Serie A, i risultati di mercoledì 3 marzo. Milan e Napoli pareggiano. Vincono Atalanta e Roma.

ROMA – Serie A, i risultati di mercoledì 3 marzo. A sorpresa il Milan non va oltre l’1-1 contro l’Udinese. Bene Atalanta e Roma, mentre il Napoli pareggia 3-3 in casa del Sassuolo. Successi anche per il Cagliari e il Verona.

Serie A, i risultati di mercoledì 3 marzo

Di seguito i risultati di Serie A di mercoledì 3 marzo, sfide valide per la venticinquesima giornata di campionato. (CLASSIFICA, PROBABILI FORMAZIONI e HIGHLIGHTS)

Sassuolo-Napoli 3-3
Atalanta-Crotone 5-1
Benevento-Hellas Verona 0-3
Cagliari-Bologna 1-0
Fiorentina-Roma 1-2
Genoa-Sampdoria 1-1
Milan-Udinese 1-1

Serie A
Serie A

Serie A, Milan-Udinese 1-1: Kessié pareggia all’ultimo minuto

Milan-Udinese 1-1

Marcatori: 68′ Rodrigo Becao (U), 90’+7 rig. Kessié (M)

Milan (4-2-3-1): Donnarumma G.; Kalulu (63′ Calabria), Kjaer, Romagnoli A.; Hernandez T.; Tonali (46′ Meité), Kessié; Castillejo (75′ Saelemaekers), Brahim Diaz (63′ Hauge), Rebic; Rafael Leao. All. Pioli

Udinese (3-5-1-1): Musso; Rodrigo Becao, Bonifazi, Nuytinck; Molina N., Pereyra R. (82′ Samir), Makengo (56′ Llotente), Arslan (71′ Walace), Zeegelaar (71′ Stryger Larsen); de Paul; Nestorovski. All. Gotti

Arbitro: Sig. Davide Massa di Imperia

Note: Ammoniti: Rebic, Hernandez T., Kessié, Romagnoli A. (M); Zeegelaar (U). Angoli: 7-2 per il Milan. Recupero: 2′ p.t.; 7′ s.t.

Primo tempo senza particolari emozioni. La prima occasione arriva al 40′, Musso con i piedi si salva su Castillejo.

Nella ripresa subito Romagnoli protagonista su un lob di Nestorovski. Reagisce il Milan con Meité e Kessié, attento Musso. Il match si sblocca al 68′. Colpo di testa di Rodrigo Becao e palla in rete su un liscio di Donnarumma. Il Milan si getta alla ricerca del pareggio che arriva proprio all’ultimo assalto. Tocco con il braccio di Stryger Larsen. Dal dischetto Kessié non sbaglia.

Serie A, Atalanta-Crotone 5-1: ‘manita’ della Dea’

Atalanta-Crotone 5-1

Marcatori: 12′ Gosens (A), 22′ Simy (C), 48′ Palomino (A), 50′ Muriel (A), 58′ Ilicic (A), 85′ Miranchuk (A)

Atalanta (3-4-2-1): Gollini; Toloi, Romero (70′ Caldara), Djimsiti; Maehle, Freuler, Pessina, Gosens (86′ Ghislandi); Malinovskyi (62′ Miranchuk), Ilicic; Muriel (69′ Zapata D.). All. Gasperini

Crotone (3-4-1-2): Cordaz; Magallan (52′ Cuomo), Golemic, Luperto; Pedro Pereira, Zanellato, Eduardo (81′ Marrone), Reca (46′ Rispoli); Messias; Riviere (60′ Petriccione), Simy. All. Cosmi

Arbitro: Sig. Simone Sozza di Rimini

Note: Ammoniti: Magallan, Riviere (C). Angoli: 4-3 per l’Atalanta. Recupero: 1′ p.t.; 0′ s.t.

L’Atalanta trova il vantaggio al secondo tiro in porta sempre con Gosens. Cross preciso di Ilicic e colpo di testa preciso del tedesco. Ancora Dea pericolosa con Muriel prima del pareggio (a sorpresa) del Crotone. Incomprensione tra Freuler e Romero. Ne approfitta Simy che con un colpo sotto pareggia i conti. Ancora rossoblu pericolosi con Messias, attento Sportiello. Il finale è un monologo dei padroni di casa, ma Ilicic e Malinovskyi non sono precisi e Muriel si fa ipnotizzare da Cordaz.

Ad inizio ripresa l’Atalanta si riporta subito avanti. Palomino sfrutta uno schema sul corner per realizzare il 2-1. Il tris della squadra di Gasperini arriva poco dopo. Errore di Golemic che scivola e per Muriel è un gioco da ragazzi segnare il terzo gol. Il poker della squadra di casa viene firmato dal solito Ilicic. La squadra di Gasperini continua a dominare e va vicina al quinto gol con Miranchuk, Zapata (traversa) e Ilicic. Nel mezzo una chance per Messias, attento Sportiello. Il quinto gol arriva nel finale con Miranchuk. L’ultima occasione è per la squadra di casa, ma Ilicic è impreciso. L’Atalanta vince e resta al terzo posto, rossoblu sempre più verso la Serie B.

Serie A, Fiorentina-Roma 1-2: decide Diawara

Fiorentina-Roma 1-2

Marcatori: 52′ Spinazzola (R), 60′ aut. Spinazzola (F), 90′ Diawara (R)

Fiorentina (3-5-2): Dragowski; Milenkovic, Pezzella Ger., Martinez Quarta; Venuti, Amrabat, Pulgar (79′ Borja Valero), Castrovilli (52′ Kokorin), Igor (43′ Biraghi); Vlahovic, Ribery (79′ Caceres). All. Prandelli

Roma (3-4-2-1): Pau Lopez; Mancini, Cristante, Kumbulla (81′ Smalling); Bruno Peres (81′ Karsdorp)., Diawara, Veretout (62′ Pedro), Spinazzola; Pellegrini Lo., Mkhitaryan (62′ El Shaarawy); Borja Mayoral. All. Fonseca

Arbitro: Sig. Gianpaolo Calvarese di Teramo

Note: Ammoniti: Ribery (F); Mancini, Kumbulla (R). Angoli: 2-3 per la Roma. Recupero: 3′ p.t.; 5′ s.t.

Primo tempo abbastanza equilibrato al ‘Franchi’. La prima chance è per Vlahovic, presente Pau Lopez. Nel finale di frazione chance per Pellegrini, attento Dragowski.

Il match si sblocca ad inizio ripresa. Mancini serve Spinazzola che, al volo batte il portiere avversario. Ancora giallorossi pericolosi con Diawara prima del pareggio della Fiorentina. Cross di Biraghi e Spinazzola mette nella propria porta la palla. Ci provano Pellegrini e Vlahovic prima della zampata vincente e decisiva di Diawara (gol convalidato dopo il consulto con il Var). Una vittoria fondamentale in chiave Europa per gli ospiti.

Serie A, Genoa-Sampdoria 1-1: Tonelli risponde a Zappacosta

Genoa-Sampdoria 1-1

Marcatori: 52′ Zappacosta (G), 77′ Tonelli (S)

Genoa (3-5-2): Perin; Masiello A., Radovanovic, Criscito; Goldaniga, Strootman (83′ Cassata), Badelj, Zajc, Zappacosta; Shomurodov (82′ Pjaca), Destro (73′ Pandev). All. Ballardini

Sampdoria (4-4-2): Audero; Berensyznski, Tonelli, Colley O., Augello; Candreva, Adrien Silva, Ekdal, Verre (59′ Jankto); Keita Baldé (70′ Gabbiadini), Quagliarella (78′ Ramirez G.). All. Ranieri

Arbitro: Sig. Luca Pairetto di Nichelino

Note: Ammoniti: Badelj (G). Angoli: 2-4 per la Sampdoria. Recupero: 0′ p.t.; 3′ s.t.

Un primo tempo equilibrato senza particolari emozioni. Da segnalare una traversa colpita da Zajc su un cross che si è trasformato in tiro.

Ad inizio ripresa il Genoa si porta avanti. Lancio lungo per Zappacosta, il terzino controlla e batte Audero sul primo palo. Reagisce subito la Sampdoria con Adrien Silva e Candreva. Il pareggio arriva al 77′. Tonelli di testa firma l’1-1. L’ultima grande chance è per il Genoa, ma Audero in uscita salva i suoi. Un punto che serve soprattutto agli ospiti.

Serie A, Benevento-Hellas Verona 0-3: tris scaligero

Benevento-Hellas Verona 0-3

Marcatori: 25′ Faraoni, 34′ aut. Foulon, 50′ Lasagna

Benevento (4-3-2-1): Montipò; Depaoli (46′ Improta), Glik, Caldirola, Letizia (11′ Foulon; 46′ Tuia)); Hetemaj, Schiattarella, Ionita; Insigne R. (55′ Viola N.), Sau; Lapadula (74′ Gaich). All. Inzaghi F.

Hellas Verona (3-4-2-1): Silvestri; Magnani (83′ Dawidowicz), Gunter, Ceccherini (79′ Lovato); Faraoni, Tameze (66′ Sturaro), Miguel Veloso, Lazovic; Barak, Zaccagni (79′ Bessa); Lasagna (83′ Favilli). All. Juric

Arbitro: Sig. Giovanni Ayroldi di Molfetta

Note: Ammoniti: Sturaro (V). Angoli: 2-7 per il Verona. Recupero: 2′ p.t.; 0′ s.t.

Parte bene il Verona che ha una buona chance con Lasagna prima del vantaggio di Faraoni. L’ex Crotone sfrutta un errore di Foulon per battere di testa Montipò. Il Verona al 35′ trova il raddoppio con l’autogol di Foulon viziato dal cross di Zaccagni. Non reagisce la squadra di Inzaghi e Faraoni e Barak (traversa) vanno vicino al raddoppio. Nel finale chance per Insigne, attento Silvestri.

Ad inizio ripresa subito il tris della squadra ospite. Lasagna approfitta di un intervento a vuoto di Glik per realizzare il 3-0. Diverse le occasioni per gli ospiti, ma il poker non arriva. Nuovo k.o. per il Benevento che ora rischia di essere coinvolta nella lotta per non retrocedere.

Serie A, Cagliari-Bologna 1-0: second vittoria per i sardi

Cagliari-Bologna 1-0

Marcatori: 20′ Rugani

Cagliari (3-5-2): Cragno; Klavan, Godin, Rugani (46′ Ceppitelli); Nandez, Marin (79′ Deiola), Nainggolan, Duncan, Zappa (82′ Asamoah); Joao Pedro (82′ Cerri), Simeone (61′ Simeone G.). All. Semplici

Bologna (4-2-3-1): Skorupski; De Silvestri, Antov (76′ Medel), Soumaoro, Mbaye (65′ Vignato); Dominguez N., Svanberg (75′ Palacio); Orsolini (64′ Skov Olsen), Soriano, Sansone N.; Barrow. All. Mihajlovic

Arbitro: Sig. Marco Di Bello di Brindisi

Note: Ammoniti: Cerri (C); Schouten (B). Angoli: 10-4 per il Cagliari. Recupero: 2′ p.t.; 5′ s.t.

Parte bene il Cagliari che sin dai primi minuti crea diversi pericoli dalle parti di Skoruspki. Al 19′ si sblocca il match su un colpo di testa di Rugani. Dopo la rete il Cagliari cala un po’ e ci prova il Bologna, ma Cragno non rischia praticamente nulla.

Nella ripresa il Bologna spinge alla ricerca del pareggio, ma Cragno rischia solo su un colpo di testa di Soumaoro. Dall’altra parte un salvataggio sulla linea di Pavoletti. Vittoria fondamentale per il Cagliari in chiave salvezza.

Serie A, Sassuolo-Napoli 3-3: Caputo nel finale pareggia i conti

Sassuolo-Napoli 3-3

Marcatori: 34′ Maksimovic (S), 38′ Zielinski (N), 45’+1 rig. Berardi (S), 72′ Di Lorenzo (N), 90′ rig. Insigne R. (N), 90’+5 rig. Caputo (S)

Sassuolo (4-2-3-1): Consigli; Muldur (74′ Toljan), Marlon, Ferrari G. M., Rogério; Lopez M., Locatelli M.; Berardi D., Djurcic; Defrel (79′ Traoré H.); Caputo. All. De Zerbi

Napoli (4-2-3-1): Meret; Di Lorenzo, Rrahmani, Maksimovic (86′ Manolas); Hysaj (73′ Ghoulam); Fabian Ruiz, Demme (73′ Bakayoko); Politano, Zielinski (86′ Lobotka), Insigne L.; Mertens (67′ Elmas). All. Gattuso

Arbitro: Sig. Valerio Marini di Roma 1

Note: Ammoniti: Djuricic, Marlon (S); Demme, Ghoulam (N). Angoli: 6-4 per il Sassuolo. Recupero: 0′ p.t.; 3′ s.t.

Avvio di partita a tinte neroverdi con i padroni di casa che nei primi venti minuti calciano per ben quattro volte verso la porta del Napoli, in realtà senza troppe preoccupazioni per l’estremo difensore della squadra di Gattuso, che solo in un paio di occasioni viene effettivamente chiamato in causa. Il Sassuolo passa in vantaggio 34′ con una sfortunata autorete di Milinkovic, il Napoli reagisce da squadra e trova il parti al 38′ con Zielinski. Nel primo minuto di recupero del primo tempo il Sassuolo torna in vantaggio su calcio di rigore trasformato da Berardi.

Nella ripresa subito una chance per Defrel, attento Meret. Reagisce il Napoli: colpo di testa di Maksimovic di poco alto. Ci riprova il Sassuolo. Djuricic trova preparato Meret mentre Berardi e Caputo colpiscono il palo e la traversa. Il Napoli 72′ trova il pareggio con Di Lorenzo su assist di Lorenzo Insigne. Ancora ospiti pericolosi con Fabian Ruiz, attento Consigli. Nel finale si accende la partita. Fallo di Haraslin su Di Lorenzo in area di rigore: Insigne spiazza Consigli. Immediata la replica del Sassuolo: Manolas stende Haraslin. Questa volta intuisce Meret ma non può evitare la rete di Caputo. Termina in parità una sfida dalle mille emozioni.

TAG:
calcio news milan

ultimo aggiornamento: 03-03-2021


Ibrahimovic a Sanremo con il suo yacht da 20 milioni di euro

L’anniversario della morte di Davide Astori