Serie A, il programma e i risultati di sabato 24 ottobre 2020. Vincono Inter e Lazio.

ROMA – Serie A, il programma e i risultati di sabato 24 ottobre 2020. Dopo l’anticipo del venerdì, il sabato di campionato si apre con il terzo successo consecutivo della Sampdoria. I doriani superano 3-1 l’Atalanta.

Nella partita delle 18 l’Inter espugna il campo del Genoa e si porta al terzo posto solitario in classifica. Nell’anticipo serale la Lazio vince 2-1 contro il Bologna.

Serie A, i risultati di sabato 24 ottobre 2020

Di seguito i risultati di Serie A di sabato 24 ottobre 2020, sfide valide per la quinta giornata di campionato. (CLASSIFICA, PROBABILI FORMAZIONI e HIGHLIGHTS)

Atalanta-Sampdoria 1-3
Genoa-Inter 0-2
Lazio-Bologna 2-1

Serie A
Serie A

Lazio-Bologna 2-1: i biancocelesti ritrovano il successo

Lazio-Bologna 2-1

Marcatori: 54′ Luis Alberto (L), 76′ Immobile (L), 90’+1 De Silvestri (B)

Lazio (3-5-2): Reina; Patric, Hoedt, Acerbi; Marusic (42′ Lazzari M.), Akpa Akpro, Lucas Leiva (42′ Escalante), Luis Alberto, Fares; Correa (64′ Muriqi), Immobile. All. Inzaghi S.

Bologna (4-2-3-1): Skorupski; De Silvestri, Danilo, Tomiyasu, Hickey (89′ Denswil); Schouten, Svanberg (72′ Baldursson); Orsolini (81′ Vignato); Soriano, Sansone N. (80′ Santander); Palacio (72′ Barrow). All. Mihajlovic

Arbitro: Sig. Massimiliano Irrati di Pistoia

Note: Ammoniti: Acerbi, Hoedt, Akpa Akpro (L); Tomiyasu, Svanberg (B). Angoli: 8-9 per il Bologna. Recupero 2′ pt; 4′ st

Il Bologna trova il gol alla prima vera occasione. Svanberg da lontano la mette in rete, ma il vantaggio viene annullato per un fallo di Schouten su Lieva. Reagisce subito la Lazio con Luis Alberto, Skorupski si oppone. Dall’altra parte è Palacio a mettere i brividi a Reina, palla di poco fuori.

Parte bene la Lazio nella ripresa. La prima chance è per Akpa Akpro, Danilo salva tutto sull’ex Salernitana. Vantaggio che arriva al 55′. Luis Alberto ruba palla a Danilo e con il destro batte Skorupski. Reagisce subito il Bologna, ma la punizione di Orsolini si infrange sulla traversa. Il raddoppio biancoceleste arriva al 76′. Muriqi la spizza sul primo palo, cross di Fares e Immobile, di testa, realizza il 2-0. Immediata la reazione del Bologna. Reina viene impegnato da Barrow, Soriano e Vignato prima di subire il gol. Santander serve De Silvestri. Il grande ex del match è freddo davanti al portiere e realizza l’1-2. Non c’è più tempo. La Lazio porta a casa una vittoria fondamentale per il futuro.

Genoa-Inter 0-2: nerazzurri terzi

Genoa-Inter 0-2

Marcatori: 64′ Lukaku R., 79′ D’Ambrosio

Genoa (3-5-2): Perin; Bani, Zapata D., Goldaniga; Ghiglione, Behrami (61′ Radovanovic), Badelj (61′ Zajc), Rovella (84′ Melegoni), Czyborra (46′ Pellegrini Lu.); Pandev, Pjaca (46′ Shomurodov). All. Maran

Inter (3-4-1-2): Handanovic; D’Ambrosio, Ranocchia, Bastoni; Darmian (80′ Kolarov), Vidal (80′ Nainggolan), Brozovic, Perisic (58′ Hakimi); Eriksen (58′ Barella); Lukaku R., Lautaro Martinez (72′ Pinamonti). All. Conte

Arbitro: Sig. Davide Massa di Imperia

Note: Ammoniti: Bani (G); Lautaro Martinez (I). Angoli: 1-9 per l’Inter. Recupero: 0′ p.t.; 3′ s.t.

Prima parte del match bloccata. La prima occasione arriva al 26′. Conclusione dalla distanza di Vidal intercettata da Bani. Ancora nerazzurri pericolosi poco dopo. Questa volta è Goldaniga ad immolarsi in area di rigore sulla conclusione di Lautaro, poco dopo ammonito per un fallo sullo stesso centrale.

Nella ripresa alla prima vera occasione l’Inter passa in vantaggio. Scambio Lukaku-Barella, il belga in caduta batte Perin. Fatica a reagire il Genoa e c’è il raddoppio nerazzurro. Ranocchia prolunga sul corner di Brozovic, D’Ambrosio da due passi non sbaglia. Non succede più nulla. L’Inter sale a quota 10 in classifica, resta fermo a 4 il Genoa.

Atalanta-Sampdoria 1-3: terzo successo consecutivo per i doriani

Atalanta-Sampdoria 1-3

Marcatori: 13′ Quagliarella (S), 59′ Thorsby (S), 80′ rig. Zapata D. (A), 90’+2 Jankto (S)

Atalanta (3-4-1-2): Sportiello; Sutalo (46′ Toloi), Palomino, Djimsiti; Depaoli (60′ Hateboer), de Roon (64′ Malinovskyi), Pasalic, Mojica (46′ Gosens); Gomez A.; Ilicic, Lammers (46′ Zapata D.). All. Gasperini

Sampdoria (4-4-1-1): Audero; Bereszynski, Yoshida, Tonelli, Augello; Thorsby, Jankovic, Ekdal, Damsgaard (72′ Léris); Ramirez G. (65′ Verre); Quagliarella (67′ Keita). All. Ranieri

Arbitro: Sig. Gianpaolo Calvarese di Teramo

Note: al 44′ Sportiello (A) para un rigore a Quagliarella (S). Ammoniti: Malinovskyi, Palomino (A); Tonelli, Yoshida, Keita, Jankto (S). Angoli: 3-1 per l’Atalanta. Recupero: 2′ p.t.; 4′ s.t.

Parte bene la Dea. Sono diversi i pericoli nei primi minuti dalle parti di Audero. Il portiere della Sampdoria ha risposto sempre presente. Alla prima occasione, però, la Sampdoria passa in vantaggio. Damsgaard trova Quagliarella, il bomber napoletano non sbaglia davanti a Sportiello. Reagisce l’Atalanta con Ilicic e Lammers, ma è la Sampdoria ad avere le occasioni più importanti. Prima Tonelli da buona posizione non inquadra la porta e poi Quagliarella sbaglia un calcio di rigore (parato da Sportiello), assegnato dal VAR per un tocco con il braccio di Mojica.

Nella ripresa continua a spingere sull’acceleratore la Sampdoria. Gomez e Ilicic ci provano, ma è la Sampdoria a raddoppiare. Cross di Jankto, inserimento di Thorsby e Sportiello battuto per la seconda volta. La squadra di casa riapre la sfida all’80’. Fallo di Keita su Zapata. Dal dischetto si presenta il colombiano: palla da una parte e portiere dall’altra. In pieno recupero arriva il tris della squadra doriana. Keita serve Jankto, che da solo realizza il 3-1. Terzo successo consecutivo per la Sampdoria che si porta a quota 9 in classifica.

Coronavirus, online la nuova autocertificazione

TAG:
calcio calcio news Inter News Serie A sport

ultimo aggiornamento: 25-10-2020


Juventus-Verona, Pirlo: “Ronaldo non giocherebbe neanche con tampone negativo”

Pallone d’Oro Dream Team, la lista dei candidati