Severodonetsk, la città isolata dal resto del mondo: le principali città ucraine sono assediate.

I russi hanno completamente assediato Severodonetsk, una delle principali città ucraine. Tutti i ponti che la collegavano alle altre città ucraine ed al resto del mondo sono stati distrutti. A darne notizia è stato il governatore locale ucraino, Voldodymir Zelensky. Secondo il Governatore dell’oblast di Lugansk Serhiy Haidai, consegnare rifornimenti ed evacuare i civili in queste condizioni è pressoché impossibile.

Attualmente sono in corso diversi combattimenti all’interno della città orientale di Severodonetsk. Alcuni funzionari ucraini hanno affermato che i soldati russi controllano la maggior parte della zona urbana. La città ucraina era uno degli obbiettivi principali della Russia già all’inizio del conflitto, e ad oggi, la città risulta essere completamente assediata ed isolata. I confini con il resto dell’Ucraina sono infatti stati chiusi.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Una battaglia che dura da ben 8 anni

La conquista di Severodonetsk e di Lysychansk, città ucraine confinanti, permetterebbe a Mosca il totale controllo della regione di Luhansk. Ma la maggior parte dei territori che compongono la regione sono già sotto l’assedio russo. Secondo quanto affermato da un rappresentante militare dell’autoproclamata Repubblica popolare di Donetsk filo-russa, le truppe ucraine rimaste in città devono “arrendersi o morire”.

bombardamenti guerra ucraina

Il fatto che gli ucraini siano a corto di munizioni, aggrava ancora di più la situazione. L’armata tra il Fiume Bilenka e la strada T1302, (quella che separa la regione del Luhansk dal Donetsk), non lascia respiro agli ucraini.

Mosca continua ad assediare le città di Lysychansk, quindi Pryvillia e Borivske. Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha affermato che il “costo umano” della battaglia per Severodonetsk, una città che risulta essere strategica nell’Ucraina orientale, è “terrificante”.

Il presidente ucraino Zelensky, durante il suo solito discorso notturno su Telegram rivolto alla popolazione ucraina, afferma che “Il costo umano di questa battaglia per noi è molto alto. È semplicemente terrificante”.

La battaglia per la conquista di Severodonetsk è iniziata già durante il 2014. La regione è stata divisa in territori controllati dal governo di Kiev e dai separatisti sostenuti dalla Russia. I combattimenti sono continuati per gli ultimi otto lungo la “linea di contatto”.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

Guerra in Ucraina

ultimo aggiornamento: 14-06-2022


Il vaticanista Valli: “Bergoglio sa che si governa con la testa”

Risultati amministrative: centrodestra in testa ma 13 su 26 al ballottaggio