L’Osservatorio Nazionale delle Manifestazioni Sportive ha deciso in via ufficiale di anticipare l’incontro per motivi di sicurezza

La scelta ha sollevato un vespaio di polemiche, ma oramai è ufficiale da ieri. L’incontro di campionato Genoa-Milan, valevole per la prima giornata del girone di ritorno in Serie A, si disputerà lunedì 21 gennaio alle ore 15. La gara, da calendario, era stata inizialmente programmata come posticipo serale delle 20:30. La decisione di anticiparla al primo pomeriggio è legata a motivi di sicurezza. Quella tra rossoblu e rossoneri, infatti, è una partita considerata ad altissimo rischio: il 29 gennaio 1995 Vincenzo Spagnolo, tifoso genoano, è stato accoltellato a morte dall’ultras rossonero Simone Barbaglia. Da allora, l’incontro è sotto la lente d’ingrandimento di chi si occupa di sicurezza.

ONMS, parla Daniela Stradiotto: “Polemiche? Ce ne faremo una ragione”

Disputare un incontro di campionato il lunedì pomeriggio non è, ovviamente, una scelta comoda per chi desidera seguire la propria squadra allo stadio. Il presidente dell’Osservatorio Nazionale delle Manifestazioni Sportive Daniela Stradiotto, però, afferma come la decisione sia oramai insindacabile: “Genoa-Milan si giocherà lunedì 21 gennaio alle 15 di pomeriggio. Polemiche? Ce ne faremo una ragione

Gli ultras genoani, in particolare, hanno minacciato di disertare l’incontro che, dunque, rischia di avvenire in una cornice desolante. L’orario delle 15 non soddisfa infatti neanche il Comune di Genova: dopo il crollo del Ponte Morandi, infatti, fissare una partita nel primo pomeriggio di un giorno feriale rischia di intasare ancor di più il traffico cittadino.

Stadio Marassi (fonte foto https://twitter.com/GenoaCFC)

Genoa-Milan: c’è il rischio di un Marassi deserto

Le difficoltà presenti nel traffico veicolare genovese dopo il crollo del Morandi, la protesta del tifo rossoblu e la difficoltà per chi lavora di riuscire a liberarsi in tempo per il match rischiano di trasformare Genoa-Milan in una gara per pochi intimi.

La speranza è che gli ultras del Grifone cambino idea. Al momento, fa fede la nota rivolta al presidente del club, Enrico Preziosi: “La società deve tutelare gli interessi di tutti i suoi tifosi. Non subiremo in silenzio. Non saranno esposti gli striscioni che abitualmente colorano lo stadio e sarà lasciato deserto lo spazio che occupiamo ogni gara. I tifosi del Genoa meritano rispetto, la città di Genova merita rispetto“.

Vaccino Covid, quando farlo, come prenotarsi e da chi saremo chiamati

TAG:
calcio Genoa milan orario Serie A

ultimo aggiornamento: 15-01-2019


Mercato: nella corsa a Tonali, il Milan c’è

Supercoppa: giornata di vigilia intensa per i rossoneri. E poi c’è Higuain…