Serie A, i risultati di domenica 23 maggio. Il Milan e la Juventus vanno in Champions. Niente da fare per il Napoli.

ROMA – Serie A, il programma e i risultati di domenica 23 maggio. Nella prima sfida l’Inter supera 5-1 l’Udinese e festeggia lo Scudetto nel migliore dei modi. Nelle sfide delle 20:45 il Milan e la Juventus vincono contro Atalanta e Bologna e vanno in Champions League anche per il pareggio del Napoli contro il Verona. Non basta il 2-0 contro la Lazio al Sassuolo per andare in Conference League visto il 2-2 della Roma contro lo Spezia. 1-1 tra Torino e Benevento.

Serie A, i risultati di domenica 23 maggio

Di seguito i risultati di Serie A di domenica 23 maggio, sfide valide per la trentottesima giornata di campionato. (CLASSIFICA, PROBABILI FORMAZIONI, TABELLINI e HIGHLIGHTS)

Inter-Udinese 5-1
Atalanta-Milan 0-2
Bologna-Juventus 0-4
Napoli-Hellas Verona 1-1
Sassuolo-Lazio 2-0
Spezia-Roma 2-2
Torino-Benevento 1-1

Pallone Serie A
Pallone Serie A

Serie A, Atalanta-Milan 0-2: decide l’ex Kessié

Atalanta-Milan 0-2

Marcatori: 42′ rig. Kessié, 90’+4 rig. Kessié

Primo tempo che non regala particolari emozioni fino al 42′. Fallo su Hernandez e dal dischetto Kessié batte Gollini e porta in vantaggio i suoi.

Nella ripresa l’Atalanta inizia a spingere e va vicina al pareggio con Zapata, Muriel e Malinovskyi. Dall’altra parte è Leao ad avere l’occasione del 2-0: il colpo sotto del portoghese è finito sul palo. Ancora Muriel pericoloso prima del 2-0 di Kessié dal dischetto (tocco con il braccio di Gosens) ed una rissa che è costata il rosso a de Roon. Una vittoria che consente al Milan di andare in Champions.

Serie A, Napoli-Hellas Verona 1-1: Faraoni risponde a Rrahmani

Napoli-Hellas Verona 1-1

Marcatori: 60′ Rrahmani (N), 69′ Faraoni (V)

Il primo tempo non ha regalato particolari emozioni fino al 33′. La conclusione di Insigne termina di poco fuori e mette i brividi a Pandur. Poco dopo ci prova Lozano, palla alta. Prima del duplice fischio chance per il Verona, il Napoli si salva in qualche modo.

Nella ripresa Meret attento su Dimarco. Un po’ a sorpresa il match si sblocca al 60′: Rrahmani risolve una mischia in area di rigore e realizza il classico gol dell’ex. Reagisce subito il Verona. Sbaglia Hysaj e Faraoni non perdona. Nel finale di tempo il Napoli in forcing con Mertens e Petagna che non inquadrano la porta per pochissimo. Nel mezzo ci prova Politano, attento Berardi. Un punto che non consente ai partenopei di andare in Champions League.

Serie A, Bologna-Juventus 1-4: bianconeri in Champions League

Bologna-Juventus 1-4

Marcatori: 6′ Chiesa (J), 29′ Morata (J), 45′ Rabiot (J), 48′ Morata (J), 85′ Orsolini (B)

Buona la partenza da parte degli ospiti. Danilo trova in profondità Morata, lo spagnolo di tacco libera Kulusveski. Palla per Rabiot che colpisce la traversa. Sulla ribattuta il più veloce è Federico Chiesa per l’1-0. Non succede poi nulla praticamente fino al 29′. Dybala si trasforma in uomo assist e Morata da due passi non sbaglia. In pieno recupero ecco il tris. Azione sull’asse Dybala-Morata-Kulusevski e gol di Rabiot.

Nella ripresa c’è gioia per Morata che sfrutta alla perfezione un assist di Szczesny. Ancora Juve pericolosa con Chiesa e Morata prima di una accelerazione del Bologna. la squadra di Mihajlovic la riapre nel finale con il gol in spaccata di Orsolini. Due chance per Dybala, ma prima il palo e poi Skorupski gli negano la gioia del gol. Una vittoria che consente alla Juventus di andare in Champions.

Serie A, Spezia-Roma 2-2: giallorossi in Conference League

Spezia-Roma 2-2

Marcatori: 6′ Verde (S), 38′ Pobega (S), 52′ El Shaarawy (R), 85′ Mkhitaryan (R)

Parte forte lo Spezia. Subito una chance per Nzola, palla fuori. Il match si sblocca al 6′ con il solito gol dell’ex di Verde. Ancora il giocatore napoletano pericoloso, ma Fuzato in qualche modo si salva. La Roma non riesce a reagire e al 38′ arriva il raddoppio con il tap-in di Pobega.

Nella ripresa il match si accende e la Roma ritorna in gioco con El Shaarawy, bravo a sfruttare un errore in disimpegno di Terzi. Prova a reagire lo Spezia ma rischia su Cristante, bravissimo Rafael. Il gol Conference League arriva a cinque minuti dalla fine con Mkhitaryan.

Serie A, Sassuolo-Lazio 2-0: vincono i padroni di casa

Alla prima vera occasione il Sassuolo trova il vantaggio con la conclusione di Kyriakopoulos. Ancora nerverdi pericolosi, ma Defrel e lo stesso terzino non inquadra la porta.

Nella ripresa la squadra di De Zerbi controlla ma rischia di subire il pareggio con Muriqi. L’attaccante, però, non inquadra la porta da due passi. L’espulsione di Kyriakopoulos (doppio giallo) non complica la vita alla squadra di casa. Il raddoppio arriva al 77′ per un fallo di Parolo su Caputo. Dal dischetto Berardi spiazza Strakosha. Il portiere dei biancocelesti risponde presente nel finale su Caputo in due occasioni. I neroverdi chiudono con una vittoria il campionato.

Serie A, Torino-Benevento 1-1: Tello risponde a Bremer

Torino-Benevento 1-1

Marcatori: 29′ Bremer (T), 72′ Tello (B)

Il Torino trova il vantaggio alla prima vera occasione. Errore in uscita di Manfredini e palla in rete con il colpo di testa di Bremer.

Nella ripresa la partita abbassa il ritmo e non si creano particolari occasioni da gol. Il pareggio arriva al 72′ con un bellissimo colpo di testa di Tello. Un punto che consente alle due squadre di chiudere il campionato con un risultato utile consecutivo.

Serie A, Inter-Udinese 5-1: pokerissimo nerazzurro

Inter-Udinese 5-1

Marcatori: 7′ Young (I), 44′ Eriksen (I), 56′ rig. Lautaro Martinez (I), 64′ Perisic (I), 72′ Lukaku R. (I), 79′ Pereyra (U)

Parte forte l’Inter che trova subito il vantaggio. Azione sull’asse Young-Lautaro, il britannico con un colpo sotto batte Musso con la palla che colpisce il palo prima di entrare in rete. Con il passare dei minuti si abbassa il ritmo della partita. Sul finale del tempo, però, l’Inter riesce a trovare il raddoppio. Eriksen su punizione con l’aiuto di Okaka trafigge Musso.

Nella ripresa la prima chance è per l’Udinese, Hakimi salva sulla linea. Reagisce subito l’Inter. Musso si supera su Lautaro ed Eriksen. L’argentino cede su Martinez al 56′. Fallo di Zeegelar su Hakimi, dal dischetto Lautaro non sbaglia. Dilaga la squadra di Conte. Lukaku fa sponda per Vecino, il centrocampista serve Perisic. Il croato di prima intenzione con un tiro a giro batte Musso. Prova a reagire l’Udinese con Forestieri, Padelli attento in uscita bassa. La manita arriva al 72′. Il cross di Sanchez finisce sul palo, la palla rimbalza sul mento di Lukaku e 5-0. Il gol della bandiera arriva al 79′. Tocco con il braccio di Eriksen in area di rigore. Dal dischetto Pereyra spiazza Padelli. Non succede più nulla fino al triplice fischio. L’Inter chiude la stagione con una vittoria.

TAG:
calcio news Inter Juventus milan

ultimo aggiornamento: 23-05-2021


Serie A, la classifica aggiornata in tempo reale

Napoli, De Laurentiis annuncia la separazione con Gattuso