Serie A, il programma e i risultati di sabato 12 dicembre. Il Verona vince sul campo della Lazio, Bene Udinese e Crotone.

ROMA – Serie A, il programma e i risultati di sabato 12 dicembre. Dopo la vittoria del Sassuolo contro il Benevento, l’undicesima giornata prosegue con il successo del Crotone (il primo in stagione) sullo Spezia per 4-1. Nella partita delle 18 colpo in trasferta dell’Udinese in casa del Torino. Colpo del Verona sul campo della Lazio.

Green Pass obbligatorio, tutte le regole da rispettare

Serie A, il risultati del 12 dicembre 2020

Di seguito il risultati delle sfide di Serie A di sabato 12 dicembre, sfide valide per l’undicesima giornata di campionato. (CLASSIFICA, PROBABILI FORMAZIONI e HIGHLIGHTS)

Crotone-Spezia 4-1
Torino-Udinese 2-3
Lazio-Hellas Verona 1-2

Serie A
Serie A

Serie A, Lazio-Hellas Verona 1-2: colpo scaligero

Lazio-Hellas Verona 1-2

Marcatori: 45′ aut. Lazzari M. (V), 56′ Caicedo (L), 67′ Tameze (V)

Lazio (3-5-2): Reina; Parolo, Acerbi (28′ Hoedt), Radu; Lazzari M. (81′ Fares), Milinovic-Savic S., Lucas Leiva (65′ Escalante), Akpa Akpro (81′ Pereira A.), Marusic; Caicedo (65′ Correa), Immobile. All. Inzaghi S.

Hellas Verona (3-4-2-1): Silvestri; Dawidowicz, Lovato, Magnani; Faraoni, Tameze (69′ Favilli), Miguel Veloso, Dimarco; Barak, Zaccagni (88′ Lazovic); Salcedo E. (77′ Colley O.). All. Juric

Arbitro: Sig. Rosario Abisso di Palermo

Note: Ammoniti: Akpa Akpro, Caicedo, Reina, Fares (L); Salcedo, Magnani, Colley O. (V). Angoli: 5-3 per la Lazio. Recupero: 0′ p.t.; 5′ s.t.

La prima occasione del match è della Lazio. Errore in uscita di Barak, palla a Immobile ma la mira è imprecisa. Dall’altra parte è Salcedo a provarci, la difesa avversaria si salva in angolo. Reagisce la squadra di Inzaghi, ma Caicedo è impreciso. Nel finale cresce il Verona. Reina si supera sul colpo di tacco di Tameze. Il match si sblocca all’ultimo assalto. Deviazione decisiva di Lazzari sulla conclusione di Dimarco.

Ad inizio ripresa la Lazio trova subito il pareggio. Caicedo si gira su Dawidowicz e realizza l’1-1. Biancocelesti poco dopo vicini al raddoppio con Lazzari. Reagisce il Verona. Prima Dimarco non arriva per questioni di centimetri sulla palla e poi Reina si supera su Tameze. E’ proprio l’ex Nizza a raddoppiare. Errore in disimpegno di Radu e il centrocampista ne approfitta per battere Reina. La Lazio prova a reagire, ma l’unica occasione arriva per Fares: Faraoni si immola e salva il risultato. Al triplice fischio esulta il Verona.

Serie A, Torino-Udinese 2-3: colpo bianconero

Torino-Udinese 2-3

Marcatori: 24′ Pussetto (U), 54′ de Paul (U), 67′ Belotti (T), 68′ Bonazzoli F. (T), 69′ Nestorovski (U)

Torino (3-5-2): Sirigu; Lyanco, N’Koulou (46′ Izzo), Rodriguez R.; Singo, Meite (46′ Lukic), Rincon, Linetty, Vojvoda (64′ Gojak); Zaza (46′ Bonazzoli F.), Belotti. All. Giampolo

Udinese (3-5-2): Musso; Bonifazi, Nuytinck (42′ Rodrigo Becao), Samir; Stryger Larsen, de Paul, Walace (62′ Mandragora), Pereyra R. (82′ Makengo), Zeegelaar; Pussetto (81′ Lasagna), Deulofeu (62′ Nestorovski). All. Gotti

Arbitro: Sig. Davide Massa di Imperia

Note: Ammoniti: Lyanco (T); Pereyra R., Musso, Becao (U). Angoli: 2-2. Recupero: 2′ p.t.; 4′ s.t.

Prima parte di gara senza particolari emozioni. Il match si sblocca al 24′. Walace in profondità davanti a Pussetto, il bianconero non sbaglia davanti a Sirigu. Non succede più nulla fino al duplice fischio.

Nella ripresa l’Udinese trova subio il raddoppio. Azione sull’asse Bonifazi-Pereyra e de Paul che non sbaglia davanti a Sirigu. La riapre il Torino al 70′ con Belotti su errore di Samir. Un disimpegno sbagliato di Becao consente a Bonazzoli di firmare la parità. Ma dall’altra parte è Nestorovski a portare nuovamente in vantaggio l’Udinese. Il Torino nel finale aumenta il forcing ma Musso non rischia nulla. Occasione è per gli ospiti, Lasagna non inquadra la porta. L’ultima chance è per i padroni di casa, la punizione di Rodriguez si infrange sulla traversa. Termina con la vittoria dell’Udinese, padroni di casa ancora k.o.

Serie A, Crotone-Spezia 4-1: prima vittoria in campionato per i calabresi

Crotone-Spezia 4-1

Marcatori: 8′ Messias (C), 16′ Farias (S), 50′ Reca (C), 56′ Eduardo (C), 90’+6 Messias (C)

Crotone (3-5-2): Cordaz; Magallan (73′ Cuomo), Marrone, Luperto; Pedro Pereira, Henrique (83′ Vulic), Zanellato (89′ Riviere), Molina S., Reca; Messias, Simy. All. Stroppa

Spezia (4-3-3): Provedel; Ferrer (46′ Sala J.), Chabot, Terzi, Bastoni S. (83′ Marchizza); Estevez, Ricci M., Pobega (57′ Maggiore); Agudelo (57′ Gyasi), Piccoli, Farias (82′ Verde). All. Italiano

Arbitro: Sig. Antonio Giua di Olbia

Note: Ammoniti: Messias, Eduardo, Magallan (C); Chabot, Ferrer (S). Angoli: 1-4 per lo Spezia. Recupero: 0′ p.t.; 6′ s.t.

Alla prima occasione il Crotone trova il vantaggio. Contropiede di Messias che con il mancino trafigge Provedel. Lo Spezia prova a reagire con Pobega, palla sull’esterno della rete. Nuovo errore in uscita di Zanellato, Farias calcia di prima intenzione e batte Cordaz. Ancora ospiti pericolosi con Piccoli, Cordaz si oppone.

Nella ripresa subito Crotone pericoloso con Messias, Provedel si salva in qualche modo. I calabresi si riportano avanti al 50′. Lancio lungo di Molina per Reca, il polacco supera Sala e batte Provedel. Il tris dei calabresi arriva al 56′. Messias imbuca per Pereira. Il portoghese trova Eduardo che non deve fare altro che appoggiare la palla in rete. Prova a reagire la squadra ospite con Maggiore ed Estevez, Cordaz non rischia nulla. Nel mezzo il tentativo di Molina neutralizzato da Provedel. In pieno recupero il poker del Crotone. Messias in contropiede trova il definitivo 4-1. Prima vittoria in campionato dei padroni di casa.

calcio news

ultimo aggiornamento: 13-12-2020


Milan-Parma, Pioli: “Rossi ci mancherà. Dobbiamo giocare con lucidità”

Furto in casa di Paolo Rossi nel giorno dei suoi funerali