic allo scoccare del terzo e ultimo minuto di recupero della ripresa.

L’Inter si ferma sull’1-1 contro il Lecce. La squadra di Conte fatica tra gli spazi stretti, riesce a sbloccare il risultato solo nella ripresa con Bastoni, l’uomo che non ti aspetti, ma si fa rimontare dopo appena cinque minuti.

Vittoria netta della Roma di Fonseca che si impone sul Genoa per 3 a 1 al termine di una partita non semplice per i giallorossi.

Risultati Serie A, il resoconto di domenica 19 gennaio 2020

Di seguito i risultati delle sfide di Serie A in programma domenica 19 gennaio 2020 e valide per la ventesima giornata. (LA CLASSIFICA)

Milan-Udinese 3-2
Bologna-Hellas Verona 1-1
Brescia-Cagliari 2-2
Lecce-Inter 1-1
Genoa-Roma 1-3
Juventus-Parma 2-1

Risultati Serie A, Juventus-Parma 2-1: bianconeri in fuga

Juventus-Parma 2-1

Marcatori: 43′ Cristiano Ronaldo (J), 56′ Cornelius (P), 59′ Cristiano Ronaldo (J)

Juventus (4-3-1-2): Szczesny; Cuadrado, de Ligt, Bonucci, Alex Sandro (21′ Danilo); Rabiot, Pjanic, Matuidi; Ramsey (59′ Higuain); Dybala (81′ Douglas Costa), Cristiano Ronaldo. All. Sarri

Parma (4-3-3): Sepe; Darmian, Iacoponi, Bruno Alves, Gagliolo; Kucka, Scozzarella (66′ Sprocati), Hernani; Kurtic, Inglese (44′ Cornelius), Kulusevski (88′ Siligardi). All. D’Aversa

Arbitro: Sig. Marco Di Bello di Brindisi

Note: Ammoniti: Kurtic (P). Angoli: 10-6 per la Juventus. Recupero: 3′ p.t.; 3′ s.t.

Parte forte il Parma che salta la fase dei convenevoli e spinge mettendo in difficoltà la formazione bianconera soprattutto con le incursioni sulle corsie esterne. Maurizio Sarri è costretto a rivedere presto il suo undici iniziale per un problema fisico che costringe Alex Sandro alla sostituzione. La Juventus cresce nel corso dei minuti ma non riesce a rendersi pericolosa. L’unico squillo dei bianconeri è un tentativo di Cristiano Ronaldo che non riesce a impensierire l’estremo difensore della formazione ducale. La partita si sblocca al 43′ e porta la firma di Cristiano Ronaldo. Il portoghese prende palla sulla sinistra, converge verso il centro ed esplode una conclusione che trova una fortunosa deviazione di un difensore del Parma e termina la sua carambola in fondo al sacco.

In avvio di secondo tempo la Juventus cresce sensibilmente dal punto di vista del gioco, decisamente più fluido e spettacolare. Nel momento migliore della Juventus il Parma agguanta il pari con un gol di Cornelius, entrato nel primo tempo al posto di Inglese, uscito per infortunio. Reagisce da grande squadra la Juventus che si riporta in avanti dopo due minuti ancora una volta con Cristiano Ronaldo che finalizza una bella azione corale. I ducali non si arrendono e anzi vanno a caccia nel pareggio. I crociati mettono anche i padroni di casa chiudendoli a lungo nella propria area di rigore.

Juventus-Parma
La gioia di CR7 dopo la rete (fonte foto https://twitter.com/juventusfc)

Risultati Serie A, Genoa-Roma 1-3: ‘Grifone’ sfortunato, giallorossi spietati

Genoa-Roma 1-3

Marcatori: 5′ Cengiz Under (R), 43′ aut. Biraschi (R), 44′ Pandev (G), 74′ Dzeko (R)

Genoa (3-5-2): Perin; Biraschi, Romero, Goldaniga; Ghiglione, Cassata (70′ Favilli), Schone, Sturaro (90’+2 Radovanovic), Barreca; Pandev, Sanabria (86′ Agudelo). All. Nicola

Roma (4-2-3-1): Pau Lopez; Santon (84′ Cetin), Smalling, Mancini, Spinazzola; Diawara, Veretout (73′ Cristante); Cengiz Under (88′ Bruno Peres), Pellegrini Lo., Kluivert; Dzeko. All. Fonseca

Arbitro: Sig. Fabio Maresca di Napoli

Note: Ammoniti: Romero, Cassata (G); Veretout, Dzeko, Pau Lopez (R). Angoli: 7-3 per il Genoa. Recupero: 0′ p.t.; 5′ s.t.

La partita si sblocca in favore dei giallorossi dopo appena cinque minuti di gioco, con Under che batte il portiere con un cross sul quale non arriva Pellegrini. Il portiere resta spiazzato da questo pallone vagante e resta a guardare il pallone che termina in fondo al sacco. La squadra di Fonseca sfiora il raddoppio con Dzeko cinque minuti dopo il gol di Under, poi la prima frazione di gara si trascina lentamente al 43′ quando la squadra ospite, forse nel momento migliore del Genoa, trova il gol del raddoppio con una conclusione di Spinazzola deviata da Biraschi. Passano sessanta secondi e il Genoa accorcia le distanze con un pregevole pallonetto di Goran Pandev.

Nella ripresa il Grifone torna a spingere con convinzione e al dodicesimo è P. Lopez a volare sotto l’incrocio dei pali negando a Pandev il gol del pareggio. A risolvere una partita decisamente in salita per la Roma ci pensa Perin che con un rinvio basso regala palla a Pellegrini, pallone filtrante per Dzeko che a tu per tu con il portiere non sbaglia.

Genoa-Roma
La gioia della Roma dopo una rete (fonte foto https://twitter.com/OfficialASRoma)

Risultati Serie A, Lecce-Inter 1-1: rallenta la squadra di Conte

Lecce-Inter 1-1

Marcatori: 72′ Bastoni (I), 77′ Mancosu Mar. (L)

Lecce (3-4-1-2): Gabriel; Lucioni, Rossettini, Dell’Orco; Rispoli (76′ Falco), Deiola, Petriccione, Donati; Mancosu Mar. (83′ Meccariello); Babacar, Lapadula (62′ Majer). All. Liverani

Inter (3-5-2): Handanovic; Godin (68′ Bastoni), de Vrij, Skriniar; Candreva, Sensi (82′ Sanchez A.), Brozovic (82′ Borja Valero), Barella, Biraghi; Lukaku R., Lautaro Martinez. All. Conte

Arbitro: Sig. Piero Giacomelli di Trieste

Note: Ammoniti: Donati, Meccariello (L); Candreva, Borja Valero (I). Angoli: 3-14 per l’Inter. Recupero: 2′ p.t.; 4′ s.t.

Parte subito forte la formazione di Antonio Conte che nei primi dieci minuti di gioco si rende pericolosa in almeno tre occasioni senza riuscire tuttavia a sbloccare il risultato. Il Lecce non resta a guardare e reagisce con convinzione impensierendo Handanovic in un paio di occasioni. Al 21′ l’Inter sblocca la gara con Lukaku, ma la rete viene annullata per un fallo dell’attaccante nerazzurro.

I nerazzurri continuano a spingere e sfiorano il pari con una bella conclusione di Brozovic che si stampa sulla traversa. Al secondo minuto di recupero rigore per il Lecce per un fallo di mano di sensi nella propria area di rigore. Dopo un consulto con il Var il giudice di gara annulla la sua decisione. Nulla di fatto e squadre a riposo sul risultato di zero a zero.

Ad inizio ripresa Lecce subito pericoloso con una conclusione dai sedici metri di Babacar, una vera e propria spina nel fianco per i difensori nerazzurri. L’Inter sblocca la partita al 27′ della ripresa con il giovanissimo Bastoni che gira in rete un cross di Biraghi. Ma dura poco la gioia dell’Inter, con il Lecce che agguanta il pari dopo appena cinque minuti con Mancosu.

Lecce-Inter
Lautaro Martinez in azione (fonte foto https://twitter.com/Inter)

Risultati Serie A, Brescia-Cagliari 2-2: doppiette per Joao Pedro e Torregrossa

Brescia-Cagliari 2-2

Marcatori: 21′ Joao Pedro (C), 27′ Torregrossa (B), 49′ Torregrossa (B), 68′ Joao Pedro (C)

Brescia (4-3-1-2): Joronen; Sabelli, Cistana, Chancellor, Mangraviti; Romulo, Tonali, Ndoj (46′ Dessena); Spalek (47′ Bjarnason); Donnarumma Alf. (74′ Balotelli), Torregrossa. All. Corini

Cagliari (4-3-1-2): Olsen; Faragò, Pisacane, Klavan, Pellegrini Lu.; Nandez (89′ Cerri), Cigarini (73′ Oliva), Rog (54′ Rog); Nainggolan; Joao Pedro, Simeone. All. Maran

Arbitro: Sig. Antonio Giua di Olbia

Note: Ammoniti: Ndoj, Torregrossa, Tonali (B); Pisacane, Nandez, Ionita, Pellegrini Lu. (C). Espulso: all’81’ Balotelli (B) per doppia ammonizione. Angoli: 2-7 per il Cagliari. Recupero: 1′ p.t.; 4′ s.t.

Avvio di gara all’insegna delle emozioni con Simeone che confeziona la prima palla gol con un pregevole colpo d testa. Reagisce la squadra di casa che si propone in avanti con convinzione costringendo i sardi ad abbassare il proprio baricentro. Al 21′ vantaggio del Cagliari: bella azione sulla destra, cross al centro e colpo di testa di Joao Pedro che sblocca il risultato. Ma il vantaggio del Cagliari dura poco: al ventisettesimo Torregrossa va a segno e pareggia i conti.

In apertura di ripresa il Brescia trova il raddoppio ancora con Torregrossa. Al 22′ occasione per il Cagliari con un calcio di rigore affidato a Joao Pedro. Rincorsa dal limite dell’area di rigore, conclusione con il destro e pallone in fondo al sacco.

Brescia-Cagliari
L’esultanza del Brescia dopo una rete (fonte foto https://twitter.com/BresciaOfficial)

Risultati Serie A, Bologna-Hellas Verona 1-1: Borini salva i gialloblu

Bologna-Hellas Verona 1-1

Marcatori: 20′ Bani (B), 81′ Borini (V)

Bologna (4-2-3-1): Skorupski; Tomiyasu, Bani, Danilo, Mbaye; Dominguez (69′ Paz), Schouten (69′ Poli); Orsolini, Soriano, Sansone N. (63′ Barrow); Santander. All. Mihajlovic

Hellas Verona (3-4-2-1): Silvestri; Rrahmani, Gunter, Kumbulla (26′ Dawidowicz); Faraoni, Amrabat, Miguel Veloso (62′ Borini), Lazovic; Pessina, Zaccagni; Di Carmine (90’+1 Pazzini). All. Juric

Arbitro: Sig. Giovanni Ayroldi di Molfetta

Note: Ammoniti: Sansone N., Schouten, Mbaye, Poli (B); Amrabat, Zaccagni (V). Espulso: al 66′ Bani (B) per doppia ammonizione. Angoli: 3-8 per il Verona. Recupero: 2′ p.t.; 6′ s.t.

L’avvio di gara è a tinte rossoblu con il Bologna che prende subito in mano le redini del gioco dettando i tempi e i ritmi della gara costringendo il Verona sulla difensiva. Al 20 gol del Bologna con Bani che risolve una mischia nell’area del Verona sugli sviluppi di un’azione di corner.

In una partita non avara di emozioni, il Verona trova il gol del pari a meno di dieci minuti dalla fine con l’ex Milan Borini che corona gli sforzi dei giallo-blu, in superiorità numerica per l’espulsione di Bani.

Bologna-Hellas Verona
Nicola Sansone in azione (fonte foto https://twitter.com/BfcOfficialPage)

Risultati Serie A, Milan-Udinese 3-2: decide Rebic nel finale

Milan-Udinese 3-2

Marcatori: 6′ Stryger Larsen (U), 48′ Rebic (M), 72′ Hernandez T. (M), 85′ Lasagna (U), 90’+3 Rebic (M)

Milan (4-4-2): Donnarumma G.; Conti A., Kjaer, Romagnoli A., Hernandez T.; Castillejo (77′ Krunic), Kessié, Bennacer, Bonaventura (46′ Rebic); Ibrahimovic, Rafael Leao. All. Pioli

Udinese (3-5-2): Musso; Rodrigo Becao, Troost-Ekong, Nuytinck (78′ Nestorovski); Stryger Larsen, de Paul, Mandragora, Fofanà, Sema (88′ ter Avest); Lasagna, Okaka (90’+2 De Maio). All. Gotti

Arbitro: Sig. Luca Pairetto di Nichelino

Note: Ammoniti: Castillejo, Bennacer, Pioli, Conti A., Ibrahimovic (M); Sema (U). Angoli: 9-3 per il Milan. Recupero: 0′ p.t.; 3′ s.t.

Partenza ‘sprint’ dell’Udinese che trova il vantaggio dopo soli sei minuti. De Paul lancia in profondità Lasagna. Donnarumma sbaglia l’uscita e travolge l’attaccante bianconero. La palla, però, capita sui piedi di Stryger Larsen che a porta vuota sblocca il match. Timida la reazione del Milan che rischia di subire il raddoppio al 16′. La girata di Lasagna termina di poco fuori. Nel finale di tempo i rossoneri si fanno vedere dalle parti di Musso prima con Castillejo e poi con Ibrahimovic ma il portiere argentino non corre particolari rischi.

Nella ripresa è sempre l’Udinese ad avere la prima chance (attendo Donnarumma). Al 48′, però, arriva il pareggio di Rebic con un destro imprendibile per Musso. La reazione dei bianconeri è immediata ma Donnarumma risponde presente. Il match continua ad essere ricco di occasioni e al 72′ i rossoneri passano in vantaggio con una conclusione dalla distanza di Hernandez. Dura poco il vantaggio rossonero con Lasagna che anticipa Conti e firma il 2-2. All’ultimo istante i rossoneri si riportano in vantaggio con il diagonale di Rebix. Vittoria fondamentale per i rossoneri che avvicinano la zona Europa.

Milan-Udinese
L’esultanza di Rebic dopo la rete decisiva (fonte foto https://twitter.com/acmilan)

fonte foto copertina https://twitter.com/juventusfc

ultimo aggiornamento: 20-01-2020

X