Vaccini, il sindaco di Cadornago: “Niente scuola senza autocertificazioni”

Il sindaco di Cadornago, in provincia di Como, ha emesso un’ordinanza vietando l’ingresso a scuola ai bambini che non si sono sottoposti ai vaccini.

CADORNAGO (COMO) – L’inizio del nuovo anno scolastico è alle porte ma la polemica sui vaccini non sembra terminare. Dopo la decisione del governo di non far entrare i bambini nelle scuole senza le certificazioni, i sindaci hanno iniziato ad emettere le ordinanze.

La prima riguarda il comune di Cadornago, in provincia di Como. Il primo cittadino ha firmato il 6 settembre un decreto che non permetterà ai bambini al di sotto dei sei anni di andare a scuola se non si sono sottoposti ai vaccini obbligatori.

Finito al centro di molte critiche per questa decisione, il sindaco si è giustificato così: “In qualità di Autorità Sanitaria Locale ho la responsabilità della salute pubblica dei miei cittadini“.

Vaccini, nuovo emendamento nel decreto Milleproroghe

La questione vaccini continua a tenere banco al governo. La maggioranza è al lavoro per cercare di trovare la soluzione ideale per permettere a tutti i bambini di frequentare la scuola senza particolari problemi. L’alleanza giallo-verde ha deciso di inserire un nuovo emendamento nel decreto Milleproroghe che rende valida l’autocertificazione delle vaccinazioni fino al 10 marzo 2019.

Parlamento
Fonte foto: https://www.facebook.com/Cameradeideputati/

Dopo questa data i genitori dovranno consegnare in segreteria i certificati ufficiali delle vaccinazioni obbligatorie effettuate, altrimenti ci dovrebbe essere l’esclusione dalla scuola.

Il governo è al lavoro per cercare di risolvere la questione vaccini. La nuova soluzione permetterà ai piccoli di andare a scuola con l’autocertificazione. Non sono esclusi nei prossimi giorni inserimenti di nuovi emendamenti nel decreto Milleproroghe per cercare di facilitare la situazione che sembra sempre più ingarbugliata.

fonte foto copertina pixabay.com

ultimo aggiornamento: 08-09-2018

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures
X