Serie A, Roma-Udinese 3-1: incontenibile Dzeko, doppietta per El Shaarawy

I giallorossi superano anche l’ostacolo Udinese e si portano a 12 punti in classifica, a 3 da Napoli e Juventus.

chiudi

Caricamento Player...

Dopo le diffidenze e le difficoltà iniziali, continua il momento d’oro della Roma di Eusebio Di Francesco. Nel primo anticipo del sabato, in un Olimpico non particolarmente pieno, i giallorossi hanno passeggiato sulla sfilacciata Udinese di Del Neri (per i bianconeri record di sconfitte consecutive in trasferta). Momentaneamente i giallorossi volano a soli 3 punti dalle capoliste Juve e Napoli, in attesa degli impegni delle due compagini rispettivamente con Torino e Spal. Con un Dzeko in questa forma e con tale facilità di gioco chissà che la Roma non possa tornare in lizza tra le favorite per lo scudetto.

Roma-Udinese: Dzeko trascinatore, Elsha rapace

Ancora una volta la Roma di Di Francesco sbrana l’avversario grazie alle fauci poderose di Edin Dzeko. Già al 12′ il bosniaco porta in vantaggio la squadra capitolina: da terra Nainggolan riesce a servire il centravanti che in un secondo si gira e batte col sinistro l’incolpevole Bizzarri. Inarrestabile, l’attaccante ex City costruisce l’azione del 2-0 al 30′, lasciando sul posto il proprio marcatore e mettendo al centro per El Shaarawy, il cui tocco di esterno destro beffa con una sorta di parabola Bizzarri in uscita. Sul scoccare del duplice fischio lo stesso El Shaarawy torna a battere Bizzarri: assist di rabona di Perotti, stop sciagurato di Larsen che lancia l’esterno giallorosso, per il quale è un gioco da ragazzi anticipare il portiere argentino in uscita. Nella ripresa calano i ritmi, l’Udinese si fa vedere con una clamorosa traversa ma è la Roma a sfiorare il 4-0: su un solare penalty si presenta Perotti, il quale per la prima volta in maglia giallorossa manca la marcatura colpendo il palo. Al 90′ il gol della bandiera per l’Udinese, con Larsen che approfitta del fuorigioco sbagliato da Hector Moreno e fulmina Alisson in uscita. Finisce 3-1: per la Roma l’ennesimo successo che rafforza la fiducia dell’ambiente; per i bianconeri invece un passo indietro importante sul piano del gioco rispetto alla trasferta di Milano.