Serie A, i risultati di di domenica 14 marzo. Il Napoli vince a Milano. Bene Inter e Juve. Roma sconfitta a Parma.

ROMA – Serie A, il programma e i risultati di domenica 14 marzo. La giornata si apre con il successo fondamentale in chiave salvezza per il Bologna contro la Sampdoria. A sorpresa la Roma viene sconfitta dal Parma. Bene l’Inter a Torino. Vince la Juventus che supera 3-1 il Cagliari. Nel big match il Napoli vince in casa del Milan per 1-0.

Serie A, i risultati di domenica 14 marzo

Di seguito i risultati di Serie A di domenica 14 marzo, sfide valide per la ventisettesima giornata di campionato. (CLASSIFICA, PROBABILI FORMAZIONI e HIGHLIGHTS)

Bologna-Sampdoria 3-1
Parma-Roma 2-0
Torino-Inter 1-2
Cagliari-Juventus 1-3
Milan-Napoli 0-1

Serie A
Serie A

Serie A, Milan-Napoli 0-1: decide Politano

Milan-Napoli 0-1

Marcatori: 49′ Politano

Milan (4-2-3-1): Donnarumma G.; Diogo Dalot, Gabbia, Tomori, Hernandez T.; Kessié (67′ Meité), Tonali; Castillejo (60′ Salemakers), Calhanoglu (60′ Brahim Diaz), Krunic (59′ Rebic); Rafael Leao (79′ Hauge). All. Pioli

Napoli (4-2-3-1): Ospina; Di Lorenzo, Maksimovic, Koulibaly, Hysaj; Fabian Ruiz, Demme (80′ Bakayoko); Politano (79′ Mario Rui), Zielinski, Insigne L.; Mertens (59′ Osimhen). All. Gattuso

Arbitro: Sig. Fabrizio Pasqua di Tivoli

Note: Ammoniti: Hernandez T. (M); Maksimovic, Di Lorenzo, Gattuso (N). Espulso: al 90’+1 Rebic (M) per proteste. Angoli: 5-4 per il Milan. Recupero: 1′ p.t.; 5′ s.t.

La prima occasione è per gli ospiti, Donnarumma risponde presente su Zielinski. Ancora il polacco pericoloso, palla fuori. Il Milan ci prova con Leao, tiro troppo centrale. Un primo tempo che termina senza particolari emozioni.

Il Napoli si porta in vantaggio al 49′. In contropiede Politano batte Donnarumma. Ancora la squadra di Gattuso pericolosa, Donnarumma salva su Fabian Ruiz. Dall’altra parte è Rebic a mettere in difficoltà Ospina. Finale nervoso a San Siro. Rebic espulso per proteste. L’ultima occasione è per gli ospiti, Osimhen non inquadra la porta. Al triplice fischio ad esultare è il Napoli.

Serie A, Cagliari-Juventus 1-3: tripletta di CR7

Cagliari-Juventus 1-3

Marcatori: 10′ Cristiano Ronaldo (J), 25′ rig. Cristiano Ronaldo (J), 33′ Cristiano Ronaldo (J), 60′ Simeone G.

Cagliari (3-5-2): Cragno; Ceppitelli (70′ Klavan), Godin, Rugani (80′ Pereiro G.); Zappa (69′ Asamoah), Nainggolan, Duncan (80′ Deiola), Marin, Nandez; Joao Pedro, Simeone G. (80′ Cerri) All. Semplici

Juventus (4-4-2): Szczesny; Cuadrado (83′ Frabotta), de Ligt, Chiellini (70′ Bonucci), Alex Sandro (34′ Bernardeschi); Kulusevski, Danilo, Rabiot, Chiesa (83′ Arthur); Cristiano Ronaldo, Morata (70′ McKennie). All. Pirlo

Arbitro: Sig. Gianpaolo Calvarese di Teramo

Note: Ammoniti: Cristiano Ronaldo, Cuadrado (J)

Al primo tiro in porta la Juventus trova il vantaggio. Sugli sviluppi di un corner Ronaldo di testa batte Cragno. Ancora bianconeri pericolosi con Morata. Dall’altra parte ci prova Nainggolan, palla fuori. Al 25′ la Juventus colpisce in contropiede. Cragno ferma fallosamente Ronaldo. Dal dischetto il portoghese non sbaglia. Al 31′ Ronaldo trova il tris in contropiede su assist di Chiesa.

Nella ripresa Szczesny si oppone a Duncan e Simeone prima di subire gol dallo stesso argentino. Nel finale di tempo doppia chance per Pereiro e una buona occasione per Ronaldo. Il risultato non cambia e la Juventus trova il successo.

Serie A, Torino-Inter 1-2: decide Lautaro

Torino-Inter 1-2

Marcatori: 62′ rig. Lukaku (I), 69′ Sanabria (T), 85′ Lautaro Martinez (I)

Torino (3-5-2): Sirigu; Izzo, Lyanco, Bremer; Vojvoda (89′ Gojak), Lukic, Mandragora, Baselli (49′ Linetty), Murru (67′ Ansaldi); Sanabria (89′ Belotti), Verdi (67′ Zaza). All. Nicola

Inter (3-5-2): Handanovic; Skriniar, de Vrij, Bastoni; Hakimi (88′ Darmian), Barella, Brozovic (80′ Sanchez A.), Gagliardini (56′ Eriksen), Perisic (56′ Young); Lautaro Martinez (88′ Vecino), Lukaku R. All. Conte

Arbitro: Sig. Paolo Valeri di Roma 1

Note: Ammoniti: Gagliardini (I). Angoli: 1-8 per l’Inter. Recupero: 1′ p.t.; 3′ s.t.

Parte bene l’Inter che ha una doppia occasione con Lukaku, ma il Torino si salva in qualche modo. Prova a reagire il Torino, ma il palo nega la gioia del gol a Lyanco. All’intervallo si va a reti bianche.

Il match si sblocca al 62′. Fallo di Izzo su Lautaro in area di rigore. Dal dischetto Lukaku spiazza Sirigu. Ancora Inter pericolosa con Hakimi, Sirigu si salva con il piede. Immediata la reazione del Torino. Sanabria risolve una mischia in area di rigore e firma l’1-1. Nel finale però l’Inter riesce a trovare il vantaggio. Cross di Sanchez e colpo di testa di Lautaro Martinez. Una vittoria che consente ai nerazzurri di avvicinare lo Scudetto.

Serie A, Parma-Roma 2-0: giallorossi sconfitti al ‘Tardini’

Parma-Roma 2-0

Marcatori: 9′ Mihaila, 59′ rig. Hernani

Parma (4-3-3): Sepe; Conti A. (72′ Laurini), Bani, Osorio, Pezzella Giu.; Hernani (72′ Grassi), Brugman, Kurtic; Man, Pellè (61′ Zirkzee), Mihaila (82′ Karamoh). All. D’Aversa

Roma (3-4-2-1): Pau Lopez; Mancini, Ibanez, Kumbulla (60′ Cristante); Bruno Peres (60′ Reynolds), Pellegrini Lo. (80′ Borja Mayoral), Villar, Spinazzola; Pedro (61′ Carles Perez), El Shaarawy; Dzeko. All. Fonseca

Arbitro: Sig. Marco Piccinini di Forlì

Note: Ammoniti: Osorio, Grassi, Karamoh (P); Bruno Peres, Pellegrini Lo., Dzeko (R). Angoli: 0-12 per la Roma. Recupero: 1′ p.t.; 4′ s.t.

La prima chance è per la Roma. Dzeko, però, non impensierisce troppo Sepe. Al 9′ il Parma trova il vantaggio. Azione di Man, assist per Mihaila che da due passi non sbaglia. Reagisce la Roma con Pellegrini, attento Sepe. Non succede più nulla fino al duplice fischio.

Nella ripresa Pau Lopez si salva s Man. Prova a reagire la Roma, ma la difesa si salva in qualche modo sulla conclusione di El Shaarawy. Al 55′ il raddoppio dei padroni di casa. Ibanez ferma fallosamente Pellè. Hernani dal dischetto spiazza Pau Lopez. La Roma prova a reagire, ma Mancini e Dzeko non creano particolari problemi. L’occasione più ghiotta è capitata a Carles Perez, attento Sepe. Una vittoria che alimenta le speranze di salvezza del Parma.

Serie A, Bologna-Sampdoria 3-1: vittoria importante per i felsinei

Bologna-Sampdoria 3-1

Marcatori: 27′ Barrow (B), 37′ Quagliarella (S), 41′ Svanberg (B), 70′ Soriano (B)

Bologna (4-2-3-1): Skorupski; Tomiyasu, Danilo L., Soumaoro, Dijks; Svanberg (74′ Poli), Schouten (69′ Dominguez); Skov Olsen (84′ Orsolini), Soriano, Barrow; Palacio (69′ Sansone N.). All. Mihajlovic

Sampdoria (4-4-1-1): Audero; Bereszynski, Ferrari A. (72′ Léris), Yoshida, Augello; Candreva, Ekdal, Thorsby, Jankto (70′ Ramirez G.); Damsgaard (70′ Gabbiadini); Quagliarella. All. Ranieri

Arbitro: Sig. Massimiliano Irrati di Pistoia

Note: Ammoniti: Palacio , Skov Olsen (B); Ferrari A., Ramirez G. (S). Angoli: 2-6 per la Sampdoria. Recupero: 0′ p.t.; 4′ s.t.

La prima occasione è per gli ospiti. Skorupski attento sulla conclusione di Damsgaard. Il match si sblocca al 27′. Palacio vince il contrasto con Ferrari, palla per Barrow che di testa batte Audero. Dieci minuti dopo arriva il pareggio degli ospiti. Cross di Augello e gol di Quagliarella. Immediata la replica del Bologna. Barrow vince un rimpallo, palla a Svanberg e Audero battuto.

Nella ripresa parte forte la Sampdoria, ma Quagliarella e Damsgaard non inquadrano la porta. Reagisce il Bologna: Audero in due occasioni nega la gioia del gol a Skov Olsen. Il tris arriva al 70′. Svanberg serve Soriano, l’ex Villarreal non sbaglia davanti ad Audero. Ancora padroni di casa pericolosi, Yoshida salva sulla linea. L’ultima occasione è ancora per i padroni di casa, Audero si oppone in qualche modo a Sansone. Al triplice fischio esulta il Bologna che avvicina la salvezza.

TAG:
calcio news Inter Juventus milan

ultimo aggiornamento: 14-03-2021


Mancini: “Spero che sia l’Europeo della rinascita”

Tanti auguri a Paul Pogba, il centrocampista francese campione del mondo