Orrore: chiede incontro chiarificatore ma sfregia la fidanzata dell'ex
Vai al contenuto

Direttore: Alessandro Plateroti

Orrore: chiede incontro chiarificatore ma sfregia la fidanzata dell’ex

Orrore: chiede incontro chiarificatore ma sfregia la fidanzata dell’ex

Episodio sconvolgente a Milano dove una ragazza è stata sfregiata da un’altra donna, ex compagna del suo attuale ragazzo.

Una vendetta shock a Milano, precisamente a Vimodrone. Una ragazza di 22 anni ha sfregiato la fidanzata del suo ex dopo aver chiesto un incontro chiarificatore. La giovane non accettava la fine della loro relazione ed era già stata attenzionata dalle forze dell’ordine.

Bonus 2024: tutte le agevolazioni

Sfregia la fidanzata dell’ex: i fatti

donna violenza abusi

Secondo quanto si apprende da diversi media di informazione, la ragazza di 22 anni avrebbe chiesto al suo ex e alla sua attuale compagna di incontrarsi.

Con la scusa del classico “incontro chiarificatore”, ecco l’aggressione. La giovane avrebbe colpito e sfregiato con un taglierino l’attuale fidanzata del suo ex compagno da cui ha avuto un figlio provocandole danni importanti al volto.

Dalle informazioni raccolte il fatto è avvenuto il 16 luglio scorso a Vimodrone, in provincia di Milano, nel parcheggio della fermata della linea verde della metropolitana.

La vittima di tale aggressione è stata poi soccorsa sanguinante nel parcheggio e ha presentato fin da subito tagli alle gambe e al viso. Si tratterebbe di ferite che, secondo le accuse, rischiano di procurarle uno “sfregio permanente”.

I domiciliari e il braccialetto

L’episodio fa molto discutere anche per i precedenti della donna protagonista dell’aggressione. Infatti, pare che la 22enne fosse stata raggiunta nei giorni scorsi da una ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari, emessa dal gip di Monza Gianluca Tenchio su richiesta del pm Salvatore Bellomo. Dopo che la 22enne si era allontanata una prima volta da casa, le autorità avevano deciso di rafforzare il provvedimento con l’applicazione del braccialetto elettronico.

A nulla, però, è servito visto l’incontro terminato nel peggiore dei modi per l’altra ragazza.

Parla la vittima

“Avevo intenzione di chiarire, perché rispettavo il fatto che ci fosse un bambino di mezzo, e mai avrei voluto intromettermi in questa questione, che era solo tra loro due”, ha raccontato la vittima come si legge su TgCom24. “Sono stata colpita da uno schiaffo sferrato da uno degli amici con cui si era presentata la Viglianisi, poi sono stata colpita alle spalle, con una bottigliata in testa”. E ancora: “Continuava a colpirmi, poi ho visto il sangue che mi colava su una gamba, avevo i pantaloncini corti”.

Riproduzione riservata © 2024 - NM

ultimo aggiornamento: 16 Novembre 2023 10:45

Crocifisso incastrato nell’esofago: la tragedia per bimba di 10 mesi

nl pixel