Silvio Berlusconi punta il dito: “Gli accordi per il bene della squadra erano diversi. Io…”

Silvio Berlusconi: “Milan? Gli accordi presi per il bene della squadra erano ben diversi…”.

chiudi

Caricamento Player...

Continuano a emergere indiscrezioni circa l’intervista rilasciata da Silvio Berlusconi ai microfoni di Maurizio Costanzo. Un’intervista che, come anticipato, riguarderà ovviamente anche il Milan. L’ex presidente rossonero negli ultimi tempi è stato particolarmente critico verso la squadra e nei confronti del tecnico Vincenzo Montella, affermando che lui avrebbe tenuto molto volentieri Brocchi, esonerato mentre l’allora presidente rossonero si trovava ricoverato in ospedale. Stando alla ricostruzione dei fatti offerta da Berlusconi almeno.

Da Montella ai cinesi

Dopo aver preso di mira Vincenzo Montella e il gioco della squadra, Silvio Berlusconi avrebbe ora puntato il dito anche contro i nuovi proprietari cinesi, asserendo che nel corso della trattativa per il closing le parti avrebbero trovato una serie di accordi poi non rispettati dalla nuova proprietà. “Per ora non vado nemmeno a San Siro. Ma sono molto deluso: gli accordi presi all’inizio per il bene della squadra erano diversi“, avrebbe dichiarato Berlusconi come riportato dall’edizione odierna de La Repubblica. Continua a circolare l’impressione, improbabile ma non irrealistica, che Silvo Berlusconi stia pensando, o almeno sperando, di tornare alla guida del Milan, di quello che ha sempre definito come il suo grande amore e che tanti, tantissimi anni ha trattato come tale. Peccato per il triste epilogo, ma certi amori non finiscono, fanno giri immensi e poi ritornano…