Leonardo dopo Samp-Milan: "Su Piatek era rigore, le immagini parlano"

Leonardo a DAZN: “Su Piatek era rigore”

Ecco le dichiarazioni rilasciate da Leonardo al termine di Sampdoria-Milan, gara valida per la 29esima giornata di Serie A.

Serie A, Sampdoria-Milan 1-0: seconda sconfitta consecutiva per la squadra di Rino Gattuso, che dopo il derby cade anche a Marassi. Nel dopo-partita, il direttore tecnico rossonero, Leonardo, ha parlato ai microfoni di DAZN.

“Dal derby sono già passate due settimane – ha dichiarato – i calciatori sono andati via con le Nazionali ma oggi non è stata una prestazione di quelle migliori. Nella ripresa ci abbiamo provato di più, con cuore e con voglia, nel tentativo di recuperare”.

“L’errore fa parte del calcio – ha affermato in merito allo scivolone di Donnarummanon facciamo processi o non cerchiamo situazioni che non esistono. Siamo ancora quarti, abbiamo 51 punti e Roma e Lazio sono ancora dietro. Stiamo tranquilli e gestiamo queste due sconfitte consecutive con equilibrio”.

Nel corso dell’intervista, Leonardo ha parlato anche della questione stadio: “Non è solo una nostra l’idea, ma è quella di qualsiasi squadra di alto livello quella di cercare soluzioni più adatte al calcio di oggi. Il Milan è da sempre all’avanguardia, ma è complicato perché subentrano molti protagonisti. È normale che un club come il nostro pensi a un impianto europeo che permetta di inserire nuovi introiti e soluzioni diverse”.

Krzysztof Piatek Sampdoria-Milan
Krzysztof Piatek

Serie A, Milan ko contro la Sampdoria

Una considerazione anche sull’esclusione di Kessié: “Non c’è nessuno strascico dal derby, a livello societario tutti hanno capito il gesto e noi in dirigenza siamo stati chiari con provvedimenti immediati. Poi la scelta odierna è tecnica, avendo un solo allenamento nelle gambe con la squadra”.

Il Milan si lamenta per un calcio di rigore non concesso dall’arbitro Orsato: “Le immagini parlano. Non cercherò alibi, ma Piatek al novantesimo viene prima sbilanciato e poi tirato giù, senza che il difensore tocchi la palla, non credo nemmeno serva discuterlo un rigore così. La VAR esiste e l’arbitro è andato a vedere ma questo errore condiziona una partita. Anche il fallo di mano del primo tempo su controllo di Bakayoko in area della Samp è abbastanza chiaro, è braccio pieno e mi sembra abbastanza chiaro. È così, davanti agli occhi di tutti. Serve tranquillità, siamo ancora quarti e siamo in lotta, mi ripeto, serve calma”.

ultimo aggiornamento: 30-03-2019

X