Serie A, i risultati delle partite del 12 dicembre 2021: vincono Inter, Atalanta e Torino. Perdono Napoli e Sassuolo.

ROMA – Serie A, i risultati di domenica 12 dicembre. Dopo lo stop di Juventus e Milan, fermate da Venezia e Udinese, l’Inter conquista la vittoria e la testa della classifica. Bene Torino e Atalanta. A sorpresa Napoli e Lazio perdono contro Empoli e Sassuolo.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Inter-Cagliari 4-0: nerazzurri primi

Inter-Cagliari 4-0

Marcatori: 29′ Lautaro Martinez, 50′ Sanchez A., 66′ Calhanoglu, 68′ Lautaro Martinez

Inter (3-5-2): Handanovic; Skriniar, de Vrij, Bastoni A.; Dumfries (71′ Dimarco), Barella, Brozovic (72′ Vidal), Calhanoglu (75′ Sensi), Perisic (82′ Zanotti); Sanchez A., Lautaro Martinez (72′ Satriano). All. Inzaghi S.

Cagliari (3-5-2): Cragno; Caceres (70′ Zappa G.), Godin, Carboni (82′ Obert); Bellanova, Deiola (82′ Oliva), Grassi (58′ Lykogiannis), Marin, Dalbert; Keita B. (70′ Pavoletti), Joao Pedro. All. Mazzarri

Arbitro: Sig. Matteo Marchetti di Ostia

Note: al 44′ Cragno (C) para un calcio di rigore a Lautaro Martinez. Ammoniti: Lautaro Martinez (I); Cragno, Deiola (C). Angoli: 9-0 per l’Inter. Recupero: 0′ p.t.; 0′ s.t.

Parte bene l’Inter con une conclusioni di Barella poco precise. Reagisce il Cagliari con Bellanova, attento Handanovic. Dall’altra parte ci prova Skriniar, Cragno risponde presente. Il match si sblocca al 29′. Angolo perfetto di Calhanoglu e colpo di testa vincente di Lautaro Martinez. Poco dopo Cragno si supera su Sanchez. La grande occasione del raddoppio arriva al 44′. Lautaro, però, dal dischetto si fa ipnotizzare da Cragno (fallo assegnato per fallo dello stesso portiere su Dumfries ndr). L’estremo difensore dei sardi attento su Brozovic e su questa conclusione finisce il primo tempo.

Lautaro Martinez
Lautaro Martinez

Ad inizio ripresa arriva il raddoppio: cross di Barella e conclusione vincente di Sanchez. Poco dopo Cragno dice di no a Dumfries. Ancora estremo difensore dei sardi attento su Sanchez. Dilaga la squadra di Inzaghi. Calhanoglu si mette in proprio e con il destro trafigge Cragno. Non si fermano i nerazzurri. Barella lancia in profondità per Lautaro che non sbaglia davanti a Cragno. Il portiere dei sardi dice di no in tre occasioni in pochi minuti a Barella, Skriniar e Vidal. L’ultima occasione è per Sanchez, palla sulla traversa. L’Inter vince e conquista la vetta della classifica.

Napoli-Empoli 0-1: decide Cutrone

Napoli-Empoli 0-1

Marcatori: 70′ Cutrone

Napoli (4-2-3-1): Ospina; Di Lorenzo, Rrahmani, Juan Jesus, Mario Rui; Demme (63′ Anguissa), Zielinski (22′ Insigne L.); Lozano (63′ Politano), Ounas, Elmas (86′ Malcuit); Mertens (63′ Petagna). All. Spalletti

Empoli (4-3-1-2): Vicario; Stojanovic, Ismajli, Luperto (81′ Viti), Parisi; Zurkowski (79′ Bandinelli), Stulac (64′ Ricci S.), Henderson L. (64′ Henderson); Bajrami (64′ Di Francesco F.); Pinamonti, Cutrone. All. Andreazzoli

Arbitro: Sig. Livio Marinelli di Tivoli

Note: Ammoniti: Zurkowski (E). Angoli: 10-3 per il Napoli. Recupero: 2′ p.t.; 6′ s.t.

La prima chance è per il Napoli. La conclusione di Elmas colpisce la traversa. Ci prova Lozano, attento Vicario. Nessun gol all’intervallo al Maradona.

LUCIANO SPALLETTI
LUCIANO SPALLETTI

Ancora azzurri pericolosi, Vicario attento su Di Lorenzo. Reagisce l’Empoli con Cutrone, Ospina risponde presente e manda in angolo. La squadra di Spalletti continua a spingere, ma è l’Empoli a trovare il vantaggio. Anguissa respinge sulla testa di Cutrone e palla in rete. Immediata la reazione del Napoli, Petagna viene fermato dal palo. Ci prova Ounas, interviene Vicario in qualche modo. Colpo in trasferta dell’Empoli al Maradona.

Sassuolo-Lazio 2-1: rimonta neroverde

Sassuolo-Lazio 2-1

Marcatori: 6′ Zaccagni (L), 62′ Berardi D. (S), 69′ Raspadori (S)

Sassuolo (4-2-3-1): Consigli; Toljan, Ferrari G. M. (73′ Ayhan), Chiriches, Rogério; Frattesi, Lopez M.; Berardi D. (80′ Defrel), Raspadori (89′ Muldur), Traoré H. (74′ Henrique); Scamacca (80′ Boga). All. Dionisi

Lazio (4-3-3): Strakosha; Hysaj (78′ Muriqi), Luiz Felipe, Acerbi, Marusic; Akpa Akpro (71′ Anderson A.), Cataldi (79′ Lucas Leiva), Basic; Pedro (46′ Felipe Anderson), Immobile, Zaccagni (65′ Lazzari M.). All. Sarri

Arbitro: Sig. Simone Sozza di Seregno

Note: Ammoniti: Marusic, Anderson A. (L). Espulso: all’87’ Ayhan (S) per chiara occasione da rete. Angoli: 6-0 per il Sassuolo. Recupero: 1′ p.t.; 5′ s.t.

Pronti, via e la Lazio trova il vantaggio. Errore in uscita di Raspadori. Pedro supera Rogério serve Zaccagni e rete dell’1-0 dell’ex Verona. Immediata la reazione del Sassuolo, Strakosha attento su Scamacca. Ancora l’attaccante scuola Roma pericoloso, palla sul palo. Poco dopo ci prova Frattesi, attento Strakosha. Non succede praticamente nulla fino all’intervallo.

Maurizio Sarri
Milano 07/07/2020 – campionato di calcio serie A / Milan-Juventus / foto Image Sport nella foto: Maurizio Sarri

Nella ripresa subito una chance per il Sassuolo. Berardi da ottima posizione con il sinistro non inquadra la porta. Il pareggio arriva al 62′. E’ proprio il capitano neroverde a firmare l’1-1 con un mancino dalla distanza. La squadra di Dionisi la ribalta al 69′. E’ Raspadori questa volta a trovare la via della rete. All’87’ padroni di casa in dieci per il rosso diretto (chiara occasione da gol) estratto ad Ayhan. Sulla punizione Basic colpisce la traversa e rimbalza sulla linea. Non succede più nulla fino al triplice fischio, vince il Sassuolo in rimonta.

Hellas Verona-Atalanta, la Dea vince in rimonta

Hellas Verona-Atalanta 1-2

Marcatori: 22′ Simeone (S), 37′ Miranchuk (A), 62′ Koopmeiners (A)

Hellas Verona (3-4-2-1): Montipò; Casale, Magnani (71′ Sutalo), Ceccherini (81′ Ceccherini); Faraoni, Tameze, Ilic (60′ Miguel Veloso), Lazovic; Lasagna (61′ Bessa), Caprari; Simeone. All. Tudor

Atalanta (3-4-2-1): Musso; Toloi, Demiral, Djimsiti; Zappacosta (46′ Hateboer), de Roon, Koopmeiners, Pezzella Giu. (84′ Palomino); Pasalic (56′ Zapata D.), Miranchuk; (77′ Pessina) Muriel (57′ Ilicic). All. Gasperini

Arbitro: Sig. Juan Luca Sacchi di Macerata

Note: Ammoniti: Ceccherini, Caprari (V); Zapata D. (A). Angoli: 6-6. Recupero: 0′ p.t.; 3′ s.t.

Parte forte la formazione di casa che si rende pericolosa in almeno due occasioni prima del gol del vantaggio che arriva al minuto ventidue con Simeone che calcia da posizione ravvicinata ma defilata e batte il portiere sul suo palo. La Dea si fa vedere in avanti solo alla mezz’ora con una conclusione pericolosa di Pasalic che si stampa sul palo. L’occasione scuote l’Atalanta che trova il pari al 37′ con Mirančuk che da pochi passi devia in rete un cross di Pezzella.

Gian Piero Gasperini Atalanta
Gian Piero Gasperini

Il Verona parte bene anche nella ripresa, poi le squadre si allungano e le condizioni diventano quelle ideali per esaltare le qualità dell’Atalanta che al sessantaduesimo trova il gol del vantaggio con Koopmeiners.

Torino-Bologna, tre punti per i granata

Torino Bologna 2-1

Marcatori: 24′ Sanabria (T), 69′ aut. Soumaoro (T), 79′ rig. Orsolini (B)

Torino (3-4-2-1): Milinkovic-Savic V.; Zima, Bremer (46′ Buongiorno), Rodriguez R.; Singo, Lukic, Pobega, Vojvoda; Praet, Pjaca (85′ Brekalo); Sanabria (88′ Zaza). All. Juric

Bologna (3-4-2-1): Skorupski; Soumaoro, Medel, Theate (86′ Vignato); De Silvestri, Soriano (77′ Orsolini), Svanberg, Hickey; Skov Olsen (68′ Viola N.), Barrow (67′ Sansone N.); Arnautovic (76′ Santander). All. Mihajlovic

Arbitro: Sig. Federico Dionisi de L’Aquila

Note: Ammoniti: Theate, Soumaoro, Soriano, De Silvestri (B). Angoli: 5-0 per il Torino. Recupero: 0′ p.t.; 3′ s.t.

Prima emozione della gara al decimo minuto con un bel calcio di punizione di Lukic che termina alto sopra la traversa. Sul ribaltamento di fronte Bologna ad un passo dal vantaggio con una conclusione di Soriano neutralizzata dal portiere. Al 24′ il vantaggio del Torino con Sanabria che riceve da Lukic e batte a rete da distanza ravvicinata. Il primo tempo regala grandi emozioni con occasioni da una parte e dall’altra e con le squadre che vanno al riposo con il Torino in vantaggio.

Ad inizio ripresa il Torino attacca per chiudere la partita ma il Bologna difende con ordine e prova a pungere in contropiede. Al 69′ il meritato raddoppio del Toro con una sfortunata autorete di Soumaoro che devia in rete una conclusione di Pobega. Al settantaseiesimo il Bologna rientra in partita con un calcio di rigore realizzato da Orsolini. Nel finale di tempo un’occasione per parte: ci prova prima il Toro con Zaza che impegna il portiere con una bella conclusione, poi ci prova Vignato per il Bologna, ma la sua conclusione da distanza ravvicinata non impensierisce il portiere.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

calcio news Inter

ultimo aggiornamento: 12-12-2021


Calciomercato, incontro Wanda-Juventus per Icardi. La Roma pensa a Morata

Inchiesta calciomercato, indagati Ramadani e Chiodi. Dubbi sulle operazioni Pjanic e Chiesa