Vittoria importante per l’Atalanta di Gasperini, che sale al sesto posto con 38 punti, scavalcando il Milan

L’Atalanta della “meglio gioventù”, privata del proprio leader Gasperini (oggi squalificato), è riuscita a vincere la battaglia con la Sampdoria allo Stadio Atleti Azzurri d’Italia. I nerazzurri, pur non brillando eccessivamente, si sono dimostrati più solidi rispetto agli avversari e, soprattutto, più desiderosi di portare a casa i tre punti. Gli orobici salgono così al sesto posto con 38 punti, scavalcando il Milan e portandosi a un solo punto dall’Inter e due dalla Lazio.

Green Pass obbligatorio, tutte le regole da rispettare

Atalanta – Sampdoria: Petagna protagonista

Ottimo avvio per i bergamaschi che, spinti dal proprio pubblico, si sono resi pericolosi già nei primi minuti, in particolar modo con il centravanti Petagna, tra i totem di un undici formato oggi da tanti baby talenti. La risposta degli uomini di Giampaolo è affidata agli spunti di Quagliarella e Schick, che non pungono eccessivamente Berisha. Nonostante la maggior convinzione dei padroni di casa, il primo tempo termina a reti inviolate. Nella ripresa accelera l’Atalanta che al 54′ si guadagna l’episodio decisivo: Petagna in piena area di rigore controlla la sfera difendendola con il corpo, inducendo Torreira a intervenire fuori tempo. Rizzoli vede il contatto e, senza alcun tentennamento, decreta il calcio di rigore, trasformato magistralmente dal capitano, Alejandro Gomez. Galvanizzati dal vantaggio gli uomini di Gasperini sfiorano il raddoppio ancora con Gomez, poi con Freuler, ma non riescono a chiudere il match, lasciando alla Samp la possibilità di rendersi pericolosa prima con il neo entrato Muriel, poi ancora con Schick, senza tuttavia trovare la rete del pareggio. Termina quindi con il trionfo bergamasco: il popolo degli Atleti Azzurri d’Italia può continuare a sognare un posto in Europa.

ultimo aggiornamento: 22-01-2017


Serie A: l’Inter sbanca Palermo, Toro ko a Bologna, pari tra Genoa e Crotone

Deulofeu a cena con Galliani, oggi le visite mediche