Serie A, i risultati di domenica 21 novembre 2021. Bene l’Inter contro il Napoli. Vince la Roma in casa del Genoa.

ROMA – Serie A, i risultati di domenica 21 novembre 2021. Dopo il successo della Juventus e la sconfitta del Milan, arriva il primo k.o. del Napoli in casa dell’Inter. Bene Roma, Sampdoria e Venezia mentre Sassuolo e Cagliari non vanno oltre il 2-2.

Terza dose Vaccino, a chi spetta prima e quanto dura.

Genoa-Roma 0-2: decide Felix

Genoa-Roma 0-2

Marcatori: 81′ Felix, 90’+4 Felix

Genoa (3-5-2): Sirigu; Biraschi (84′ Bianchi), Masiello A., Vasquez; Sabelli (84′ Ghiglione), Sturaro (89′ Galdames), Badelj (90′ Buksa), Rovella, Cambiaso; Pandev (63′ Hernani), Ekuban. All. Shevchenko

Roma (4-4-2): Rui Patricio; Karsdorp, Mancini, Kumbulla (87′ Smalling), Ibanez; Mkhitaryan, Pellegrini Lo. (90’+3 Bove), Veretout, El Shaarawy; Shomurodov (74′ Felix), Abraham. All. Mourinho

Arbitro: Sig. Massimiliano Irrati di Pistoia

Note: Ammoniti: Cambiaso, Badelj (G); Veretout, Felix (R). Angoli: 1-2 per la Roma. Recupero: 1′ p.t.; 4′ s.t.

La prima vera occasione capita per la Roma, ma il destro (senza scarpa) di Shomurodov da buona posizione non inquadra la porta. Non succede praticamente nulla fino al duplice fischio.

Nella ripresa la prima chance è per i padroni di casa. Rui Patricio si salva in qualche modo su Sturaro. Reagisce la Roma con Mkhitaryan, palla di poco fuori. Il match si sblocca nel finale. E’ ancora Mkhitaryan protagonista e poi primo gol in Serie A di Felix. Il raddoppio arriva nel finale con il raddoppio di Felix. Vince la Roma mentre Sheva inizia con una sconfitta.

Inter-Napoli 3-2: primo k.o. per il Napoli

Inter-Napoli 3-2

Marcatori: 18′ Zielinski (N), 25′ rig. Calhanoglu (I), 44′ Perisic (I), 61′ Lautaro Martinez (I), 78′ Mertens (N)

Inter (3-5-2): Handanovic; Skriniar, Ranocchia, Bastoni A.; Darmian, Barella (75′ Dimarco), Brozovic, Calhanoglu (62′ Vidal), Perisic (88′ Satriano); Correa (62′ Dzeko), Lautaro Martinez (75′ Gagliardini). All. Inzaghi S.

Napoli (4-2-3-1): Ospina; Di Lorenzo, Rrahmani, Koulibaly, Mario; Zambo Anguissa, Fabian Ruiz; Lozano (75′ Elmas), Zielinski, Insigne L. (75′ Mertens); Osimhen (54′ Petagna). All. Spalletti

Arbitro: Sig. Paolo Valeri di Roma 1

Note: Ammoniti: Inzaghi S., Calhanoglu, Vidal, Handanovic (I), Osimhen, Koulibaly, Rrahmani (N). Angoli: 4-1 per l’Inter. Recupero: 1′ p.t.; 8′ s.t.

La prima chance è per Lautaro, colpo di testa debole e impreciso. Il match si sblocca al primo tiro del Napoli verso la porta. Zielinski servito da Insigne beffa Handanovic. Il pareggio arriva al 25′. Valeri, dopo un consulto con il Var, assegna un calcio di rigore per il tocco con il braccio di Koulibaly. Dal dischetto Calhanoglu non sbaglia. Poco dopo Ospinta si supera su Barella. La rimonta si completa al 44′. Perisic sugli sviluppi di un corner batte Calhanoglu. Non succede più nulla fino al duplice fischio.

Nella ripresa subito una chance per l’Inter. Ospina attento su Lautaro. La partita si chiude al 61′. In contropiede Correa serve Lautaro che non sbaglia e ritrova il gol. Nel finale la riapre il Napoli con una magia di Mertens. Nel finale da segnalare un miracolo di Handanovic su Mario Rui e una occasione non sfruttata da Mertens. Vince l’Inter, prima sconfitta per il Napoli.

Bologna-Venezia 0-1: decide Okereke

Bologna-Venezia 0-1

Marcatori: 60′ Okereke

Bologna (3-4-1-2): Skorupski; Soumaoro, Medel, Theate; Orsolini (69′ Vignato), Dominguez N. (87′ Viola N.), Svanberg, Hickey (79′ Santander); Soriano; Barrow (69′ Sansone N.), Arnautovic. All. Mihajlovic

Venezia (4-3-3): Romero; Mazzocchi, Caldara, Ceccaroni, Haps; Busio (80′ Modolo), Vacca (60′ Tessmann), Ampadu; Aramu (61′ Kiyine), Okereke (80′ Peretz), Johnsen (54′ Henry). All. Zanetti P.

Arbitro: Sig. Daniele Chiffi di Padova

Note: Ammoniti: Busio, Haps, Romero (V). Angoli: 17-0 per il Bologna. Recupero: 0′ p.t.; 5′ s.t.

Un inizio di match sicuramente giocato a ritmi molto bassi con le due difese che non rischiano nulla. La prima chance arriva al 34′ con Romero che risponde presente su Svanberg. Non succede praticamente nulla fino al duplice fischio.

Nella ripresa subito Orsolini scatenato, ma la difesa del Venezia si salva in qualche modo. Il match, un po’ a sorpresa, lo sbloccano gli ospiti. Busio trova Okereke bravo a battere in uscita Skorupski. Il Bologna prova a reagire, ma Romero non rischia praticamente nulla. E nel finale è il Venezia ad avere la chance del raddoppio, ma il portiere di casa salva su Henry e Tessmann. Ancora Skorupski protagonista poco dopo su Henry. Non succede più nulla, vince il Venezia.

Salernitana-Sampdoria 0-2: colpo doriano

Salernitana-Sampdoria 0-2

Marcatori: 40′ aut. Di Tacchio, 42′ Candreva

Salernitana (4-3-1-2): Belec; Zortea (56′ Kechrida), Gyomber, Gagliolo, Ranieri L.; Coulibaly L., Di Tacchio (67′ Schiavone), Kastanos (46′ Obi); Ribery (67′ Simy); Gondo (56′ Bonazzoli F.), Djuric . All. Colantuono

Sampdoria (4-4-2): Audero; Bereszynski (62′ Dragusin), Ferrari A. (65′ Chabot), Colley O., Augello; Candreva, Ekdal, Thorsby, Verre (62′ Askildsen); Caputo, Quagliarella (87′ Caputo). All. D’Aversa

Arbitro: Sig. Piero Giacomelli di Trieste

Note: Ammoniti: Bereszynski, Ekdal, Chabot (Sam). Angoli: 13-3 per la Salernitana. Recupero: 1′ p.t.; 5′ s.t.

Partita sin dai primi minuti dominata dalla squadra di D’Aversa. Belec risponde presentew su Quagliarella. Poco dopo Candreva e Caputo non riescono ad inquadrare la porta. Nel finale di tempo Belec dice di no in pochi secondi a Thorsby e Caputo. Il match si sblocca al 40′ anche in modo un po’ fortunato. Il cross dalla sinistra viene mandato nella propria porta da Di Tacchio. Passano due minuti e arriva il raddoppio doriano. Questa volta è Quagliarella a servire Candreva che, con il destro, concretizza alla perfezione un contropiede.

Nella ripresa la Salernitana la prova a riaprire con Ranieri, Audero dice di no con un grande intervento. Non succede più nulla fino al 90′, colpo della Sampdoria.

Sassuolo-Cagliari 2-2: termina in parità al ‘Mapei Stadium’

Sassuolo-Cagliari 2-2

Marcatori: 35′ Scamacca (S), 39′ Keita B. (C)

Sassuolo (4-3-3): Consigli; Toljan, Ayhan, Ferrari G. M., Rogério (86′ Kyriakopoulos); Frattesi, Maxime Lopez, Traoré H. (85′ Henrique); Berardi, Scamacca, Raspadori (90′ Muldur). All. Dionisi

Cagliari (4-4-2): Cragno; Zappa G. (78′ Caceres), Ceppitelli, Carboni, Lykogiannis; Bellanova, Grassi (79′ Deiola), Marin, Nandez; Joao Pedro, Keita B. (84′ Pavoletti). All. Mazzarri

Arbitro: Sig. Niccolò Baroni di Firenze

Note: Ammoniti: Ayhan (S); Marin, Grassi (C). Angoli: 6-5 per il Sassuolo. Recupero: 0′ p.t.; 4′ s.t.

La prima occasione è per il Sassuolo, Cragno si supera su Frattesi. La replica arriva con Bellanova, Consigli attento. Ancora sardi pericolosi, la traversa nega la gioia del gol a Ceppitelli. Il match si sblocca al 35′. Berardi in profondità per Scamacca, l’attaccante non sbaglia davanti a Cragno. Immediata la replica del Cagliari. Nandez la mette in mezzo e Keita in acrobazia firma l’1-1. Non succede più nulla fino all’intervallo.

Gianluca Scamacca
Gianluca Scamacca

Nella ripresa subito una chance per il Sassuolo, ma Berardi calcia a lato. Lo stesso numero 25 si presenta dal dischetto dopo uno scontro tra Lykogiannis e Frattesi poco più tardi e questa volta non sbaglia. Sempre dagli undici metri arriva il pareggio rossoblu di Joao Pedro (fallo di Frattesi sullo stesso brasiliano). L’ultima vera chance è per il Cagliari, ma Consigli dice di no a Deiola. Un punto che potrebbe non essere utile a nessuna delle due squadre.

Riproduzione riservata © 2021 - NM

calcio news Inter

ultimo aggiornamento: 21-11-2021


Manchester United, Solskjaer esonerato. Arriva Zidane?

Italia, Mancini valuta Joao Pedro: potrebbe essere convocato in Nazionale