Serie A, Roma-Hellas Verona 3-0: trionfo giallorosso contro gli scaligeri

Apre le danze Nainggolan, poi Dzeko si scatena con una doppietta personale.

chiudi

Caricamento Player...

Dopo lo stop causato dal maltempo di Genova la scorsa settimana, la Roma torna in campo più convinta e convincente che mai. La seconda gara all’Olimpico dell’era Di Francesco è un trionfo: 3-0 ed Hellas Verona schiantato. La formazione di Pecchia, mai realmente in gara, subisce il gioco dei giallorossi nonostante la formazione rimaneggiata messa in campo dal mister ex Sassuolo, reduce dalla gara contro l’Atletico e attesa da una settimana ricca d’impegni dato il turno infrasettimanale previsto. Per ora la Roma vola dunque a 6 punti in classifica, in attesa del recupero con la Samp, previsto per dicembre. La vetta resta lontana sei punti. Quattro gare e tre sconfitte, tutte piuttosto nette, per l’Hellas di Pecchia, la cui panchina è sempre più a rischio.

Roma-Hellas Verona 3-0: apre Nainggolan, poi si scatena Dzeko

Sul prato dell’Olimpico martoriato dalla pioggia battente che ha colpito la Capitale proprio a pochi minuti dal calcio d’inizio, i giallorossi partono a spron battuto, riuscendo a trovare il vantaggio già al 22′: El Shaarawy inventa un assist al bacio per Nainggolan che, solo davanti a Nicolas, non può sbagliare. Passano dieci minuti e Florenzi mostra di essere tornato più in forma che mai: il tuttofare giallorosso lascia sul posto un avversario, se ne va sulla destra e mette in mezzo per Dzeko, per il quale è un gioco da ragazzi spingere la sfera in rete. Ci si attenderebbe la reazione del Verona, e invece è ancora la Roma a trovare la via del gol al 61′: cross di Kolarov, ancora tempismo perfetto per Dzeko che supera per la seconda volta Nicolas. Il 3-0 viene seguito dopo pochi minuti dal doppio giallo di Souprayen, che lascia i suoi in dieci. Finisce così con un netto trionfo per la Roma l’ultimo anticipo di questo sabato. Per la Roma, mercoledì, la trasferta di Benevento. Il Verona è invece atteso dalla gara casalinga contro la Samp. Se guidato da Pecchia o meno, resta da vedere.