Il secondo appuntamento della stagione di Formula 1 è a Sakhir. Andiamo a vedere le scelte delle gomme dei team.

SAKHIR (BAHRAIN) – Lasciata l’Australia, i team di Formula 1 si sono messi subito al lavoro per il secondo appuntamento in stagione in Bahrain. La pista di Sakhir è molto diversa da quella di Melbourne per questo le scuderie devono individuare le strategie giuste per cercare di conquistare un risultato positivo. In attesa di capire meglio come si comporteranno le vetture, la Pirelli ha comunicato le scelte delle gomme.

Formula 1, GP Bahrain 2019: i set di gomme scelti dai team

Per quanto riguarda i set di gomme i big hanno deciso non differenziarsi scegliendo tutti lo stesso numero di pneumatici morbidi (9), medi (3) e duri (1). Nessuno dei team ha portato le super soft non adatte a questa pista. L’unico a differenziarsi tra le prime tre scuderie è stato Pierre Gasly che ha preferito sacrificare un set di rosse per uno in più di dure. Come lui anche Daniel Ricciardo che però ha a disposizione una sola gialla e 10 rosse.

Le nuove linee guida per viaggiare in UE e non

Lewis Hamilton
fonte foto https://twitter.com/MercedesAMGF1

Più conservativi in casa Williams e McLaren dove si è deciso di sacrificare qualche set di morbide per avere a disposizione un maggior numero di mescole medie e dure. Si tratta naturalmente al momento di scelte basate molto sulle precedenti stagioni ma l’ultima parola come sempre spetta alla pista.

Molta curiosità, in caso di utilizzo, come reagiranno in casa Ferrari le gialle. In Australia non hanno dato buone sensazioni (chiedere a Vettel n.d.r.) ma la speranza è di avere un altro riscontro in Bahrain. La scelta potrebbe anche ricadere su una sosta in più per mettere solamente le morbide. Più difficile l’utilizzo delle bianche vista la presenza di un solo set. Ma alla fine la decisione definitiva verrà presa solamente nei prossimi giorni.

Di seguito il tweet con tutte i set di gomme a disposizione delle scuderie

fonte foto copertina https://twitter.com/F1


CQC: cos’è, quanto costa e come si ottiene

F1, Bottas può essere l’anti-Hamilton?