Serie A, i risultati di sabato 1 maggio. L’Inter è sempre più vicina allo Scudetto. Bene il Milan, pari tra Verona e Spezia.

ROMA – Serie A, il programma e i risultati di sabato 1 maggio. Nella prima sfida Verona e Spezia non vanno oltre l’1-1. L’Inter vince a Crotone e condanna i calabresi alla retrocessione in B. Il Milan ritrova il successo contro il Benevento.

Serie A, i risultati di sabato 1 maggio

Di seguito i risultati di Serie A di sabato 1 maggio, sfide valide per la trentaquattresima giornata di campionato. (CLASSIFICA, PROBABILI FORMAZIONI e HIGHLIGHTS)

Hellas Verona-Spezia 1-1
Crotone-Inter 0-1
Milan-Benevento 2-0

Pallone Serie A
Pallone Serie A

Serie A, Milan-Benevento 2-0: i rossoneri ritrovano la vittoria

Milan-Benevento 2-0

Marcatori: 6′ Calhanoglu, 61′ Hernandez T.

Milan (4-2-3-1): Donnarumma G.; Dalot, Tomori, Romagnoli A., Hernandez T. (76′ Calabria); Bennacer (46′ Tonali), Kessié; Saelemakers (75′ Castillejo), Calhanoglu (87′ Brahim Diaz), Rafael Leao (75′ Rebic); Ibrahimovic. All. Pioli

Benevento (4-3-2-1): Montipò; Depaoli, Glik, Caldirola, Barba; Dabo (87′ Tello), Viola N., Ionita; Iago Falqué (55′ Insigne R.), Improta (78′ Caprari); Lapadula (77′ Gaich). All. Inzaghi F.

Arbitro: Sig. Gianpaolo Calvarese di Teramo

Note: Ammoniti: Bennacer, Castillejo (M). Angoli: 6-7 per il Benevento. Recupero: 3′ p.t.; 5′ s.t.

Il Milan trova il vantaggio alla prima occasione. Scambio tra Calhanoglu e Salemaekers e palla in rete. Dopo il vantaggio ancora Milan pericoloso con il belga e Leao, attento Montipò. Nel mezzo una occasione per Ionita, Donnarumma non si fa sorprendere. Nel finale di tempo è Montipò protagonista su Hernandez e Ibrahimovic. Il Benevento ci prova con Lapadula, palla fuori.

Nella ripresa Montipò si supera si Ibrahimovic. Subito dopo Lapadula e Dabo non inquadrano la porta. Reagisce il Milan con Tomori, ma è Iago Falqué ad andare vicino al pareggio. Dall’altra parte ci provano Calhanoglu e Ibrahimovic prima del raddoppio di Hernandez. Tap-in del difensore dopo l’ennesimo miracolo di Montipò su Ibrahimovic. Prova a reagire il Benevento, ma Lapadula è ancora impreciso. Ci prova poco dopo Insigne. Nel finale una chance per Brahim Diaz, palla sull’esterno della rete. Non succede più nulla fino al triplice fischio. Un successo che consente ai rossoneri di rimanere in corsa per la Champions.

Serie A, Crotone-Inter 0-2: a segno Eriksen e Hakimi

Crotone-Inter 0-2

Marcatori: 69′ Eriksen, 90’+2 Hakimi

Crotone (3-5-2): Cordaz; Magallan, Golemic, Djidji; Molina S., Messias, Cigarini (46′ Eduardo), Benali (66′ Vulic), Reca (38′ Pedro Pereira); Ounas (72′ Riviere), Simy. All. Cosmi

Inter (3-5-2): Handanovic; Skriniar, de Vrij, Bastoni; Hakimi, Barella, Sensi (65′ Eriksen), Darmian (66′ Perisic); Lukaku R., Lautaro Martinez (65′ Sanchez A.). All. Conte

Arbitro: Sig. Alessandro Prontera di Bologna

Note: Ammoniti: Riviere (C); Brozovic (I). Angoli: 4-11 per l’Inter. Recupero: 2′ p.t.; 3′ s.t.

Inizio divertente allo Scida. Handanovic e Cordaz in pochi minuti si oppongono a Ounas e Sensi. Ci provano ancora i nerazzurri, ma il palo nega la gioia del gol a Lukaku. Prima dell’intervallo ancora un palo per i nerazzurri e un colpo di testa di Bastoni fuori.

Nella ripresa al primo vero tiro in porta l’Inter passa in vantaggio. Eriksen con un tiro dalla distanza batte Cordaz anche per la deviazione di Magallan. Prova a reagire la squadra di Cosmi, ma sono gli ospiti a trovare il raddoppio con Lukaku. Gol annullato dal Var per un fuorigioco di Perisic. In pieno recupero arriva il raddoppio di Hakimi. L’Inter avvicina lo scudetto, calabresi in B.

Serie A, Hellas Verona-Spezia 1-1: Saponara risponde a Salcedo

Hellas Verona-Spezia 1-1

Marcatori: 46′ Salcedo E. (V), 86′ Saponara (S)

Hellas Verona (3-4-2-1): Silvestri; Dawidowicz, Magnani (76′ Gunter), Dimarco; Faraoni, Sturaro (46′ Tameze), Barak, Lazovic; Salcedo E. (64′ Ilic), Zaccagni (60′ Bessa); Lasagna (60′ Kalinic). All. Juric

Spezia (4-3-3): Provedel; Vignali, Chabot, Ismajili, Marchizza; Estevez, Ricci M. (83′ Acampora), Maggiore (66′ Leo Sena); Verde (67′ Agudelo), Nzola, Gyasi (82′ Saponara). All. Italiano

Arbitro: Sig. Manuel Volpi di Arezzo

Note: Ammoniti: Zaccagni, Dawidowicz, Sturaro, Ilic (V); Nzola, Chabot (S). Angoli:5-5. Recupero: 1′ p.t.; 3′ s.t.

Parte forte il Verona. Subito un’occasione di Lasagna con il sinistro, attento Provedel. Dopo due minuti il duello si rinnova e ad avere la meglio è l’attaccante, ma il Var annulla tutto per fuorigioco. Reagisce lo Spezia, ma il mancino di Verde non inquadra la porta. Dall’altra parte è Provedel protagonista con la gamba su Salcedo. Nel finale di tempo una chance a testa. Prima Estevez non inquadra la porta, poi Salcedo da due passi colpisce solo il palo.

Ad inizio ripresa il Verona trova subito il vantaggio. Azione di Lazovic, palla in mezzo per Salcedo che anticipa Marchizza e batte Provedel. Ancora padroni di casa pericolosi con Dimarco, Provedel si salva con l’aiuto della traversa. Ci prova Magnani, palla fuori. Con il passare dei minuti cresce lo Spezia, ma Silvestri non rischia nulla fino al 66′ quando Dawidowciz salva su Nzola. Nel finale il Verona si rivede in avanti con Bessa, attento Provedel. All’86’ il pareggio dello Spezia. Saponara da posizione defilata batte Silvestri. Non succede più nulla nel finale. Un punto che potrebbe essere oro per gli ospiti.

TAG:
calcio news Inter milan

ultimo aggiornamento: 01-05-2021


La Procura apre un’indagine su voti truccati per promozioni e dimissioni: l’Aia trema

2 maggio 2016, il Leicester di Ranieri vince la Premier League