Juventus-Milan, Gattuso in conferenza stampa

Le dichiarazioni in conferenza stampa di Gennaro Gattuso alla vigilia di Juventus-Milan, trentesima giornata di Serie A TIM.

Su Andre Silva – In questo momento è difficili scegliere quando giochiamo con il 4-3-3. Domani decideremo chi far scendere in campo. Tutti i miei attaccanti mi stanno mettendo in difficoltà”.

Sul turnover – Quando gioca Calabria e quando giocano gli altri commettiamo errori allo stesso modo. Evidentemente Calabria fa meno errori di Borini in difesa, Davide è un difensore. A trovarne altri Borini. Sapevamo che con il Chievo sarebbe stato difficile. La colpa è di tutti quando si prendono gol”.

Sulle voci su Yonghong Li – Io stamattina sono andato da fisioterapisti e magazzinieri e ho detto che non volevo sentire nessuna parola su Conti. Stesse cose quando sento ste’ voci qua. Quando abbiamo un obiettivo, quando le cose le stoppi subito a queste cose non ci pensi”.

Su Nikola Kalinic – È venuto un giorno prima, si è allenato da solo. Nikola lo stimo molto, è un giocatore che in questo momento ci può dare ancora tanto. Io devo tirargli fuori il massimo. Ho visto un giocatore che ha capito e si è messo a disposizione”.

I pericoli della Juve – Il collettivo mi fa paura. Tante volte ti danno la sensazione che non sudano. la Juve è una squadra che si difende con ordine e quando riparte sa quello che deve fare”.

Cosa serve contro la Juve – Contro la Juve ci vuole tutto. Dobbiamo saper giocare, dobbiamo difendere bene il campo. Bisogna giocare una grande partita in tutte e due le fasi. Se giochiamo solo per difenderci usciamo con le ossa rotte. Loro spesso giocano da provinciale, si difendono”.

Andrea Conti – Con Andrea in questi mesi ci sono stati tanti confronti. È un ragazzo che ha una voglia incredibile ma davanti a un infortunio grave la voglia devi metterla davanti. Siamo stati bravi a gestirlo ma non sono stato bravo a farlo stare tranquillo. Entro domani sapremo se dovrà operarsi nuovamente. Noi dobbiamo stare vicino al ragazzo che è un patrimonio della società e dobbiamo metterlo nelle condizioni di recuperare al cento per cento”.

Rinnovo – Fate passare sto caz.. di contratto che non se ne può più! Per me le priorità sono altre, si sta parlando troppo. Si deve parlare dei giocatori, della squadra, invece sento sempre parlare del contratto. Il contratto si deve fare in due ma penso che non ci sarà nessun problema”.

Bonucci e Donnarumma – Non sono stati con me questi giorni. Dopo dieci anni di vittorie Leo torna a Torino, è normale che ci sia emozione ma l’ho visto sereno. Gigio non deve pensare a quello che è successo lo scorso anno”.

Lo spogliatoio dalla parte di Gattuso – Spero e penso che faremo una grande partita. Ho letto le interviste dei miei giocatori, mi portano la rassegna stampa e ho letto quello che hanno detto i ragazzi: hanno parlato bene, hanno detto bene, poi sui titoli qualcosa di sbagliato c’è. So di allenare una squadra che sta bene. C’era il problema Kalinic ma lo abbiamo risolto, è tornato un giorno prima dalla Nazionale e si è allenato da solo”.

Il vantaggio del Real – Juve distratta dalla Champions? La Juve non fa nessun calcolo, è una macchina da guerra, sono abituati. Quando vinci da tanti anni costruisci una grande mentalità, non hanno paura di niente. La loro priorità sara giocare contro di noi”.

Domani sia noi che la Juve ci giochiamo tanto. Noi non possiamo sbagliare, la Juventus neanche. Ci stiamo giocando un qualcosa di importante, abbiamo piccolissime speranze ma dobbiamo continuare a crederci.

Domani sarà una partita difficilissima, la Juventus è imbattibile da sei anni ma domani faremo una grandissima partita.

Allegri? È stato il mio capitano al Perugia, mi ha sempre trattato come un giocatore vero. Da allenatore devo ringraziarlo. Io venivo da un infortunio al crociato, arrancavo quando giocavo, non ero il giocatore che ero prima. Max aveva ragione. Ci siamo chiariti, ho chiesto scusa e da tre anni a questa parte c’è grande amicizia e rispetto. Ho lasciato il Milan perché era finita un’epoca. Lui ha grandi conoscenze, ha un grande staff, è diventato un grandissimo allenatore.

Juventus con quattro giocatori offensivi? Non mi cambia nulla. Sicuramente non giocherà con la difesa a tre, noi dobbiamo fare bene quello che abbiamo preparato”.

Aria di vigilia in casa Milan con Gennaro Gattuso in conferenza stampa alla vigilia della sfida contro la Juventus di Massimiliano Allegri, posticipo della trentesima giornata di Serie A TIM.

Intanto a Torino Massimiliano Allegri ha parlato ai giornalisti svelando alcune indiscrezioni sul suo undici titolare e facendo luce sul caso Bonucci.

Di seguito i convocati di Gattuso per Juventus-Milan:

#JuveMilan: the squad list 🔴⚫️Rino Gattuso has announced the 22-man squad to travel to Turin: bit.ly/JuveMilanSquad#weareateam #weareacmilan

Pubblicato da AC Milan su venerdì 30 marzo 2018

José Mauri Antonio Donnarumma Raoul Bellanova Vincenzo Montella Conferenza stampa Montella Milan -Juventus

ultimo aggiornamento: 30-03-2018

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures
X