Serie A, le partite e i risultati del 22 luglio

Serie A, Inter-Fiorentina 0-0, SPAL-Roma 1-6. Il Parma batte il Napoli, il Brescia in B

Serie A, le partite e i risultati del 22 luglio. Sei partite in programma per il proseguimento della trentacinquesima giornata che si conclude il 23.

La trentacinquesima giornata della Serie A prosegue con le sei partite in programma per il 22 luglio. Negli anticipi della trentacinquesima giornata l’Atalanta si è imposta sul Bologna, mentre il Milan di Pioli, trascinato da Ibrahimovic, ha trovato la vittoria contro il Sassuolo.

Serie A, le partite e i risultati del 22 luglio

Parma-Napoli 2-1
Inter-Fiorentina 0-0
Lecce-Brescia 3-1
Sampdoria-Genoa 1-2
Spal-Roma 1-6
Torino-Verona 1-1

Serie A
Serie A

Inter-Fiorentina 0-0, Juve più vicina allo Scudetto

INTER-FIORENTINA 0-0
MARCATORI
: –

Inizio convinto da parte dell’Inter che nei primi dieci minuti si riversa nella metà campo della Fiorentina che si aggrappa a Terracciano. I nerazzurri sfiorano il vantaggio con un bel colpo di testa di Lukaku che si stampa sulla traversa. Il grande protagonista della prima frazione di gara è senza ombra di dubbio l’estremo difensore della Fiorentina che salva il risultato in almeno due o tre occasioni.

L’Inter sfiora il vantaggio ad inizio ripresa con Sanchez che batte da distanza ravvicinata con il destro ma centra il palo. Il pallone termina poi tra le braccia di Terracciano. La squadra di Conte tiene saldamente in mano le redini del gioco ma nella ripresa la Viola trova varchi interessanti per spingersi in contropiede e sfiora il vantaggio con Lirola, neutralizzato da Samir Handanovic. Nel finale di tempo palla gol sul piede di Lautaro Martinez, ancora una volta Terracciano blocca il pallone sulla linea.

Alla luce del risultato maturato a Milano la Juventus potrebbe chiudere il discorso campionato prima del previsto.

Lecce-Brescia 3-1, Rondinelle in B

LECCE-BRESCIA 3-1
MARCATORI
22′ e 32′ Lapadula (L), 62′ Dessena (B), 70′ Saponara (L)

Partita vera tra Lecce e Brescia con i padroni di casa che trovano il gol del vantaggio al 22′ con Lapadula che raddoppia e mette a segno la sua doppietta personale al 32′.

Nella ripresa i padroni di casa gestiscono il risultato senza troppe difficoltà e provano a piazzare l’affondo per chiudere definitivamente i conti. Intorno al ventesimo il Brescia riapre la partita con il gol di Dessena che risolve una mischia nell’area di rigore dei giallorossi. Il Brescia ci crede e si spinge in avanti, il Lecce gioca con sagacia tattica e trova il terzo gol con Saponara che finalizza al termine di una bella azione di contropiede.

Sampdoria-Genoa 1-2, al Grifone la stracittadina

SAMPDORIA-GENOA 1-2
MARCATORI
: 22′ Criscito, 31′ M. Gabbiadini (S), 72′ Lerager (G)

A Genova derby anomalo a porte chiuse e senza la classica coreografia. In campo però c’è voglia di lottare, c’è aria di derby e voglia di vincere. Al 21′ occasione dagli undici metri per il Genoa con calcio di rigore affidato a Criscito che non sbaglia. Dura dieci minuti circa il vantaggio del Grifone alla luce della rete di Gabbiadini che alla mezz’ora rimette il risultato in parità. Il Genoa trova il nuovo vantaggio nel recupero del primo tempo con Lerager che approfitta di una uscita sbagliata dell’estremo difensore della Sampdoria. Gol annullato dal giudice di gara che rivede la propria decisione dopo aver visionato le immagini del VAR e segnala una posizione di fuorigioco.

La partita resta gradevole ma come prevedibile nella ripresa calano i ritmi della gara. La prima grande occasione la costruisce il Genoa che trova il vantaggio con Lerager che va a segno con una conclusione dal limite dell’area che vale al Grifone la stracittadina.

Con la vittoria sulla Samp il Genoa prende sei punti in due gare e prende la via della salvezza.

SPAL-Roma 1-6, i giallorossi dilagano nella ripresa

SPAL-ROMA 1-6
MARCATORI
8′ Kalinic, 25′ Cerri (S), 38′. C. Perez (R), 48′ Kolarov (R), 52′ e 75′ B. Peres (R), 90′ Zaniolo (R)

Roma in avanti contro una Spal in difficoltà e vantaggio dopo appena otto minuti con Nikola Kalinic che indirizza la partita. La SPAL pareggia i conti con Cerri che con uno splendido colpo di testa anticipa Kolarov e mette in fondo al sacco. La Roma rischia addirittura di passare in svantaggio con un grave errore di P. Lopez in uscita, con l’estremo difensore che si lascia sfuggire il pallone dalle mani e regala una buona occasione alla SPAL. I giallorossi reagiscono al momento di difficoltà e trovano il nuovo vantaggio al 38′ con C. Perez.

La Roma mette un’ipoteca sull’incontro al 3′ della ripresa con una conclusione dalla distanza di Kolarov che dai venticinque metri sorprende il portiere. C’è gloria anche per Bruno Peres che trova il primo gol in questo campionato e fissa il risultato sull’1-4 e poi si concede la doppietta personale con una bella conclusione dalla bella distanza. Nel finale si unisce alla festa anche Zaniolo che dopo una progressione di trenta metri palla al piede deposita in fondo al sacco.

Torino-Verona 1-1: apre Borini, chiude Zaza

TORINO-VERONA 1-1
MARCATORI
: 55′ Borini (V), 67′ Zaza (T)

Partita frizzante tra Torino e Verona con gli ospiti che provano a farsi vedere in avanti e mette in difficoltà il Torino. Il primo tempo si conclude senza sussulti ma con due squadre che giocano a buon ritmo.

Nella ripresa il Toro prova a prendere in mano le redini del gioco e si spinge in avanti. Per i granata doccia fredda al decimo. Borini atterrato in area, calcio di rigore. Batte lo stesso Borini che non sbaglia. Il Torino non si arrende, reagisce con buona personalità e al 67′ trova il gol del pari con una bella incornata di Simone Zaza.

Serie A, Parma-Napoli 2-1, i Ducali ottengono la salvezza aritmetica

PARMA-NAPOLI 2-1
Marcatori: 45’+2 Caprari (P), 54′ Insigne (N), 86′ Kulusevski

Buon inizio da parte del Napoli che nei primi minuti approfitta di un Parma disattento soprattutto in fase difensiva. Il primo tempo prosegue senza sussulti, con due squadre stanche che faticano ad alzare i ritmi. Intorno alla mezz’ora occasione per il Napoli su retropassaggio sanguinoso di Allan che innesca il contropiede dei Ducali risolto da Di Lorenzo che si immola sulla linea di porta per respingere una distanza ravvicinata di Siligardi a portiere battuto. Proprio allo scadere del primo tempo fallo in area di Mario Rui su Grassi. Non ha dubbi il giudice di gara che indica il dischetto. Si occupa della battuta Caprari che con il destro spiazza Meret.

Ad inizio ripresa la prima emozione è il fischio del giudice di gara che all’8 assegna un calcio di rigore al Napoli per fallo di mano di Grassi. Dagli undici metri parte Insigne che non sbaglia. Il Parma torna a farsi vedere in avanti con una bella conclusione dalla distanza di Siligardi che termina sul fondo dopo una deviazione. Il Napoli cresce nel corso dei minuti e si rende pericoloso con una bella conclusone d’esterno di Lozano neutralizzata dall’estremo difensore degli emiliani. La nuova svolta della partita arriva all’86’ con un nuovo fischio dell’arbitro che assegna ancora un calcio di rigore per il Parma trasformato da Kulusevski.

Il programma completo della 35 giornata

Di seguito il programma completo della 35 giornata di Serie A

Atalanta-Bologna (mar, ore 19.30)
Sassuolo-Milan (mar, ore 21.45)

Parma-Napoli (mer, ore 19.30)
Inter-Fiorentina (mer, ore 21.45)
Lecce-Brescia (mer, ore 21.45)
Sampdoria-Genoa (mer, ore 21.45)
Spal-Roma (mer, ore 21.45)
Torino-Verona (mer, ore 21.45)

Udinese-Juventus (gio, ore 19.30)
Lazio-Cagliari (gio, ore 21.45)

ultimo aggiornamento: 23-07-2020

X