Serie A TIM, Milan-Spal: Vincenzo Montella in conferenza stampa

Vincenzo Montella in conferenza stampa alla vigilia di Milan-Spal.

chiudi

Caricamento Player...

Queste le dichiarazioni di Vincenzo Montella in conferenza stampa alla vigilia di Milan-Spal: “Attacco? In qualsiasi squadra la competitività interna è fondamentale, prima la accettano meglio per loro e per l’allenatore. Abbiamo la possibilità di alternare alcuni in giocatore in base alle caratteristiche, all’aspetto fisico. Serve freschezza, soprattutto tra gli attaccanti. Manca un top bomber? Sono contento della campagna acquisti, è una squadra destinata a crescere nel tempo. Abbiamo diversi giocatori da scoprire, non mi manca nulla“.

Suso – Sono certo che dopo il rinnovo sarà più contento e più sereno. In campo può fare grandissime cose perché ha talento, si abituerà al nuovo ruolo imparando a giocare anche dieci metri più verso il centro del campo. Un 3-4-3 per favorire Suso? In carriera ha fatto l’interno e il trequartista. Già con l’Udinese abbiamo giocato con un 3-4-3 con Bonaventura molto alto“.

André Silva – Deve essere più cinico, deve avere più rabbia da gol e in questo deve ancora crescere. Era apparentemente soddisfatto domenica, non è entrato ma è andato a salutare i tifosi a fine partita. Ad oggi l’unica certezza titolare per domani sarà André Silva“.

Sulla panchina lunga del Milan – Ogni volta bisogna fare scelte. Se dovessi pensare ogni volta ai responsi del campo non dormirei la notte. Sono contento di avere possibilità di scelta e i ragazzi stanno rispondendo tutti alla grandei”.

Il rapporto con la proprietà – David viene sempre, è molto coinvolto e preparato. Ci trasmette serenità e fiducia. Con il presidente non ho avuto più modo di parlare“.

Sul livello del Milan – Abbiamo tanti calciatori provenienti da campionati diversi, siamo una squadra ancora tutta da scoprire“.

Nikola Kalinic – Conoscevamo tutte le sue qualità, mi aspettavo un impatto così“.

Il campionato dei bomber – Io credo che stiamo trovando un assetto definitivo ma noi nel’arco dell’annata abbiamo bisogno di tutti. Non possiamo tenere un giocatore in panchina del Milan, e anche se è al di sotto degli altri deve giocare“.

Sulle parole di Cassano – Dybala gli ricorda Montella? Mi ci rivedo anche io nelle movenze. Lo conosco da quando giocava in Argentina, io allenavo il Catania. Provai a comprarlo, poi lo fece il Palermo a cifre già altissime“.

Sulle dichiarazioni di Boban – Non abbiamo fuoriclasse? Io lo stimo come persona, penso che vadano sempre accettate le considerazioni e le valutazioni. Non ho spirito di rivalsa verso queste parole, lavoreremo per vincere ma ho massimo rispetto per le sue parole“.

Sul turnover – Con la Sampdoria avremo un giorno in più per preparare la partita. Domani abbiamo una partita difficile e abbiamo come obiettivo quello di pensare alla partita e vincere. Calabria titolare? Sto valutando“.

Sulle polemiche post Lazio-Milan – Le critiche ci hanno fatto bene, i numeri dicono che abbiamo visto tanto. Le critiche hanno fatto bene anche a me“.

Ballottaggio Calabria-Abate – Ignazio come caratteristiche è più vicino a Conti ma questo, come accaduto con l’Udinese, non lo esclude“.

Calhanoglu – Lui è un calciatore offensivo, farà le fortune degli attaccanti, gioca in verticale. Alternativa a Bonaventura? No, possono giocare anche insieme“.

Musacchio – Sottovalutato? Ha avuto un impatto importante, si è adattato subito“.

Kessié – Lui è un ’97 credo, a vent’anni può avere alti e bassi. È stato comprato dal Milan e gioca davanti a 60.000 persone, cosa non facile soprattutto a vent’anni. Riposo? Se riesco a trovare un decimo modulo lo faccio riposare“.

Luca Antonelli – Ancora non si è allenato, probabilmente non sarà a disposizione per domani“.

Sostituto di Bonucci – Abbiamo Kessiè, Romagnoli e Paletta“.

Sulla Spal – Credo che la partita si possa risolvere con una giocata individuale, un tiro da fuori e vincendo i contrasti a centrocampo. Ha grande aggressività e non fa giocare bene gli avversari. Non bisogna avere frenesia perché puoi perdere lucidità“.