Bologna-Milan, Gennaro Gattuso in conferenza stampa

Bologna-Milan, Gattuso in conferenza stampa

Ecco le dichiarazioni rilasciate in conferenza stampa dal tecnico rossonero, Gennaro Gattuso, in vista del match di campionato contro il Bologna.

Serie A, Bologna-Milan è il posticipo della 16esima giornata di campionato. Alla vigilia del match del Dall’Ara, il tecnico rossonero, Gennaro Gattuso, ha parlato in conferenza stampa. Ecco le sue dichiarazioni.

Sulla gara di domani: “Voglio vedere la stessa prestazione fatta ad Atene, senza però gli errori dei singoli. Abbiamo regalato una partita, dormendo completamente in certi episodi. È vero, c’è stato qualche errore arbitrale, ma nel calcio succede e non dobbiamo attaccarci. Bisogna essere sempre sul pezzo, perché quando non abbiamo veemenza e rabbia non raccogliamo risultati. Questo è un problema che abbiamo da tempo”.

Sulla squadra: “Non ho dubbi sulla professionalità di questi ragazzi e del gruppo. Meritano rispetto, anche se qualcuno di voi già li sta impacchettando per bene. Mi assumo io la responsabilità di tutto, Atene deve essere una cicatrice per poter guardare avanti. Non ho alcun dubbio a livello umano, dobbiamo crescere tutti insieme. Io incluso”.

Mateo Musacchio
Mateo Musacchio (fonte foto https://www.facebook.com/ACMilan/)

Serie A, Bologna-Milan martedì 18 dicembre alle 20.30

Sui recuperi di Musacchio e Romagnoli: “Conti è pronto, bisogna solo buttarlo nella mischia, mentre Musacchio e Romagnoli bisogna gestirli con attenzione. Sul polpaccio di Alessio non si scherza, non voglio che ci sia alcuna ricaduta. Si è allenato bene e vediamo domani se gioca. Mentre Mateo è reduce da un infortunio serio e serve la massima attenzione. Non bisogna avere fretta, anche se stanno bene”.

Sul ko di Atene: “Vedere nel calcio moderno gente che piange nello spogliatoio è un segnale – ha affermato Gennaro Gattuso – e sono stato colpito da ciò. Il gruppo, a livello umano, ha valori. Questa deve essere una cicatrice per farci ricordare gli errori fatti. Non dobbiamo pensare troppo, bensì giocare con qualità sbagliando il meno possibile nelle prossime 4 partite nelle quali ci giochiamo molto”.

Gennaro Gattuso
Fonte foto: https://www.facebook.com/ACMilan/

Milan, Gattuso: “Higuain deve fare di più”

Ancora sull’eliminazione in Europa League: La qualificazione ce la siamo giocata ad Atene, ma nelle altre cinque abbiamo fatto errori. Non ci deve essere solo il rammarico di Atene, anche se lì avevamo la partita in mano. In un ambiente così può succedere di tutto ma l’abbiamo permesso noi, perché ci bastava segnare nei primi 20/25 minuti con le occasioni avute. Dobbiamo migliorare in questo”.

Su Higuain: “Ho parlato con Gonzalo, il primo deluso dalla situazione è lui. Ma in questo momento deve darci esperienza e carattere, poi i suoi gol. Nelle difficoltà, la priorità non sono le reti ma la sua leadership, il suo trascinare i compagni anche se qualcuno sbaglia. Poi le chiacchiere intorno a lui ci saranno sempre, non possiamo controllare tutto. Gli ho detto che da parte di tutti c’è apprezzamento ma deve fare qualcosa in più”.

Zlatan Ibrahimovic
Fonte foto: https://www.facebook.com/ZlatanIbrahimovic/

Milan, Gennaro Gattuso: “Mai parlato con Ibra”

Sui giocatori nel mirino dalla stampa: “Siete voi che li state mandando via. Tutti quello che scrivete a livello di mercato, finanziario e di fair play – ha aggiunto Gennaro Gattuso – non l’ho ancora affrontato con la società. So che abbiamo dei vincoli e non possiamo fare moltissimo sul mercato, ma siete voi che continuate a dire che dovremo vendere Çalhanoglu, Suso, Higuaín. A me non risulta”.

Su Ibrahimovic: “Non ho mai parlato con Zlatan, ve lo posso anche giurare. Sapevo che c’era una possibilità, ma sapevo dal primo giorno che sarebbe stato difficile. Non c’è nessuna delusione. Non sto lì a fasciarmi la testa, la dirigenza sa chi mi piace e chi può essere funzionale. Da luglio non ho mai parlato con nessun giocatore fuori da questo gruppo”.

Sulla sua posizione nuovamente in bilico: “Fa parte del mio lavoro, non c’è nessun problema. Anzi, rompete le scatole a me e non ai ragazzi. Sfogatevi su di me che sono il primo responsabile: è giusto, dopo l’eliminazione, che sia io al centro dei discorsi e non i miei giocatori”.

Hakan Çalhanoglu
Hakan Çalhanoglu (fonte foto https://www.facebook.com/ACMilan/)

Milan, possibile panchina per  Calhanoglu

Sul momento di Calhanoglu: “Io non difendo solo Hakan, difendo tutti. Sono disposto a buttarmi nel fuoco per i miei giocatori. Turno di riposo a Calha? Vediamo, devo capire se la stanchezza è mentale o fisica. Se fosse di corpo, lo farò sedere in panchina. Se invece, come credo, è solo di questione di testa, devo essere bravo io ad entrargli nel pensiero e valorizzarlo”.

Su Bakayoko: “Può fare tutto, anche la mezz’ala o il vertice basso. In questo momento, però, dobbiamo lasciare a loro sia lui che Kessié, che è più abituato a fare la mezz’ala, e creare spazio a Suso. Ma per come sta e per come si muove, ora Tiemoue può fare tutto, anche se nella mediana a due sta bene”.

Ecco la conferenza stampa integrale di Gennaro Gattuso:

🎙 Coach Gattuso's press conference on the eve of #BolognaMilan🎙 La conferenza stampa di Mister Gattuso alla vigilia della sfida del Dall'Ara

Pubblicato da AC Milan su Lunedì 17 dicembre 2018

ultimo aggiornamento: 17-12-2018

X