Milan-Genoa, Stefano Pioli in conferenza stampa: “Mandzukic è un giocatore che può darci una mano”.

CARNAVO (VARESE) – Vigilia di Milan-Genoa per Stefano Pioli. Il tecnico rossonero in conferenza stampa ha presentato la sfida di San Siro, in programma alle 12:30 di domenica 18 aprile 2021.

Milan-Genoa, la conferenza stampa di Stefano Pioli

In conferenza stampa Pioli ha commentato la decisione di Mandzukic di rinunciare allo stipendio di marzo. “Ha sofferto nei mesi scorsi di non essere a disposizione – ha detto il tecnico, riportato da tuttomercatoweb.com – sulle sue qualità morali e tecniche non ho mai avuto dubbi e può darci una mano importante in questo finale di stagione […]. Non ha ancora i 90 minuti nelle gambe, ma può dare presenza in area anche subentrando. Leao ci dà più profondità e pochi riferimenti agli avversari”.

Per il Milan l’obiettivo resta quello di tornare a vincere a San Siro: “Il successo è il desiderio che tutti dobbiamo avere per la partita contro il Genoa. Noi vogliamo vincere a San Siro dove non ci riusciamo da un po’ di tempo. Dobbiamo essere più bravi nella fase offensiva […]”.

Pioli: “Donnarumma è concentrato sulla partita”

Per il tecnico rossonero un passaggio anche sul futuro di Donnarumma: “Con i giocatori parliamo molto. In questo momento dobbiamo pensare al presente. La verifica più importante è quella contro il Genoa, poi sulle altre situazioni ci pensa la società che è sempre molto attenta. Pensiamo solo al campo“.

Tra i giocatori più chiacchierati in questo ultimo periodo anche Kessié. “Lui è cresciuto molto in questo ultimo periodo – ha detto Pioli – sa abbinare tutto dentro alla partita. E’ molto attento e disponibile in tutte le situazione. E’ migliorato nella gestione del pallone, verticalizza di più. E’ un giocatore che ha raggiunto un livello molto alto, ma può crescere ancora. Ricopre un ruolo molto complicato e deve sbagliare poco […]“.

TAG:
calcio news milan

ultimo aggiornamento: 17-04-2021


Conte risponde alle critiche: “L’Inter non si tocca”

Serie A, l’Udinese vince a Crotone. Successi di Sampdoria, Sassuolo e Cagliari