Si chiude la settima giornata di Serie A! Dopo gli anticipi del venerdì e sabato, oggi tornano in campo il Napoli e il Milan ma anche la Roma di José Mourinho e la Lazio di Maurizio Sarri

Entra nel vivo la settima giornata di Serie A 2021/22! Dopo gli anticipi di venerdì e ieri, oggi si conclude il turno prima della sosta delle nazionali. Il primo anticipo ha visto Cagliari e Venezia impattare sull’1-1 mentre ieri l’Inter ha vinto il posticipo a Reggio Emilia dopo i successi di Juventus e Salernitana nel pomeriggio contro Torino e Genoa. Il lunch match vedrà protagoniste Bologna e Lazio, orfana di Ciro Immobile, mentre attesa per i big match serali di Serie A Fiorentina-Napoli e Atalanta-Milan.

Green Pass obbligatorio, tutte le regole da rispettare

Serie A, i risultati del 3 ottobre

ORE 12.30

Bologna-Lazio 3-0

ORE 15.00

Hellas Verona-Spezia 4-0

Sampdoria-Udinese 3-3

ORE 18.00

Roma-Empoli 2-0

Fiorentina-Napoli 1-2

ORE 20.45

Atalanta-Milan 2-3

Atalanta-Milan 2-3: big match pirotecnico a Bergamo

È un Milan dominante quello che ha vinto a Bergamo, con i rossoneri che vanno prima sul 3-0 grazie ai gol di Calabria, Tonali e Leão poi nel finale si risveglia l’Atalanta che per poco non rimonta con i gol di Zapata (su rigore) e Pasalic. Troppo tardi per sognare il pari e finisce 3-2: la squadra di Pioli si conferma seconda in classifica a -2 dal Napoli mentre la Dea non decolla in Serie A e perde Pessina per infortunio.

ATALANTA (3-4-2-1): Musso; Djimsiti, Demiral (46′ Koopmeiners), Palomino; Zappacosta, de Roon, Freuler (87′ Pasalic), Maehle (56′ Muriel); Malinovskyi (56′ Ilicic), Pessina (24′ Giu.Pezzella); D.Zapata. All. Gian Piero Gasperini

MILAN (4-2-3-1): Maignan; Calabria, Tomori, Kjær, Theo Hernández (80′ Ballo-Touré); Tonali (80′ Bennacer), Kessié; Saelemaekers, Brahim Díaz (74′ Messias), Leão (90′ Pellegri); Rebic. All. Stefano Pioli

Marcatori: 1′ Calabria (M), 43′ Tonali (M), 78′ Leão (M); 86′ rig. D.Zapata (A), 90+3 Pasalic (A)

Arbitro: Marco Di Bello, sezione di Brindisi

Ammoniti: 40′ de Roon, 42′ Brahim Díaz, 52′ Tomori, 85′ Messias, 88′ Leão, 90+4 Pioli (all. Milan)

Espulsi: nessuno

Roma-Empoli 2-0: Mourinho torna a vincere in Serie A

 I giallorossi ripartono dopo la delusione nel derby di settimana scorsa e la vittoria in Conference League. Pellegrini e Mkhitarian mettono la firma su una vittoria meritata e legittimata nel secondo tempo. Empoli poco pericoloso, dopo aver perso anche Pinamonti alla mezz’ora per infortunio. Roma che sale a quota 15 punti e momentaneamente al quarto posto.

ROMA (4-2-3-1): Rui Patricio; Karsdorp, Mancini, Smalling, Vina (85’Calafiori); Darboe (64’Cristante), Veretout; Zaniolo (85’El Shaarawy), Pellegrini, Mkhitaryan; Abraham.

EMPOLI (4-3-1-2): Vicario; Stojanovic, Romagnoli, Viti, Marchizza; Zurkowski (46’Bajrami), Ricci, Bandinelli (46’Haas); Henderson (70’Stulac); Di Francesco (70’Cutrone), Pinamonti (30’Mancuso). 

GOL: 42’Pellegrini, 48’Mkhitarian 

ASSIST: Mkhitarian Ammoniti: Ricci, Haas, Mancini, StojanovicArbitro: Ayroldi

Fiorentina-Napoli 1-2: gli azzurri vincono anche al Franchi!

Il Napoli continua a sognare con 7 vittorie su 7 e si conferma in vetta prima della sosta delle nazionali attendo in trasferta e in rimonta anche la Fiorentina: al “Franchi” Lozano e Rrahmani ribaltano l’iniziale rete di Martinez Quarta.

Fiorentina (4-3-3): Dragowski; Odriozola (78′ Benassi), Milenkovic, Martinez Quarta, Biraghi; Bonaventura (78′ Maleh), Pulgar (65′ Torreira), Duncan (78′ Kokorin); Nico Gonzalez, Vlahovic, Callejon (57′ Sottil). All.: Italiano.

Napoli (4-3-3): Ospina; Di Lorenzo, Rrahmani, Koulibaly, Mario Rui; Zielinski (57′ Elmas), Fabian Ruiz (84′ Mertens), Zambo Anguissa; Lozano (57′ Politano), Osimhen (84′ Petagna), L. Insigne (70′ Demme). All.: Spalletti.

Arbitro: Simone Sozza di Seregno.Gol: 28′ Martinez Quarta (F), 39′ Lozano (N), 50′ Rrahmani (N).

Assist: Vlahovic (F, 1-0).

Note – Recupero: 1+0. Al 39′ Dragowski (F) para un calcio di rigore a Insigna (N). Ammoniti: Bonaventura, Martinez Quarta, l’allenatore della Fiorentina Vincenzo Italiano., Pulgar, Zambo Anguissa, Mario Rui, Demme.

Hellas Verona-Spezia 4-0, Tudor demolisce i liguri

L’Hellas di Tudor dà spettacolo e surclassa i liguri di Thiago Motta. Nei primi 45 minuti vanno a segno Simeone (4′), Faraoni (15′) e Caprari (42′), nella ripresa ci pensa Bessa al 71′ a calare il poker. Nel finale espulso Bastoni per un fallo di reazione ai danni di Ilic.

VERONA (3-4-2-1): Montipò; Dawidowicz, Gunter (46′ Ceccherini), Casale (69′ Magnani); Faraoni (46′ Cetin), Bessa (73′ Kalinic), Ilic, Lazovic; Barak, Caprari (60′ Tameze); Simeone. All.: Tudor. 

SPEZIA (4-2-3-1) – Zoet; Amian (46′ Sher), Nikolaou, Hristov, Bastoni; Podgoreanu (59′ Strelec), Ferrer; Antiste (59′ Nzola), Gyasi, Verde; Manaj. All.: Thiago Motta.

ARBITRO: Giacomo Camplone della sezione di Pescara. 

GOL: 4′ Simeone (V), 15′ Faraoni (V), 42′ Caprari (V), 71′ Bessa (V). 

ASSIST: Ilic (V, 1-0), Caprari (V, 2-0), Simeone (V, 3-0). 

AMMONITI: Caprari (V), Ferrer (S). 

ESPULSO: Bastoni (S) all’82’.

NOTE – Recupero 3’+2′.

Sampdoria-Udinese 3-3, pareggio pirotecnico a Marassi

Finisce in parità una partita pirotecnica. Friulani per due volte in vantaggio con Pereyra e Beto, ma raggiunti da un’autorete di Stryger-Larsen e da un rigore di Quagliarella (primo gol in campionato) e superati da una prodezza di Candreva. Nel finale Forestieri trova la rete del definitivo pareggio.

Sampdoria (4-4-2): Audero; Bereszynski, Yoshida, Colley, Augello; Candreva, Thorsby, Adrien Silva (73′ Ekdal), Damsgaard (73′ Askildsen); Quagliarella (87′ Torregrossa), Caputo. All. D’Aversa

Udinese (3-5-2): Silvestri; Becão, Nuytinck, Samir (79′ Forestieri); Larsen (79′ Soppy), Pereyra, Walace, Makengo (79′ Samardzic), Udogie (59′ Molina); Beto, Deulofeu (50′ Arslan). All. Gotti

Arbitro: Daniele Orsato

Gol: 15′ Pereyra (U), 24′ aut. Larsen (S), 44′ Beto (U), 48′ rig. Quagliarella (S), 69′ Candreva (S), 84′ Forestieri (U)

Assist: Deulofeu (U, 0-1), Quagliarella (S, 3-2), Nuytinck (U, 3-3)

Ammoniti: Silvestri, Thorsby, Pereyra, Askildsen, Samir, Bereszynski, Ekdal, Becão, Forestieri

Espulsi: nessuno

Bologna-Lazio 3-0, lunch match vittorioso per i 112 anni rossoblu

Nel giorno del suo 112° compleanno, il Bologna di Sinisa Mihajlovic vince con un netto 3-0 contro la Lazio di Maurizio Sarri. Protagonista assoluta la coppia Barrow-Theate, con il primo che realizza un gol e due assist di cui uno a Hickey per il tris finale. Notte fonda per Maurizio Sarri dopo la vittoria in Europa League contro la Lokomotiv Mosca.

BOLOGNA (3-4-2-1): Skorupski; Medel, Soumaoro, Theate; De Silvestri, Dominguez, Svanberg, Hickey (88’ Bonifazi); Soriano, Arnautovic (85’ Santander); Barrow (89’ Vignato). All. Sinisa Mihajlovic.

LAZIO (4-3-3): Reina; Marusic (58’ Lazzari), Luiz Felipe, Acerbi, Hysaj; Milinovic-Savic (58’ Basic), Lucas Leiva (71’ Cataldi), Luis Alberto (71’ Akpa Akpro); Pedro, Muriqi (80’ Patric), Anderson. All. Maurizio Sarri.

ARBITRO: Davide Massa, di Imperia.

GOL: 14’ Barrow (B), 17’ Theate (B), 68’ Hickey (B).

ASSIST: 14’ Theate (B), 17’ Barrow (B).

AMMONITI: 52’ Milinkovic-Savic (L), 53’ Soumaoro (B), 67’ Pedro (L), 76’ Lazzari (L), 92’ Luiz Felipe (L), 94’ De Silvestri (B).

ESPULSI: 77’ Acerbi (L).

calcio news milan

ultimo aggiornamento: 03-10-2021


Calcio in lutto, è morto Daniel Leone

Ibrahimovic si regala una Ferrari SF90 Spider. Il prezzo e le caratteristiche