Serie A, Atalanta-Juventus 2-2: la Dea rimonta il doppio vantaggio bianconero

Dopo l’iniziale uno-due juventino firmato Bernardeschi e Higuain, gli uomini di Gasperini reagiscono con Caldara e pareggiano con Cristante nella ripresa.

chiudi

Caricamento Player...

La Juventus di Allegri si fa rimontare un doppio vantaggio dall’Atalanta a Bergamo e per la prima volta nel 2017 non è più in testa alla classifica del campionato di Serie A. I campioni d’Italia incappano in una serata no che li vede anche protagonisti sul fronte Var, con un gol annullato giustamente e un rigore concesso ingiustamente. Adesso la pausa per le Nazionali, poi al rientro la Lazio di Inzaghi arriverà a Torino per uno dei tre big match di quella giornata, che vedrà anche l’attesissimo Roma-Napoli e il derby di Milano. Per l’Atalanta un punto d’oro arrivato dopo il pareggio altrettanto importante di Lione. In classifica non vola ancora come lo scorso anno, ma la squadra di Gasperini si conferma, se ce ne fosse bisogno, tra le migliori espressioni del calcio italiano degli ultimi anni.

Atalanta-Juventus: bianconeri sprint, poi rientra la Dea

Partenza straordinaria degli uomini di Allegri, che prendono subito campo all’Atleti Azzurri d’Italia e passano in vantaggio con Bernardeschi: conclusione da fuori di Matuidi, respinta maldestra e centrale di Berisha che favorisce il tap in dell’ex Fiorentina. Tre minuti dopo è tiki taka in salsa bianconera: in pochi secondi la Juve fraseggia a metà campo, Bernardeschi trova in profondità Higuain che resiste a Spinazzola e infila Berisha col sinistro. Due a zero e Juventus che sembra padrona del campo. Invece, dal nulla l’Atalanta risorge: azione fotocopia al primo gol bianconero, Buffon respinge malamente su Gomez e favorisce il tap in facile di Caldara. Nella ripresa gli uomini di Allegri provano a chiuderla, il 3-1 viene annullato giustamente dal Var e pochi minuti dopo la Gasperini band trova il pari: cross dalla destra di Papu Gomez, inserimento centrale di Cristante che di testa mette la sfera all’incrocio. Dopo il pari la partita diventa vibrante, la Juve avrebbe la possibilità di ripassare in vantaggio su un rigore (dalle immagini poco chiaro) concesso da Damato dopo aver consulato il Var, ma dal dischetto Dybala si fa ipnotizzare da Berisha.