Serie A, i risultati di domenica 31 gennaio. Vincono le ‘big. Colpi salvezza di Genoa e Udinese.

ROMA – Serie A, i risultati di domenica 31 gennaio. Vittorie fondamentali in chiave salvezza di Udinese e Genoa in casa di Spezia e Crotone. La Lazio vince sul campo dell’Atalanta. Bene Napoli e Roma, pari Sassuolo.

Serie A, i risultati di domenica 31 gennaio

Di seguito i risultati di Serie A di domenica 31 gennaio, sfide valide per la ventesima giornata di campionato. (CLASSIFICA, PROBABILI FORMAZIONI e HIGHLIGHTS)

Spezia-Udinese 0-1
Atalanta-Lazio 1-3
Cagliari-Sassuolo 1-1
Crotone-Genoa 0-3
Napoli-Parma 2-0
Roma-Hellas Verona 3-1

Serie A
Serie A

Serie A, Roma-Verona 3-1: tris giallorosso

Roma-Hellas Verona 3-1

Marcatori: 20′ Mancini (R), 22′ Mkhitaryan (R), 29′ Borja Mayoral (R), 61′ Colley E. (V)

Roma (3-4-2-1): Pau Lopez; Mancini, Smalling (12′ Kumbulla), Ibanez; Karsdorp (86′ Bruno Peres), Villar (70′ Cristante), Veretout (86′ Diawara), Spinazzola; Pellegrini Lo., Mkhitaryan; Borja Mayoral (86′ Carles Perez). All. Fonseca

Hellas Verona (3-4-2-1): Silvestri; Dawidowicz, Gunter, Ceccherini (80′ Udogie); Faraoni (57′ Dimarco), Tameze, Ilic (56′ Bessa), Lazovic; Barak, Zaccagni (57′ Colley E.); Kalinic (46′ Lasagna). All. Juric

Arbitro: Sig. Marco Piccinini di Forlì

Note: Ammoniti: Pellegrini Lo., Kumbulla (R); Faraoni (V). Angoli: 4-5 per il Verona. Recupero: 2′ p.t.; 3′ s.t.

La Roma alla prima occasione trova il vantaggio. Sugli sviluppi dell’angolo, Mancini di testa batte Silvestri. Passano due minuti e arriva il raddoppio. Mayoral serve Mkhitaryan. L’armeno non deve fare altro che appoggiare la palla in rete. Al 29′ c’è il tris giallorosso. Silvestri respinge corto una conclusione di Pellegrini, il più lesto è Borja Mayoral a mettere la palla in rete.

Nella ripresa la Roma ha subito due chance con Veretout (palla alta) e Spinazzola (attento Silvestri). Al primo vero tiro in porta, invece, il Verona passa in vantaggio. Cross di Bessa e colpo di testa vincente di Colley. La squadra scaligere aumenta il forcing, ma è la Roma ad avere l’occasione per il poker. E’ ancora Silvestri con il piede a negare la gioia del gol a Veretout. Ci prova il Verona con Lasagna, Pau Lopez si salva mandando in angolo la sfera. Non succede più nulla. Una vittoria per la Roma fondamentale per rimanere in zona Champions.

Serie A, Napoli-Parma 2-0: i partenopei ritrovano la vittoria

Napoli-Parma 2-0

Marcatori: 32′ Elmas, 82′ Politano

Napoli (4-3-3): Ospina; Di Lorenzo, Manolas, Koulibaly, Mario Rui (77′ Hysaj); Elmas (77′ Maksimovic), Demme, Zielinski (70′ Bakayoko); Lozano, Petagna (62′ Politano), Insigne L. All. Gattuso

Parma (4-3-3): Sepe; Conti A., Osorio, Gagliolo, Pezzella Giu. (79′ Busi); Grassi (46′ Grassi), Brugman (80′ Man), Kurtic (81′ Cyprien); Kucka, Cornelius, Gervinho. All. D’Aversa

Arbitro: Sig. Federico La Penna di Roma 1

Note: Ammoniti: Demme, Elmas (N); Gagliolo, Pezzella Giu., Conti A. (P). Angoli: 7-6 per il Napoli. Recupero: 1′ p.t.; 4′ s.t.

La prima parte non regala particolari emozioni. La partita si sblocca al primo vero tiro in porta. Azione personale di Elmas, il macedone supera la difesa avversaria e batte Sepe. L’ultima occasione del tempo è per Lozano, palla fuori.

Nella ripresa il Parma è più intraprendente, ma le occasioni latitano da entrambe le parti. Il raddoppio del Napoli arriva nel finale. Politano batte Sepe con l’aiuto della deviazione di Osorio. L’ultima occasione del match è i padroni di casa, Insigne colpisce il palo. Una vittoria che consente al Napoli di guardare con fiducia al futuro.

Serie A, Atalanta-Lazio 1-3: colpo biancoceleste

Atalanta-Lazio 1-3

Marcatori: 2′ Marusic (L), 51′ Correa (L), 79′ Pasalic (A), 82′ Muriqi (L)

Atalanta (3-4-2-1): Gollini; Toloi, Palomino, Djimsiti; Maehle, de Roon, Freuler (78′ Caldara), Ruggeri (46′ Malinovskyi); Miranchuk (54′ Pasalic), Ilicic (67′ Lammers); Zapata D. (54′ Muriel). All. Gasperini

Lazio (3-5-2): Reina; Patric (37′ Musacchio), Acerbi, Radu; Lazzari M., Milinkovic-Savic S., Lucas Leiva (80′ Escalante), Luis Alberto (59′ Akpa Akpro), Marusic; Correa (81′ Pereira A.), Immobile (80′ Muriqi). All. Inzaghi S.

Arbitro: Sig. Daniele Chiffi di Padova

Note: Ammoniti: Patric (L). Angoli: 2-2. Recupero: 1′ p.t.; 3′ s.t.

Pronti, via e la Lazio trova il vantaggio. Conclusione dalla distanza di Marusic, beffato Gollini poco fuori dai pali. La Lazio va ad un passo dal raddoppio con Milinkovic-Savic, palla sul palo. Ancora biancocelesti pericolosi con Luis Alberto, attento Gollini. Il primo tiro dell’Atalanta arriva allo scadere: Reina si oppone a Zapata.

Raddoppia subito la squadra di Inzaghi nella ripresa. Immobile lancia in campo aperto Correa. L’argentino davanti a Gollini non sbaglia. Ancora la Lazio pericolosa con Lazzari, Gollini si salva in qualche modo. Nel finale l’Atalanta riesce ad accorciare le distanze. Muriel colpisce il palo, il più lesto è Pasalic che realizza l’1-2. La squadra di Inzaghi ristabilisce subito le distanze con il neo entrato Muriqi. Non succede più nulla fino al triplice fischio. Colpo Champions per la Lazio.

Serie A, Cagliari-Sassuolo 1-1: Boga risponde a Joao Pedro

Cagliari-Sassuolo 1-1

Marcatori: 75′ Joao Pedro (C), 90’+4 Boga (S)

Cagliari (4-3-2-1): Cragno; Zappa (72′ Walukiewicz), Ceppitelli, Godin, Lykogiannis (82′ Tripaldelli); Oliva, Marin, Deiola (66′ Sottil); Nainggolan, Joao Pedro; Simeone (65′ Pavoletti). All. Di Francesco E.

Sassuolo (4-2-3-1): Consigli; Muldur, Marlon, Ferrari G. M., Rogério; Obiang (71′ Lopez M.), Locatelli M.; Traoré H. (87′ Oddei), Djuricic (77′ Raspadori), Boga; Caputo (70′ Defrel). All. De Zerbi

Arbitro: Sig. Maurizio Mariani di Aprilia

Note: Ammoniti: Marin, Nainggolan (C); Obiang (S). Angoli: 3-14 per il Sassuolo. Recupero: 0′ p.t.; 5′ s.t.

Prima parte di gara divertente alla Sardegna Arena. La prima ghiotta occasione è per il Sassuolo, Cragno si supera su Locatelli. Dall’altra parte è Traoré a salvare sul colpo di testa di Lykogiannis. Dall’altra parte in contropiede Djuricic da buona posizione non inquadra la porta. Le ultime due chance del primo tempo sono per Djuricic (miracolo di Cragno) e Nainggolan (palla sul palo).

Nella ripresa subito un doppio miracolo di Cragno su Boga e Djuricic. Continua il forcing degli ospiti, ma al primo tiro in porta nella ripresa il Cagliari trova il vantaggio. Cross di Marin e colpo di testa vincente di Joao Pedro. Il Sassuolo trova il meritato pareggio all’ultimo secondo. Boga sul cross di Oddei firma l’1-1. Non succede più nulla. Un punto che non serve a nessuna delle due squadre.

Serie A, Crotone-Genoa 0-3: dominio ligure in Calabria

Crotone-Genoa 0-3

Marcatori: 24′ Destro, 29′ Czyborra, 50′ Destro

Crotone (3-4-1-2): Cordaz; Magallan (69′ Djidji), Marrone, Golemic; Pedro Pereira (46′ Rispoli), Zanellato (70′ Henqique), Benali, Reca; Messias; Simy, Di Carmine (56′ Riviere). All. Stroppa

Genoa (3-5-2): Perin; Masiello A., Radovanovic, Criscito; Zappacosta (71′ Ghiglione), Strootman (75′ Behrami), Badelj, Zajc, Czyborra; Destro (71′ Pandev), Shomurodov. All. Ballardini

Arbitro: Sig. Piero Giacomelli di Trieste

Note: Ammoniti: Messias, Henrique, Reca (C); Strootman (G). Angoli: 3-11 per il Genoa. Recupero: 2′ p.t.; 3′ s.t.

Al primo vero tiro in porta il Genoa si porta in vantaggio. Destro sfrutta una respinta corta della difesa avversaria per battere Cordaz. Passano quattro minuti e il Genoa trova il raddoppio. Cross dalla destra, conclusione al volo di Czyborra e palla in rete. Non succede più nulla fino al duplice fischio.

Ad inizio ripresa arriva subito il tris del Genoa. Destro in mezzo a Marrone e Magallan batte per la seconda volta Cordaz. L’ultima occasione per i padroni di casa. Perin, con l’aiuto del palo si salva su Benali. Dall’altra parte è Cordaz a dire di no a Pandev. Vittoria fondamentale in chiave salvezza per il Grifone.

Serie A, Spezia-Udinese 0-1: decide un rigore di de Paul

Spezia-Udinese 0-1

Marcatori: 52′ rig. de Paul

Spezia (4-3-3): Provedel; Vignali (71′ Estevez), Chabot, Erlic, Bastoni S.; Maggiore, Agoumé (70′ Agoumé), Pobega (46′ Acampora); Gyasi, Galabinov (63′ Agudelo), Farias (63′ Saponara). All. Italiano

Udinese (3-5-1-1): Musso; Rodrigo Becao, Bonifazi (88′ De Maio), Nuytinck; Stryger Larsen, de Paul, Walace, Arslan (60′ Mandragora), Zeegelaar (89′ Molina N.); Pereyra R.; Deulofeu (60′ Deulofeu). All. Gotti

Arbitro: Sig. Antonio Di Martino di Teramo

Note: Ammoniti: Pobega, Vignali Bastoni S., Acampora (S); Bonifazi, De Maio(U). Espulso: al 75′ de Paul (U) per doppia ammonizione; all’85’ Saponara (S) per doppia ammonizione. Angoli: 2-2. Recupero: 0′ p.t.; 5′ s.t.

Primo tempo senza particolari emozioni al primo. La prima chance arriva al 20′. Colpo di testa di Gyasi, risponde presente Musso. Reagisce l’Udinese con Becao e Deulofeu. Il centrale brasiliano è impreciso, l’esterno spagnolo viene fermato dal palo.

Nella ripresa parte forte lo Spezia con Maggiore, ancora una volta attento Musso. Al 50′ ingenuità di Chabot che stende Deulofeu in area di rigore. Dal dischetto de Paul: palla da una parte e portiere dall’altra. Dopo la rete bianconera, la squadra di casa aumenta il forcing ma le occasioni latitano nonostante la superiorità numera per il doppio giallo a de Paul. Parità numerica ristabilita all’85’ per il rosso a Saponara. Non succede più nulla fino al triplice fischio. Vittoria fondamentale in chiave salvezza per l’Udinese di Gotti.

TAG:
calcio news

ultimo aggiornamento: 01-02-2021


Gabriel Batistuta, il Re Leone di Fiorentina e Roma

La Procura federale apre un’inchiesta sulla lite tra Ibrahimovic e Lukaku