Serie A, l’Inter di Spalletti beffa la Roma: da 1-0 a 1-3, decisivo Icardi con una doppietta

Poco concreta e sfortunata, la squadra di Di Francesco colpisce tre pali ma non riesce a contenere la rimonta nerazzurra del secondo tempo.

Strano il calcio. Strano, pazzo, meraviglioso. L’Inter di Spalletti ha espugnato l’Olimpico rimontando contro Roma dopo essere stata vicina al tracollo. La squadra di Di Francesco ha infatti chiuso il primo tempo in vantaggio di un gol e con due pali all’attivo, colpendone un terzo nella ripresa prima di subire il gol del pari di Icardi che ha cambiato la partita. I nerazzurri raggiungono dunque a sei punti la Juventus in testa alla classifica, candidandosi difatti a possibile antagonista dei bianconeri. Gli uomini di Di Francesco invece, al netto della sfortuna, sembrano confermare di aver bisogno di qualche gara per poter assimilare al meglio il cambio di guida in panchina. Difficile che le altre big restino però ad aspettarli a lungo…

Partenza sprint della Roma

Arrembante l’inizio della formazione di Di Francesco, che parte aggredendo gli avversari con un pressing asfissiante, concretizzato in un uno-due micidiale: prima il palo di Kolarov, poi la rete del vantaggio di Dzeko su assist al bacio di Nainggolan. L’Inter di Spalletti, tramortita dall’inizio dei rivali, prova a reagire, ma rischia il tracollo quando, al 39′, la Roma sfiora il raddoppio colpendo un secondo legno, stavolta con il centrocampista belga, dominante a metà campo nella prima frazione.

Icardi la ribalta

Nella ripresa rimescola le carte Spalletti, togliendo un confuso Gagliardini per far spazio a Joao Mario. E la musica cambia. Nonostante il predominio nerazzurro, è la Roma a sfiorare ancora il gol con Perotti, il cui destro dalla distanza colpisce il terzo palo giallorosso di una serata poco fortunata. Beffa per l’Olimpico, due minuti dopo l’Inter pareggia con il capitano Icardi: errore dell’ex Juan Jesus, Candreva mette in mezzo per il centravanti argentino che non sbaglia. Passano dieci minuti e l’Inter trova anche il clamoroso raddoppio: contropiede nerazzurro con Perisic che serve ancora in area Icardi, bravissimo a controllare e fulminare per la seconda volta Alisson. La Roma non ci sta, si riversa nella metà campo avversaria ma viene ancora una volta punita in contropiede nei minuti finali: altro assist di Perisic, stavolta per Vecino, allla prima marcatura con la nuova maglia. Termina così con un trionfo di Spalletti la gara del suo atteso ritorno all’Olimpico. Cade, con molta sfortuna e parecchio autolesionismo, la squadra di Di Francesco. Il nuovo corso per l’ex Sassuolo non comincia al meglio: i difetti della sua squadra sono evidenti. Servirà molto lavoro per ripetere sostenere l’eredità del tecnico di Certaldo.

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures

ultimo aggiornamento: 26-08-2017

Mauro Abbate

X