Da Piazza Armerina a Siracusa, cinque luoghi da visitare in Sicilia in primavera

Terra di artisti e conquistatori, la Sicilia è un concentrato di storia e tradizioni. Tra monumenti e città-museo, in primavera l’Isola comincia a dare il meglio di sé

In Sicilia, la primavera va a braccetto con l’estate. La terra non brucia ancora, ma il caldo è già pressante, anche se piacevole. Lasciati alle spalle temporali e fastidi vari, il bel tempo la fa da padrone. Insomma, è un periodo perfetto per concedersi una bella quanto rilassante vacanza da queste parti, magari per coloro che hanno semplicemente voglia di godersi la bellezza di certe città sicule, piuttosto che le spiagge e il mare. Ecco allora una guida utile per chi volesse visitare la Sicilia in primavera.

Cinque luoghi da visitare in Sicilia in primavera

Piazza Armerina è, senza dubbio, una delle mete più gettonate dai turisti. Città di origine medievale, Chiazza (così viene chiamata in dialetto siciliano) ha un ricco patrimonio archeologico, storico, artistico e naturale. Sul suo territorio, inoltre, si trova la splendida Villa romana del Casale, famosa per i suoi mosaici e riconosciuta, nel 1997, patrimonio dell’umanità dall’Unesco.

Piazza Armerina
I mosaici di Piazza Armerina

Teatro Antico di Taormina

Dal cuore della Sicilia alla perla dell’Isola. Taormina è buona per ogni stagione. Tra monumenti, palazzi, chiese e colori, anche una semplice passeggiata per le viuzze e lo splendido corso di “Tauromenion” diventa fonte d’ispirazione e piacere. La primavera, poi, può essere l’occasione giusta per godersi lo spettacolo del Teatro Antico, luogo che profuma di storia e leggenda.

Catania, tra monumenti e sicilianità

A pochi chilometri da Taormina (e facilmente raggiungibile), ecco la bella città di Catania, con l’Etna sullo sfondo. Un paradiso di monumenti, profumi e sapori (già, perché Sicilia fa rima anche con buona cucina). Dall’Anfiteatro Romano alla Cattedrale di Sant’Agata, dal Monastero dei Benedettini al Castello Ursino, dalla celebre Fontana dell’Elefante (in piazza Duomo) all’affollata Via Etnea, autentico salotto della città. Insomma, un tuffo nell’arte classica, barocca e rinascimentale, ma anche nella sicilianità.

Catania
Catania, Piazza Duomo

Borghi più belli d’Italia

Di grande interesse artistico, culturale e storico, Montalbano Elicona, piccolo Comune del messinese, è stato inserito di recente (per l’esattezza nel 2015) nell’elenco dei novanta borghi medievali più belli d’Italia. Il castello, antica residenza estiva di Federico II di Aragona, domina il centro storico, ricco di chiese (da visitare assolutamente la Basilica di Maria Assunta in cielo) e scorci incantevoli.

Siracusa patrimonio dell’Unesco

Situata sulla costa sud-orientale dell’isola, Siracusa è una delle città siciliane più belle e ricche di storia e tra le principali città d’arte in Europa, con un patrimonio archeologico tra i più vasti del Mediterraneo. Il teatro greco, l’anfiteatro romano, il ginnasio, il castello Eurialo, il castello Maniace, l’Orecchio di Dionisio, il tempio di Zeus Olimpio e tanti altri luoghi di interesse. Non è certo un caso se L’Unesco, nel 2015, ha deciso di inserire Siracusa nella lista dei patrimoni dell’umanità.

ultimo aggiornamento: 19-01-2017

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures
X