Serie A, dieci partite in dieci orari differenti a partire dalla stagione 2021/2022: l’ipotesi al vaglio della Lega.

Dieci partite in dieci orari diversi: questo potrebbe essere il nuovo programma della Serie A a partire dalla stagione 2021/2022. La conferma arriverà solo dopo l’assemblea della Lega di A, in programma per la giornata di lunedì 7 giugno.

Serie A, gli orari della stagione 2021/2022: dieci partite in dieci slot differenti

L’idea è quella di spalmare le dieci partite dal sabato alla domenica. Il programma potrebbe essere il seguente:

Sabato:
ore 14.30
16.30
18.30
20.45

Domenica:
12.30
14.30
16.30
18.30
20.45

Lunedì:
20.45

Le partite verrebbero quindi distribuite in maniera tale da non avere nessuna partita in contemporanea. C’è chi vede in questa decisione un aiuto a DAZN, nuova casa della Serie A. La piattaforma fino allo scorso anno ha avuto problemi nella trasmissione delle partite. E ne trasmetteva tre per ogni turno. Ora che ha i diritti per tutte le gare, e 7 partite sono in esclusiva, la Serie A non può permettersi che DAZN abbia problemi. Altri slegano la decisione dalla capacità di DAZN e parlano di una strategia per aumentare gli ascolti. La Serie A spezzatino non è una novità e già in occasione della 23esima giornata di campionato della stagione 2020/2021 tutte le gare erano state disputate in orari differenti.

Dazn
Dazn

Addio al calcio d’altri tempi

Con questa organizzazione, le logiche di mercato cancellerebbero definitivamente il fascino del calcio che fu, quello della radiolina sintonizzata alle 15.00 su Tutto il calcio minuto per minuto. Gli affari stanno modificando il mondo del pallone. Ne sono una prova la Superlega e la Super Coppa Italia, ora aperta solo ai club delle categorie superiori. I diritti televisivi sono il perno intorno al quale ruota buona parte del mondo del calcio. E lo scotto da pagare potrebbe essere questa Serie A a spezzatino che non scalda propriamente i cuori.

TAG:
calcio news Inter Juventus milan

ultimo aggiornamento: 04-06-2021


Chi è Roberto Mancini, dal campo alla moda passando per… Maurizio Sarri e Bobo Vieri

Europeo 1984, Michel Platini trascina la Francia alla vittoria