Serie A, i risultati di sabato 17 aprile. Vittoria esterna dell’Udinese. Bene Samp, Sassuolo e Cagliari.

ROMA – Serie A, i risultati di sabato 17 aprile. Nelle prime due sfide successi di Sampdoria e Udinese contro Verona e Crotone. Nella partita delle 18 vittoria in rimonta del Sassuolo sulla Fiorentina. Tre punti fondamentali per il Cagliari contro il Parma in chiave salvezza.

Serie A, i risultati di sabato 17 aprile

Di seguito i risultati di sabato 17 aprile di Serie A, sfide valide per la trentunesima giornata di campionato. (CLASSIFICA, PROBABILI FORMAZIONI e HIGHLIGHTS)

Crotone-Udinese 1-2
Sampdoria-Hellas Verona 3-1
Sassuolo-Fiorentina 2-1
Cagliari-Parma 4-3

Pallone Serie A
Pallone Serie A

Serie A, Cagliari-Parma 4-3: rimonta sarda

Cagliari-Parma 4-3

Marcatori: 5′ Pezzella Giu. (P), 31′ Kucka (P), 39′ Pavoletti (C), 59′ Man (P), 66′ Marin (C), 90’+1 Pereiro G. (C), 90’+4 Cerri (C)

Cagliari (3-5-2): Vicario; Rugani (64′ Pereiro G.), Godin, Carboni; Zappa (58′ Lykogiannis), Marin, Nainggolan, Duncan (64′ Simeone), Nandez (87′ Cerri); Joao Pedro, Pavoletti. All. Semplici

Parma (4-3-3): Sepe; Laurini (60′ Busi), Bani, Osorio, Pezzella Giu. (77′ Dierckx); Kurtic, Brugman, Grassi; Man (72′ Valenti), Cornelius (72′ Pellè), Kucka. All. D’Aversa

Arbitro: Sig. Paolo Valeri di Roma 1

Note: Ammoniti: Marin, Duncan, Nandez, Nainggolan (C); Pezzella Giu., Kurtic (P). Angoli: 0-4 per il Parma. Recupero: 2′ p.t.; 4′ s.t.

Il Parma trova il vantaggio alla prima conclusione in porta. Sinistro al volo di Pezzella e palla in rete. Reagisce subito il Cagliari: prima Nandez non inquadra la porta, poi Pavoletti si fa parare la conclusione da Sepe. Reagisce il Parma con Pezzell, attento Vicario. Il raddoppio arriva al 31′. Lancio lungo per Cornelius. La spizzata mette davanti a Vicario Kucka che non sbaglia. Reagisce ancora una volta il Cagliari e accorcia le distanze con Pavoletti. L’attaccante di testa realizza l’1-2. L’ultima occasione del tempo è di Duncan, palla fuori.

Nella ripresa subito una occasione per il Cagliari, Joao Pedro non riesce a calciare bene. Subito dopo Marin da buona occasione è impreciso. Ancora Lykogiannis pericoloso prima del tris dei ‘Ducali’. Cornelius trova Mihaila, il giovane rumeno trova Man che dalla distanza batte Vicario. Il Cagliari riapre subito il match. Marin raccoglie una palla vagante e trafigge il portiere avversario. Ancora sardi pericolosi con Joao Pedro, la palla sfiora il palo. Reagisce subito il Parma, Kurtic da due passi non inquadra la porta. E’ Pavoletti subito dopo a creare qualche brivido a Sepe prima della rimonta sarda. Prima Pereiro con un tiro a giro e poi Cerri regalano un successo fondamentale alla squadra di Semplici.

Serie A, Sassuolo-Fiorentina 3-1: Berardi trascina i neroverdi

Sassuolo-Fiorentina 3-1

Marcatori: 31′ Bonaventura (F), 59′ rig. Berardi D. (S), 62′ rig. Berardi D. (S), 75′ Maxime Lopez (S)

Sassuolo (4-2-3-1): Consigli; Muldur (86′ Marlon), Chiriches, Ferrari G. M., Rogerio (46′ Kyriakopoulos); Obiang, Lopez M.; Traorè H. (46′ Berardi D.), Djuricic (46′ Defrel), Boga; Raspadori (76′ Locatelli M.). All. De Zerbi

Fiorentina (3-5-2): Dragowski; Milenkovic, Pezzella Ger., Caceres; Venuti (78′ Malcuit), Bonaventura (70′ Callejon), Pulgar, Castrovilli (70′ Eysseric), Biraghi (83′ Kouame); Ribery, Vlahovic. All. Iachini

Arbitro: Sig. Gianluca Aureliano di Bologna

Note: Ammoniti: Traoré H., Lopez M., Muldur (S); Castrovilli, Milenkovic, Biraghi, Eysseric, Pulgar (F). Angoli: 3-4 per la Fiorentina. Recupero: 2′ p.t.; 4′ s.t.

La prima chance è per la Fiorentina. Consigli si oppone a Castrovilli. Ancora la squadra di Iachini pericolosa. Il portiere dei neroverdi risponde presente su Biraghi e Ribery. Reagisce il Sassuolo. Dragowski bravo su Traore. Alla mezz’ora la Fiorentina passa in vantaggio. Errore in disimpegno di Ferrari. Bonaventura serve Ribery, il francese torna dall’ex Milan che dai 25 metri trafigge Consigli. Prima dell’intervallo nuova chance per la Fiorentina. Il palo nega la gioia del gol a Castrovilli.

Nella ripresa il Sassuolo trova il pareggio. Dragowski ferma fallosamente in area di rigore Berardi. Dal dischetto lo stesso attaccante non sbaglia. Sempre dagli undici metri l’attaccante calabrese non sbaglia e completa la rimonta. Il tris arriva al 75′ con il destro di Maxime Lopez. Non succede più nulla fino al triplice fischio. Vittoria fondamentale per i neroverdi in chiave ottavo posto.

Serie A, Sampdoria-Hellas Verona 3-1: successo in rimonta dei doriani

Sampdoria-Hellas Verona 3-1

Marcatori: 13′ Lazovic (V), 46′ Jankto (S), 73′ rig. Gabbiadini (S), 82′ Thorsby (S)

Sampdoria (4-4-2): Audero; Bereszynski, Yoshida, Colley O., Augello; Jankto (86′ TOnelli), Thorsby, Adrien Silva, Damsgaard (46′ Candreva); Verre (46′ Keita B.); La Gumina (46′ Gabbiadini). All. Ranieri

Hellas Verona (3-4-2-1): Silvestri; Dawidowicz, Gunter (77′ Lovato), Dimarco; Faraoni, Sturaro (58′ Tameze), Barak, Lazovic; Salcedo (81′ Colley E.), Zaccagni (59′ Bessa); Lasagna. All. Juric

Arbitro: Sig. Federico Dionisi di L’Aquila

Note: Ammoniti: Verre, Keita B., Yoshida (S); Faraoni, Tameze, Dawidowicz (V). Angoli: 5-7 per l’Hellas Verona. Recupero: 1′ p.t.; 3′ s.t.

Parte forte il Verona che ha subito un’occasione con Faraoni, palla fuori. Il match si sblocca al 13′. Punizione perfetta di Lazovic e palla in rete. Reagisce subito la Samp con Verre, si salva Silvestri.

La Sampdoria pareggia subito ad inizio ripresa. Jankto sfrutta un rimpallo in area di rigore per firmare l’1-1. Lo stesso giocatore poco dopo ha la palla del raddoppio, ma Silvestri si supera. Al 73′ la Samp completa la rimonta con Gabbiadini che spiazza dal dischetto Silvestri. Nel finale la Sampdoria chiude il match. Errore di Silvestri in uscita e Thorsby di testa non sbaglia. Una vittoria fondamentale per i doriani in chiave ottavo posto.

Serie A, Crotone-Udinese 1-2: de Paul trascina i friulani

Crotone-Udinese 1-2

Marcatori: 41′ de Paul (U), 68′ rig. Simy (C), 73′ de Paul (U)

Crotone (3-5-2): Cordaz; Djidji, Golemic, Cuomo (82′ Riviere); Pedro Pereira (46′ Rojas), Messias, Petriccione (77′ Cigarini), Molina S., Reca; Ounas (78′ Zanellato), Simy. All. Cosmi

Udinese (3-5-2): Musso; Bonifazi, Nuytinck, Samir; Molina N. (90’+2 Rodrigo Becao), de Paul, Walace (71′ Arslan), Pereyra R., Stryger Larsen; Nestorovski (71′ Nestorovski), Okaka. All. Gotti

Arbitro: Sig. Luca Massimi di Termoli

Note: Ammoniti: Pereyra R., Forestieri (U). Espulso: al 90’+1 de Paul (U) per gioco scorretto. Angoli: 5-7 per l’Udinese. Recupero: 0′ p.t.; 3′ s.t.

La prima occasione è per il Crotone. Molina dalla distanza non inquadra la porta. Reagisce l’Udinese, Cordaz si salva su Pereyra. Il portiere dei calabresi deve arrendersi poco dopo su de Paul. L’argentino approfitta dell’assist di Nestorovski per sbloccare il match.

Nella ripresa non succede nulla fino al 68′. Tocco con il braccio di Molina in area. Dal dischetto Simy spiazza Musso. Immediata la reazione della squadra di Gotti. De Paul, protagonista di uno slalom in area di rigore, batte per la seconda volta Cordaz. Nel finale il Crotone ha l’occasione per il pareggio. Simy colpisce il palo e poi Riviere da due passi non inquadra la porta. Nel recupero da segnalare solo il rosso a de Paul. Udinese vince e sale a 36 punti, calabresi sempre più ultimi.

TAG:
calcio news

ultimo aggiornamento: 17-04-2021


Milan-Genoa, Pioli: “Vogliamo ritornare a vincere a San Siro”

Il Barcellona vince la Copa del Rey. Athletic Bilbao battuto in finale