Roma-Milan, Stefano Pioli in conferenza stampa: “I nostri concetti non devono cambiare”.

CARNAGO (VA) – Vigilia di Roma-Milan per Stefano Pioli. Una sfida da vincere da parte dei rossoneri per mettere da parte il momento difficile con la vittoria che manca da quattro partite tra campionato e coppa.

Roma-Milan, la conferenza stampa di Stefano Pioli

In conferenza stampa Stefano Pioli ha illustrato le difficoltà della sfida. “Affrontiamo una squadra con tante soluzioni offensive – ha ammesso il tecnico rossonero, riportato da tuttomercatoweb.comDzeko è un punto di riferimento, ma giocano bene anche senza di lui. Dovremo contrapporci con grande compattezza […]. Il nostro percorso è molto chiaro […]. E’ bene giocare contro i più forti, abbiamo lavorato tanto per giocare queste partite e ci arriviamo bene dopo il superamento del turno in Europa League […]“.

Uno scontro diretto per la Champions League: “La classifica in questo momento dice questo – il pensiero di Pioli – lo scorso anno le squadre in corsa erano di meno. Ora siamo tutti lì e non si può sbagliare. Loro stanno facendo un ottimo percorso. E’ una gara importante, i punti iniziano a valere di più, cominciamo tre settimane molto impegnative. E’ il momento di accelerare per raccogliere più punti possibili“.

Stefano Pioli
Stefano Pioli

“Ibrahimovic pensa alla Roma”

Ultima partita per Ibrahimovic prima dell’impegno di Sanremo: “Ne avete parlato voi, non noi – ha detto Stefano Pioli – Zlatan è sereno e motivato. In questo momento pensa solamente alla Roma e pretende tanto da tutti“.

Per il tecnico rossonero un passaggio anche sui singoli: “Non mi piace parlare di un giocatore in preciso. Ci sta un periodo di calo. Romagnoli ha giocato tanto in questa stagione. Dobbiamo lavorare bene in entrambe fasi di gioco. Rebic? Sta bene. Nell’ultima partita e a Belgrado non è stato preciso. L’importante è avere le occasioni, sono certo che tornerà determinante […]“.

TAG:
calcio news milan

ultimo aggiornamento: 27-02-2021


Morte Diego Armando Maradona, ascoltate due figlie del campione argentino

Serie A, la Juve pareggia. La Lazio perde a Bologna. Pari tra Spezia e Parma