Serie A 2019-2020, i risultati di mercoledì 8 luglio: il resoconto

Serie A, colpi esterni di Sassuolo e Napoli. Vincono Roma e Atalanta

Serie A, i risultati di mercoledì 8 luglio 2020. L’Atalanta e la Roma vincono tra le mura amiche. Colpi esterni di Sassulo e Napoli.

ROMA – Serie A, i risultati di mercoledì 8 luglio 2020. E’ stata una giornata senza particolari sorprese. Vittorie esterne di Sassuolo e Napoli, successi interni di Atalanta, Roma e Torino. Pari tra Cagliari e Fiorentina.

Serie A, il risultati di mercoledì 8 luglio

Di seguito i risultati di mercoledì 8 luglio, sfide valide per la trentunesima giornata di Serie A. (CLASSIFICA E INFO STREAMING)

Fiorentina-Cagliari 0-0
Genoa-Napoli 1-2
Atalanta-Sampdoria 2-0
Bologna-Sassuolo 1-2
Roma-Parma 2-1
Torino-Brescia 2-1

Gian Piero Gasperini
Gian Piero Gasperini

Serie A, Bologna-Sassuolo 1-2: colpo esterno dei neroverdi

Bologna-Sassuolo 1-2

Marcatori: 41′ Berardi D. (S), 56′ Haraslin (S), 90’+1 Barrow (B)

Bologna (4-3-3): Skorupski; Tomiyasu, Bani, Denswil, Dijks; Schouten (74′ Baldursson), Medel (62′ Dominguez), Svanberg (61′ Sansone N.); Orsolini (74′ Skov Olsen), Palacio (83′ Cangiano), Barrow. All. Mihajlovic

Sassuolo (4-2-3-1): Consigli; Muldur, Chiriches, Peluso (73′ Ferrari G. M.), Rogério; Locatelli M. (80′ Magnani), Magnanelli; Berardi D. (80′ Bourabia), Defrel (72′ Traoré H.), Haraslin (65′ Boga); Caputo F. All. De Zerbi

Arbitro: Sig. Francesco Fourneau di Roma 1

Note: all’82’ Mihajlovic (S) allontanato per proteste. Ammoniti: Medel, Denswil, Dijks (B); Haraslin, Muldur, Bourabia, Rogério (S). Angoli: 7-8 per il Sassuolo. Recupero: 3′ p.t.; 4′ s.t.

Parte forte il Bologna con la conclusione di Palacio che scheggia la traversa prima di finire fuori. Il match si sblocca al 41′. Cross di Muldur con Berardi che controlla e trafigge Skorupski.

Nella ripresa il Sassuolo trova subito il raddoppio. Azione personale di Defrel, Skorupski dice di no all’ex Roma ma non può far nulla sul tap-in di Haraslin. Nel primo minuto di recupero Barrow raccoglie una respinta della difesa avversaria per riaprire il match. Non succede più niente. Vittoria importante per il Sassuolo che resta agganciato al treno Europa.

Serie A, Atalanta-Sampdoria 2-0: la ‘Dea’ al terzo posto

Atalanta-Sampdoria 2-0

Marcatori: 75′ Toloi, 85′ Muriel

Atalanta (3-4-1-2): Gollini; Toloi, Caldara, Djimsiti (52′ de Roon); Hateboer, Freuler, Pasalic (70′ Muriel), Gosens (86′ Castagne); Gomez A.; Ilicic (69′ Malinovskyi), Zapata D. (86′ Sutalo) All. Gasperini

Sampdoria (4-5-1): Audero; Bereszynski, Yoshida, Colley O., Murru; Depaoli (90’+1 D’Amico), Thorsby, Ekdal (83′ La Gumina), Linetty, Jankto (82′ Augello); Gabbiadini (82′ Ramirez G.). All. Ranieri

Arbitro: Sig. Antonio Giua di Sassari

Note: al 65′ allontanato Ranieri (S) per proteste. Ammoniti: Djimsiti, Gasperini, Castagne (A); Thorsby, Jankto, Beresznsky (S). Angoli: 7-9 per la Sampdoria. Recupero: 0′ p.t.; 6′ s.t.

Un primo tempo senza particolari emozioni con le due squadre che vanno a riposo a reti bianche.

Nella ripresa l’Atalanta aumenta i giri del motore e al 75′ trova il vantaggio. Sugli sviluppi di un corner Toloi realizza la rete dell’1-0. Nel finale arriva il raddoppio firmato da Muriel con il destro dalla distanza. Netto il successo della Dea che si porta al terzo posto in attesa dell’Inter. Doriani sempre in piena lotta per non retrocedere.

Serie A, Roma-Parma 2-1: giallorossi quinti

Roma-Parma 2-1

Marcatori: 9′ rig. Kucka (P), 43′ Mkhitaryan (R), 57′ Veretout (R)

Roma (3-4-2-1): Pau Lopez; Mancini, Cristante, Ibanez; Bruno Peres (67′ Kolarov), Diawara (82′ Villar), Veretout, Spinazzola; Carles Pérez (82′ Pellegrini Lo.), Mkhitaryan (90′ Zaniolo); Dzeko. All. Fonseca

Parma (4-3-3): Sepe; Darmian, Iacoponi, Bruno Alves, Pezzella Giu.; Kucka, Hernani (87′ Scozzarella), Barillà (63′ Karamoh); Kulusevski (81′ Caprari), Cornelius (46′ Kurtic), Gervinho (87′ Sprocati). All. D’Aversa

Arbitro: Sig. Michael Fabbri di Ravenna

Note: Ammoniti: Cristante, Bruno Peres, Diawara, Mkhitaryan, Ibanez (R); Kurtic (P). Angoli: 8-3 per la Roma. Recupero: 2′ p.t.; 6′ s.t.

Alla prima vera occasione il Parma passa in vantaggio. Cristante ferma fallosamente Cornelius. Dal dischetto si presenta Kucka che spiazza Pau Lopez. La reazione della Roma non si fa attendere. Prima Pellegrini colpisce il palo e poi Mkhitaryan, servito da Bruno Peres, pareggia i conti.

Ad inizio ripresa la Roma completa la rimonta. Mkhitaryan si trasforma in uomo assist, tiro dalla distanza di Veretout che non lascia possibilità di intervenire a Sepe. Non succede più niente con la Roma che porta a casa una vittoria fondamentale in chiave Europa.

Serie A, Torino-Brescia 3-1: vittoria in rimonta dei granata

Torino-Brescia 3-1

Marcatori: 21′ Torregrossa (B), 49′ Verdi (T), 59′ Belotti (T), 86′ Zaza (T)

Torino (3-4-1-2): Sirigu; Lyanco, Nkoulou, Bremer; De Silvestri, Rincon, Meité, Ansaldi (76′ Ola Aina); Verdi; Zaza, Belotti. All. Longo

Brescia (4-4-2): Joronen; Sabelli, Papetti, Mateju, Martella; Bjarnason (62′ Zmrhal), Tonali (61′ Viviani M.), Dessena (75′ Ndoj), Spalek (75′ Skrabb); Torregorssa, Donnarumma Alf. All. Diego Lopez

Arbitro: Sig. Daniele Doveri di Roma 1

Note: Ammoniti: Zaza (T); Tonali, Papetti, Donnarumma Alf. (B). Angoli: 6-5 per il Torino. Recupero: 1′ p.t.; 5′ s.t.

Subito pericoloso il Torino: botta dalla distanza di Verdi che s’infrange sulla traversa. Ancora l’ex Napoli pericoloso. La reazione del Brescia porta la firma di Mateju, attento Sirigu. I lombardi passano in vantaggio al 21′. La palla arriva sui piedi di Torregrossa che con un colpo sotto batte Sirigu. La reazione di rabbia dei granata c’è, ma a riposo il Brescia va in vantaggio.

Nella ripresa il Torino trova il pareggio. Conclusione di Verdi deviata da Mateju che batte Joronen. La squadra di Longo la ribalta in 10′. Il tiro di Verdi diventa un cross per Belotti grazie ad una deviazione. Per il Gallo è un gioco da ragazzi di testa battere Joronen. Nel finale il Torino congela il successo con il tap-in vincente di Zaza. I granata si rialzano e avvicinano la salvezza. Sempre più giù i lombardi.

Serie A, Fiorentina-Cagliari 0-0: poche emozioni al ‘Franchi’

Fiorentina-Cagliari 0-0

Marcatori:

Fiorentina (3-4-3): Dragowski; Milenkovic, Ceccherini, Caceres; Venuti, Duncan, Badelj (59′ Pulgar), Lirola (59′ Dalbert); Chiesa (46′ Ghezzal), Vlahovic (75′ Cutrone), Ribery (75′ Kouamé). All. Iachini

Cagliari (4-3-1-2): Cragno; Mattiello, Klavan, Walukiewicz, Lykogiannis; Nandez, Rog (63′ Ionita), Nainggolan; Birsa (80′ Faragò); Joao Pedro (63′ Ragatzu), Simeone. All. Zenga

Arbitro: Sig. Gianluca Manganiello di Pinerolo

Note: Ammoniti: Chiesa, Duncan (F); Mattiello, Lykogiannis (C). Angoli: 6-3 per la Fiorentina. Recupero: 4′ p.t.; 5′ s.t.

Inizio di partita senza particolari emozioni. Da segnalare solo un gol annullato a Simeone per fuorigioco. La squadra di Iachini con il passare dei minuti prende il controllo del match, ma il palo ferma la conclusione di Duncan.

Nella ripresa parte forte il Cagliari che ha due chance con Nandez. E’ Kouamé, invece, a impensierire Cragno nel finale di gara. In pieno recupero ha due occasioni Cutrone, ma il punteggio non cambia. Un punto che serve di più ai padroni di casa che agli ospiti.

Serie A, Genoa-Napoli 1-2: Lozano regala i tre punti a Gattuso

Genoa-Napoli 1-2

Marcatori: 45’+1 Mertens (N), 50′ Goldaniga (G), 66′ Lozano (N)

Genoa (3-5-2): Perin; Goldaniga, Zapata C., Masiello A.; Biraschi (81′ Ghiglione), Behrami (64′ Lerager), Schone, Cassata (70′ Iago Falqué), Barreca; Sanabria (70′ Pandev), Pinamonti (81′ Favilli). All. Nicola

Napoli (4-3-3): Meret; Hysaj, Maksimovic, Manolas, Mario Rui; Elmas (81′ Zielinski), Lobotka, Fabian Ruiz (86′ Allan); Politano (64′ Lozano), Mertens (64′ Milik), Insigne L. (81′ Younes) All. Gattuso

Arbitro: Sig. Maurizio Mariani di Aprilia

Note: Ammonito: Goldaniga (G). Angoli: 6-8 per il Napoli. Recupero: 4′ p.t.; 6′ s.t.

Partenza sprint del Napoli che trova il vantaggio con Elmas. Gol annullato per il tocco con il braccio di Manolas. Continuano le occasioni da gol in questi primi minuti con Meret e Perin che sono chiamati a due grandi interventi per mantenere le porte inviolate. Il vantaggio della squadra di Gattuso arriva al primo minuto di recupero con il tiro a giro di Mertens.

Ad inizio ripresa il Genoa trova subito il pareggio con il colpo di testa di Goldaniga sugli sviluppi di un corner. Il Napoli ritorna a spingere e, dopo la traversa di Lozano, trova il raddoppio con Lozano servito in profondità da Fabian Ruiz. Il Genoa non riesce nell’impresa del pareggio e si ritrova al terzultimo posto. Partenopei quinti.

ultimo aggiornamento: 09-07-2020

X