Serie A, caos diritti tv. Malagò: “Prima giornata solo alla radio? Non credo…”

5 paesi low cost dove rifarsi una vita

Il commissario della Lega, Giovanni Malagò, ha parlato del caos diritti tv: “Il 22 maggio i club devono prendere una decisione coraggiosa“.

Continua il caos relativo ai diritti tv di Serie A. Giorno dopo giorno aumenta il rischio che un accordo possa non trovarsi, e addirittura c’è chi paventa l’ipotesi di un campionato da iniziare senza diretta televisiva, almeno per la prima giornata. Proprio di questa ipotesi ha parlato Giovanni Malagò, commissario della Lega di Serie A, come riferito dalla Gazzetta dello Sport: “Sinceramente no, non penso ci sia questo rischio reale, però credo che nell’assemblea del 22 maggio si debba prendere con coraggio una decisione. Decisione che io mi auguro sia all’unanimità o la più ampia possibile“.

Caos diritti tv, Malagò: “Faremo di tutto per richiamare Mediapro alle adempienze

Il presidente del Coni ha quindi chiarito la situazione attuale: “Stamattina ho sentito il presidente di Lega e gli avvocati. Ogni giorno che passa faremo di tutto per richiamare Mediapro alle adempienze, con garbo ma, ovviamente, con rispetto di quelli che sono i dettagli contrattuali. La verità comunque è che se il 22 maggio non abbiamo elementi certi è chiaro che non possiamo non tenerne conto per le strategie future della Lega. Onestamente andare avanti senza risposte oltre il 22 maggio secondo me è da incoscienti“.

Malagò sollecita Mediapro

Il capo dello sport italiano ha quindi terminato: “Mediapro ha lasciato intendere di voler aspettare l’esito del ricorso al Tribunale di Milano, ed è giusto che loro pensino di voler attendere la risposta dell’appello, ma credo che qualsiasi persona di buon senso si renda conto che con queste tempistiche si va fuori tempo massimo. E onestamente questo non cambia la sostanza degli adempimenti contrattuali che ci devono essere“.

Milan-Juventus serie a tim consigli Fantacalcio

Ricevi le ultime notizie in Real Time, lascia la tua email qui sotto:

Privacy Policy
Se ti è piaciuta la notizia, condividila sui social!

ultimo aggiornamento: 11-05-2018

Mauro Abbate